Home Attualità Da domenica iniziative a Macerata per la Giornata della Donna

Da domenica iniziative a Macerata per la Giornata della Donna

Da domenica iniziative a Macerata per la Giornata della Donna
77
0

L’attenzione al tema della salute, il ruolo del cibo, la toponomastica femminile, la campagna social, gli infortuni sul lavoro ed anche un momento spirituale, tante le sfaccettature che assumerà la Giornata della donna 2016 grazie alle iniziative organizzate dall’assessorato alle Pari opportunità del Comune insieme al Consiglio delle donne e quelle promosse dalle associazioni e patrocinate dal Comune.

Presentato nella sala consiliare del Comune il calendario delle iniziative  per la Giornata internazionale della donna 2016 alla presenza dell’assessore alle Pari opportunità, Federica Curzi, del presidente del Consiglio delle donne, Ninfa Contigliani, di Claudia Santoni, Maria Pia Azzurro e Luciana Craia, rappresentanti dell’Osservatorio di Genere e delle associazioni Anmil e Cif.

“Come ogni anno, la Giornata internazionale della donna è occasione di bilanci e prospettive” afferma Federica Curzi, assessore alle Pari Opportunità “L’iniziativa che presentiamo Donne al via è simbolica nel titolo proprio per questo. Ripartire. Un nuovo mandato e un nuovo consiglio delle donne per mettere a frutto temi e azioni sensibili per il protagonismo femminile.

La VIA intesa come strada, cammino, percorso da fare insieme: uomini e donne, istituzioni e associazioni, donne in solidarietà. Ma VIA anche come luogo pubblico e parte integrante delle città e della vita delle persone. Un lavoro di squadra che come da tradizione lancia un percorso lungo tutto l’anno, ovviamente inclusivo e partecipativo.”

don1
Federica Curzi e Ninfa Contigiani

L’iniziativa del Consiglio delle donne nasce dentro la scelta di dare attenzione al tema della salute delle donne nelle sue molteplici sfaccettature” interviene Ninfa Contigiani presidente del Consiglio delle donne “Un tema che abbiamo individuato anche per non andare verso una semplice celebrazione retorica della Giornata internazionale delle donne, volendo invece riempirla di contenuti attuali e futuri. Vale infatti la pena ricordarci che la nostra salute fisica, alimentare, psichica può essere finalmente vista in un’ottica promozionale e preventiva (non soltanto patologica e curativa), come punto di partenza di una condizione soggettiva femminile più consapevole e ricca di prospettive interessanti ed utili per tutti, in una dimensione di arricchimento sociale condiviso. Domenica 6 marzo dalle 15.30 presso la sala Castiglioni della Biblioteca comunale la dimensione medica e sanitaria, l’approccio psicologico, la prospettiva biologica e culturale contribuiranno a tracciare un percorso che illustra la complessità di questi problemi”.

Si inizia domenica 6 marzo, alle 15.30, nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti con il convegno Le donne incontrano la salute patrocinato dall’Asur Area Vasta 3 Macerata. Dopo i saluti iniziali del sindaco Romano Carancini e dell’assessore alle Pari Opportunità Federica Curzi, sono previsti gli interventi di Luciano Latini, primario di Oncologia dell’Ospedale di Macerata, Rosella Sbarbati, biologa nutrizionista, Rosita Gabbianelli docente Biochimica Unicam e Rosanna Carassai, primario Psichiatria Asur Area Vasta 3.

Lunedì 7 marzo alle 10,30 nella sede dell’Inail in programma un incontro promosso dal Gruppo donne Anmil per le politiche femminili e patrocinato dal Comune, per presentare lo studio Il vecchio e il nuovo: vite di donne a confronto, una riflessione su come siano cambiati il lavoro e la tutela femminile negli ultimi 50 anni. Verrà presentata una pubblicazione che partendo dall’analisi del ruolo della donna nell’evoluzione dell’occupazione nell’ultimo cinquantennio passa attraverso le tutele assicurative e indennitarie e termina con le testimonianze di donne gravemente infortunate sul lavoro e del cambiamento radicale delle loro vite.

Martedì 8 marzo alle 10.30 sempre nella sala Castiglioni della BMB, Donne al via:non solo toponomastica iniziativa organizzata dall’Osservatorio di Genere. Federica Curzi e Claudia Santoni sociologa dell’Osservatorio, nei loro interventi presenteranno i risultati e i futuri sviluppi dell’iniziativa social di toponomastica femminile #laviadelledonnemarchigiane che ha dato visibilità alle figure femminili proposte per intitolazioni di vie nelle città delle Marche.

L’iniziativa del Cif, incentrata sul tema dell’anno giubilare della Misericordia, patrocinata dal Comune, prevede per martedì 8 marzo un annullo postale nei locali del Palazzo Sarnari (piazza Strambi dalle 9 alle 20) e nel pomeriggio, alle 16,30, un pellegrinaggio da piazza Annessione alla Basilica della Misericordia in piazza Strambi.

(77)