Home Spettacolo Recanati celebra Beniamino Gigli a 60 anni dalla scomparsa

Recanati celebra Beniamino Gigli a 60 anni dalla scomparsa

Recanati celebra Beniamino Gigli a 60 anni dalla scomparsa
99
0

Giovedì 30 novembre, a 60 anni dalla scomparsa di Beniamino Gigli, il Comune di Recanati e la Civica scuola di Musica celebrano uno dei personaggi più illustri della città.

Nella Cattedrale di San Flaviano, alle ore 21 si esibiranno in note Arie Sacre il soprano Francesca Ruospo e il tenore Raffaele Pastore, accompagnati dal Quintetto Gigli diretto dal M° Riccardo Serenelli, Direttore Artistico e Docente dell’Accademia Lirica Beniamino Gigli di Recanati.

I due solisti faranno rivivere le dolci melodie del tenore recanatese nel luogo dove Beniamino, bambino cantore, diede inizio alla sua favolosa carriera. Al violinista Luca Mengoni del Quintetto Gigli sono state affidate le trascrizioni e gli adattamenti delle musiche per quintetto e pianoforte.

“L’evento fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale – dice l’Assessore comunale alla Cultura Rita Soccio – è una delle iniziative che il Comune di Recanati intende portare avanti per ricordare e valorizzare la figura del nostro concittadino”.

Appuntamento assolutamente da non perdere per tutti gli appassionati, per rivivere le grandi emozioni che Beniamino Gigli ha suscitato in tutto il mondo, per apprezzare uno dei più grandi cantanti di tutti i tempi.

Le Celebrazioni Gigliane cominceranno nel pomeriggio presso la sede del Circolo Ricreativo Culturale Beniamino Gigli a Castelnuovo alle ore 17 con il maestro Simone Settembri, restauratore dei Musei Vaticani, che farà il punto sul restauro della tomba del grande tenore di Recanati situata nel Civico Cimitero.

Alle 18 si prosegue con l’inaugurazione della mostra permanente del Circolo Culturale Ricreativo Beniamino Gigli (collezione di Walter Mandolini) alla presenza del presidente Ferruccio Lorenzetti e del fotografo Antonio Baleani.

(99)

LEAVE YOUR COMMENT