Home Attualità Macerata e Civitanova: “Giornata consapevolezza dell’autismo”

Macerata e Civitanova: “Giornata consapevolezza dell’autismo”

Macerata e Civitanova: “Giornata consapevolezza dell’autismo”
57
0

In occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo di sabato 2 aprile 2016, anche l’Università di Macerata in collaborazione con il Centro Pedagogico Internazionale P.R.O.F., la Comunità di Capodarco di Fermo e il Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca” si tinge di blu proponendo l’incontro aperitivo sul tema “Un ponte per l’autismo. Prospettive da adulti” che si terrà dalle 12 alle 14 nella sede del museo in via Giosuè Carducci, 63/A. L’idea nasce dagli studi che Catia Giaconi, docente associato di pedagogia speciale del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, conduce nella direzione della presa in carico e della qualità della vita di giovani e adulti con disturbo dello spettro autistico e delle loro famiglie.  Partendo dalle storie quotidiane di famiglie con giovani e adulti con autismo, raccolte dal film editor Aldo Caldarelli dell’Università di Macerata, la professoressa Giaconi, il presidente della Comunità di Capodarco di Fermo don Vinicio Albanesi e il coordinatore del Centro diurno Sant’Elisabetta Francesco Cucchi ci porteranno nelle trame dell’autismo adulto con l’intento di creare dei reali ponti tra famiglie, ricerca e territorio volti a realizzare future e reali prospettive di intervento.

L’Assessorato ai Servizi sociali del Comune di Civitanova Marche, in collaborazione con l’ASP “Paolo Ricci”, le associazioni onlus “Omphalos” e “Tutti i giorni” organizza “Civitanovainblu”, iniziative per la promozione della giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo.

Sabato 2 aprile, la facciata di Palazzo Sforza sarà colorata di luci blu, mentre domenica 3 aprile, presso la Biblioteca Zavatti, alle ore 17,00, si svolgerà la presentazione del libro “Il collaudatore di altalene” di Roberto Marconi, a cura del prof. Umberto Piersanti, direttore della Scuola di Scrittura e Cultura Poetica “Sibilla”.

(57)

LEAVE YOUR COMMENT