Home Attualità Demolizione e ricostruzione ITTS “Divini”, si cercano locali per sgombero

Demolizione e ricostruzione ITTS “Divini”, si cercano locali per sgombero

Demolizione e ricostruzione ITTS “Divini”, si cercano locali per sgombero
107
0

In vista dell’avvio della demolizione e ricostruzione dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Eustachio Divini” di viale Mazzini, dichiarato inagibile a seguito delle scosse di terremoto di ottobre, anche i tecnici del Comune di San Severino Marche, insieme a quelli della municipalizzata Assem Spa, hanno preso parte alla riunione di coordinamento fissata dalla Provincia di Macerata, proprietaria dell’immobile.

Il responsabile dell’ufficio Manutenzioni del Comune, geometra Massimo Boldrini, si è impegnato, per conto della Provincia, a svolgere un’indagine di mercato per verificare l’eventuale disponibilità di strutture, nel territorio del Comune di San Severino Marche, da destinare a deposito temporaneo di attrezzature, macchinari e suppellettili che dovranno essere necessariamente sgomberati dal “Divini” per consentire l’apertura dei cantieri. Già registrate alcune disponibilità, si sta redigendo un elenco di strutture.

Nelle foto: la demolizione delle vecchie officine e dei laboratori del “Divini”
Nelle foto: la demolizione delle vecchie officine e dei laboratori del “Divini”

“Il Comune di San Severino Marche – sottolinea il sindaco, Rosa Piermattei – sta dando pieno supporto alla Provincia. Da settimane ormai abbiamo liberato gran parte del nostro deposito di viale Varsavia, che era utilizzato come autorimessa degli scuolabus, per ospitare provvisoriamente i laboratori della scuola dopo la demolizione delle vecchie officine già avviata nei mesi scorsi, molto prima del sisma”.

Gli spazi che l’ufficio Tecnico del Comune sta cercando dovranno servire a liberare l’ex “Divini” di tutto quanto ancora contenuto nel vecchio stabile che presto dovrà fare posto a una nuova scuola per la quale il commissario straordinario del Governo nei territorio colpiti dal sisma, Vasco Errani, ha già stanziato 9 milioni di euro.

(107)

LEAVE YOUR COMMENT