Home Sport Matelica con fiducia a Verona, l’esordio di Baraboglia

Matelica con fiducia a Verona, l’esordio di Baraboglia

Matelica con fiducia a Verona, l’esordio di Baraboglia
62
0

Il Matelica affronta una nuova difficile trasferta, domenica alle ore 15 a Verona, in casa della Virtusvecomp di Luigi Fresco, singolare allenatore-presidente, per l’ottavo turno del campionato di Serie C.

I veronesi hanno totalizzato fino a ora 8 punti in classifica con cinque pareggi (rispettivamente con Cesena, Imolese, Legnago Salus, Vis Pesaro e Triestina) e la vittoria per 3-0 con l’Arezzo alla quarta giornata, oltre alla sconfitta con il Ravenna nel turno infrasettimanale di dieci giorni.

“Una squadra – ha dichiarato il tecnico del Matelica Gianluca Colavitto – che è un bel mix di giocatori giovani ed esperti.  Una formazione forte per la categoria, determinata, con alcuni elementi che hanno calcato anche la massima serie. Di certo costruita bene ed allenata da tanti anni da un allenatore che è anche il presidente, fatto molto raro nel calcio. Noi dal canto nostro ci siamo allenati e preparati bene a questo appuntamento, abbiamo recuperato qualche acciaccato e questo è già positivo. Dobbiamo sempre avere lo stesso atteggiamento determinato e concentrato che ci ha sempre contraddistinto, senza mai perdere l’entusiasmo se vogliamo continuare a fare prestazioni importanti”.

Colavitto per la gara con la Virtusvecomp Verona ha convocato i portieri Cardinali, Martorel e Puddu; i difensori Baraboglia, Cason, De Santis, Di Renzo, Fracassini, Magri, Masini e Maurizii; i centrocampisti Balestrero, Barbarossa, Bordo, Calcagni e Pizzutelli; gli attaccanti Franchi, Leonetti, Moretti, Peroni, Rossetti e Volpicelli.

matelica
Edoardo Baraboglia

Domenica scorsa all’Helvia Recina, nella gara tra il Matelica e Arezzo, al 77′ è arrivato il debutto di Edoardo Baraboglia. Entrato al posto dell’attaccante Rossetti, ha dato una mano nell’ultimo quarto d’ora a mantenere un risultato che sembrava largamente acquisito nella prima frazione e che invece nella ripresa è andato incontro a qualche rischio.

Bilancio positivo e tanta emozione per il difensore classe ’99, maceratese di nascita ma cresciuto nel vivaio dell’Ascoli, prima di andare a fare esperienza in Serie D.

“Esordire in Serie C domenica scorsa – ha detto Edoardo Baraboglia – è stato l’epilogo del sogno che inseguo sin da quando ero bambino. Ho aspettato questo momento dal primo giorno della preparazione e, nella gara contro l’Arezzo, quando il mister mi ha chiamato per entrare, ho provato un mix di emozioni. La più grande è stata sicuramente la gioia, soprattutto perché ho potuto dare anche io il mio contributo alla squadra davanti al nostro pubblico. Giocare in questa categoria per me nuova mi dà stimoli continuamente, per migliorarmi e crescere ogni giorno. Sono stato felice per la Società che ha creduto in me e per aver potuto aiutare i miei compagni. In questi mesi abbiamo costruito un gruppo solido e pronto a combattere su tutti i campi”.

(62)

LEAVE YOUR COMMENT