Home Sport Matelica rimonta e vince 2-1, Modena finisce la partita in nove

Matelica rimonta e vince 2-1, Modena finisce la partita in nove

Matelica rimonta e vince 2-1, Modena finisce la partita in nove
48
0

Il Matelica ospita il Modena all’Helvia Recina di Macerata, a porte chiuse, nell’anticipo della quinta giornata di serie C girone B. Il Modena si presenta da capolista con 9 punti e forte del brillante successo a Ravenna. Il Matelica insegue, ha 7 punti ma deve riscattarsi dalla immeritata sconfitta nel derby di Pesaro.

Sfida difficile perché gli emiliani sono di assoluto livello e presentano in avanti due valenti punte come Spagnoli e Scappini, appoggiati in regia da Tulissi. Mister Colavitto fa esordire Pizzutelli a coprire l’assenza dello squalificato Calcagni.

matelica

I timori per il temibile attacco giallo-blu si palesano subito. Partita appena iniziata e Tulissi tira di poco alto dal limite. Al 3’ cross di Bearzotti dalla destra e quasi dall’area piccola Castiglia spara poco sopra la traversa. Al 5’ Tulissi spedisce un calcio d’angolo verso il primo palo, Scappini anticipa tutti e di nuca sorprende Cardinali, che tocca ma non riesce a respingere la palla.

Avvio terribile per i biancorossi, però scossi dal gol cominciano a prendere campo. All’11’ corner per il Matelica, batte Pizzutelli, Balestrero entra bene di testa e schiaccia in rete il pallone del pareggio. E’ la quarta rete di Balestrero in cinque partite.

matelica

Sul pari il confronto si fa bello e interessante, ma accadono i due episodi che probabilmente hanno inciso sul resto dell’incontro. Al 19’ Pergreffi a contatto con Moretti rifila una gomitata al biancorosso e rimedia il cartellino giallo. Già ammonito viene espulso. Il tecnico giallo-blu corre subito ai ripari e sostituisce Scappini con Zaro ricostituendo la linea difensiva.

matelica

Il secondo episodio al 27’, Tulissi in un allungo verso l’area biancorossa si infortuna e viene sostituito da Costantino. La manovra del Modena sente immediatamente l’assenza del suo motore, Tulissi infatti è stato il migliore fino all’uscita trascinando con lucidità la sua squadra.

Il Matelica si trova nella condizione di poter spingere maggiormente. Al 39’ scambio con Fracassini sulla destra e diagonale di Bordo che passa vicino al palo opposto. Poi al 41’ il raddoppio, dopo un’azione prolungata, dentro l’area Leonetti serve Volpicelli prontissimo al tiro che, sfiorato da Zaro, si infila in porta alla destra di Gagno.

Il tempo si chiude con l’ennesima discesa sulla destra del modenese Bearzotti, che al 44’ crossa al centro, Spagnoli si esibisce in una spettacolare e acrobatica girata al volo finita sopra la traversa, ma applaudita dai pochi presenti di ambedue le fazioni.

Nella ripresa Davì entra nel Modena al posto di Muroni. Al 52’ ancora Spagnoli è pericoloso con un colpo di testa sul fondo. Barbarossa entra per Pizzutelli e pochi minuti dopo Rossetti per Leonetti, mentre nel Modena si infortuna anche Costantino. Entra Monachello e anche il brasiliano Diogo (conosciuto come Sodinha) per Castiglia.

Matelica che cerca il controllo ma Modena indomabile, non solo, si porta spesso dalle parti di Cardinali. Il portiere di scuola romanista è strepitoso al 72’ respingendo un tiro ravvicinato di Mignanelli, poi al 75’vede passare sopra la traversa un tiro di Monachello fortunosamente deviato da un difensore e al 78’ blocca un altro tiro ravvicinato di Monachello.

Nel frattempo a Volpicelli e Balestrero sono subentrati Peroni e Franchi, quest’ultimo è protagonista di diversi contropiede che portano scompiglio nella retroguardia modenese. Come al 79’ con assist a Peroni che da buona posizione spara alto.

All’87’ Franchi provoca anche l’espulsione dell’ottimo Mignanelli, nel secondo tempo spina nel fianco del Matelica con le sue incursioni. Il biancorosso ruba palla al terzino giallo-blu che poi lo stende con un duro fallo da dietro. Inevitabile per l’arbitro Kumara il cartellino rosso.

Modena non si arrende neanche in nove e chiude la partita con un insidioso spiovente di Monachello di poco fuori e un colpo di testa alto di Spagnoli su punizione dalla sinistra di Diogo-Sodinha.

Partita sicuramente sfortunata per gli emiliani che hanno dimostrato una intelaiatura che li porrà tra i protagonisti del campionato.

Il Matelica in fondo ha lottato provocando i guai del Modena, facendo quello che poteva e doveva, portando a casa tre punti importantissimi che consentono di respirare l’aria di alta classifica.

Matelica-Modena 2-1

Matelica Calcio 1921 (4-3-3)
1 Cardinali; 2 Fracassini, 14 Cason, 4 De Santis, 3 Di Renzo; 5 Bordo, 8 Pizzutelli (55’ 6 Barbarossa), 11 Balestrero (74’ 23 Franchi); 7 Volpicelli (74’ 21 Peroni), 17 Moretti, 10 Leonetti (62’ 9 Rossetti). A disposizione 22 Martorel, 28 Puddu, 13 Santamarianova, 16 Baraboglia, 18 Magri, 24 Masini, 26 Ruani, 27 Maurizii. Allenatore Gianluca Colavitto.
Modena F.C. 2018 (4-3-1-2)
24 Gagno; 17 Bearzotti, 15 Milesi, 4 Pergreffi, 3 Mignanelli; 21 Muroni (46’ 20 Davì), 16 Gerli, 8 Castiglia (64’ 10 Diogo); 7 Tulissi (27’ 27 Costantino-64’ 29 Monachello); 9 Scappini (20’ 19 Zaro), 11 Spagnoli. A disposizione 1 Narciso, 22 Chiossi, 5 Ingegneri, 13 Laurenti, 23 Varutti, 26 Abiuso, 28 Prezioso. Allenatore Michele Mignani.
Arbitro: Kumara (Verona) – Assistenti: Arena (Roma 1) e Boggiani (Monza) – Quarto Uomo: Gregoris (Pescara)
Reti: 5’ Scappini, 11’ Balestrero, 41’ Volpicelli
Note: gara a porte chiuse; osservato un minuto di raccoglimento in memoria della Presidente della Regione Calabria Jole Santelli; locali in divisa biancorossa con pantaloncini rossi e calzettoni rossi e portiere verde; ospiti in divisa gialla, pantaloncini blu, calzettoni blu e portiere viola; corner 4-2; espulsi al 20′ Pergreffi per doppio giallo e all’88′ Mignanelli per gioco falloso; ammoniti Davi e Pizzutelli; recupero 3’pt, 6’st.

(48)

LEAVE YOUR COMMENT