Home Spettacolo San Severino Blues, prima italiana di Joanna Connor

San Severino Blues, prima italiana di Joanna Connor

San Severino Blues, prima italiana di Joanna Connor
24
0

Domenica 21 luglio alle ore 21.30, il San Severino Blues Marche Festival presenta Joanna Connor, la regina della chitarra. L’artista americana arriva nella piazzetta di palazzo Servanzi Confidati e farà per la prima volta la sua apparizione in Italia dopo che alcuni video, soprattutto “Walkin Blues”, con i suoi spettacolari assoli alla chitarra elettrica sono diventati virali facendo il giro del mondo e ottenendo milioni di like.

Nata a Worcester nel Massachusetts, la Connor deve la passione per la musica alla madre che ascoltava molto blues, folk e rock, così Buddy Guy e Taj Mahal sono entrati nella sua mente fin da ragazzina. Dopo le prime esperienze adolescenziali con la sua band nella propria città e a Boston, nel 1984 si è trasferita a Chicago. Lì ha imparato dai migliori musicisti della scena blues e ha iniziato a suonare nei club fino a fare quasi 200 concerti l’anno, incontrando grandi artisti come James Cotton, Buddy Guy e Junior Welles. Diventata band leader ha pubblicato dodici dischi, suonando un potente rock-blues, con effetti slide, paragonabile allo stile ad “alta tensione” di Johnny Winters, ma con un sound unico e inconfondibile, che gli ha fruttato tour e partecipazioni ai festival americani importanti.

Dopo una lunga pausa dovuta alla nascita della figlia, nel 2016 è tornata in studio a registrare “Six String Stories”, un album scritto con Marion Lance Lewis, il suo storico batterista, un disco che contiene sapori di gospel, rock, soul e funk e che traghetta un’artista famosissima per i suoi live verso una dimensione autorale più completa.

(24)

LEAVE YOUR COMMENT