Home Sport Maceratese-Santarcangelo 1 a 3. Persa l’imbattibilità in casa

Maceratese-Santarcangelo 1 a 3. Persa l’imbattibilità in casa

Maceratese-Santarcangelo 1 a 3. Persa l’imbattibilità in casa
65
0

Aria di festa all’Helvia Recina per l’ultima di campionato della Maceratese in attesa dei già acquisiti play off. Un grande successo per una squadra che era inizialmente fra le più quotate per la retrocessione.

A festeggiare anche uno stuolo di glorie della Maceratese che fu: da Turchetto a Rega, da Malizia a Principi e molti altri.

Inoltre, c’è da difendere l’imbattibilità casalinga che dura dal marzo del 2014.

Ma il risultato della partita si poteva leggere già dalle prime mosse, Maceratese abbastanza distratta, Santarcangelo costretto alla vittoria per salvarsi dai play out e quindi determinatissimo.

Infatti, al primo serio affondo i romagnoli vanno in gol: punizione dal lato destro dell’area, traversone che taglia la porta e sul palo opposta si avventa Guidone che mette dentro.

mcsant2gol
Il gol di guidone

La Maceratese reagisce ma l’unico tiro in porta è una punizione di Togni, per atterramento di Fioretti, da circa 25 metri che finisce fra le braccia di Nardi.

Il Santarcangelo ha un’occasione al 30’ recuperando palla a centrocampo, s’invola Venitucci che tira da fuori area, Ficara respinge e Fissore lotta a spallate per difendere la palla vagante.

Giuffrida al 37’ ha spazio per tirare dal limite ma manda alto. Torna la grinta del Santarcangelo che al 44’ raddoppia approfittando di una carambola, su azione di calcio d’angolo, finalizzata dal lestissimo Valentini.

mcsant4
Il raddoppio di Valentini

Ripresa con la Maceratese, sicuramente strigliata negli spogliatoi, che prende in mano il gioco. Al 58’ Fioretti viene lanciato in area ma Capitanio lo atterra. L’arbitro assegna il rigore che lo stesso Fioretti realizza. Supremazia che produce, però, solo un’altra occasione all’82’ con una bella girata da fuori area di Foglia di poco alta.

mcsant5
Il rigore di Fioretti

Un minuto dopo succede che Ilari si imbuca per 50 metri nelle fila biancorosse e spara in porta, Ficara è bravo a respingere, la palla al limite dell’area viene raccolta da Venitucci che sferra un tiro imparabile.

Finisce la partita, finisce l’imbattibilità. Inizia la gioia del Santarcangelo e dei suoi tifosi per la salvezza conquistata nonostante i 6 punti di penalizzazione.

Ora si volta pagina per i play off, in cui si prolunga la sfida di questi mesi con il Pisa.

 

MACERATESE: Ficara, Imparato (86’ Massei), Karkalis, Giuffrida, Fissore, Faisca, D’Anna (46’ Talamo), Togni, Fioretti (79’ Colombi), Orlando, Foglia. All. Bucchi

SANTARCANGELO: Nardi, Castellana, Rossi, Gerli (46’ Obeng), Adorni, Capitanio, Ilari, Valentini, Guidone (85’ De Respinis), Venitucci (92′ Arrigoni), Margiotta. All. Zauli

ARBITRO: Mastrodonato di Molfetta

RETI: 10’ Guidone (S), 44’ Valentini (S), 58’ Fioretti rig. (M), 83’ Venitucci (S)

AMMONITI: Valentini (S), Castellana (S)

 

RISULTATI 34a GIORNATA LEGA PRO GIRONE B

Rimini Arezzo  1-1
Pistoiese Pisa  1-0
Lucchese Carrarese  4-5
Siena Ancona  0-1
Spal Tuttocuoio  1-2
Maceratese Santarcangelo  1-3
Lupa Roma L’Aquila  0-1
Prato Savona  3-1
Pontedera Teramo  3-3

CLASSIFICA

Spal p.71; Pisa p.62; Maceratese p.58; Ancona p.53; Carrarese p.51; Siena p.46; Pontedera p.45; Teramo p.43; Arezzo p.42; Tuttocuoio p. 40; Santarcangelo, Lucchese Pistoiese p.39; Prato p 37; Rimini p.36; L’Aquila p.33; Lupa Roma p.27; Savona p.22.

Penalizzazioni: Savona -14; L’Aquila -7; Santarcangelo -6; Teramo -3; Rimini -2; Pisa -1.

(65)

LEAVE YOUR COMMENT