Home Sport Maceratese, Giunti: “A Santarcangelo per arrivare ai play off”

Maceratese, Giunti: “A Santarcangelo per arrivare ai play off”

Maceratese, Giunti: “A Santarcangelo per arrivare ai play off”
59
0

Per Federico Giunti e i suoi ragazzi il campionato ha ancora un senso. “Ragioniamo come abbiamo sempre fatto – afferma con decisione il tecnico biancorosso -, non è che ci siederemo perché abbiamo raggiunto l’obiettivo salvezza. Noi abbiamo ancora una piccolissima speranza di poter arrivare al traguardo play-off per il quale i nostri avversari in piena corsa. Giocheremo con la consueta verve. Ce lo impone anche la nostra moralità. I ragazzi hanno dato dimostrazione, questa settimana, di essere sul pezzo fino al 7 maggio. Me lo hanno dimostrato in allenamento. Proveremo a vincere al Valentino Mazzola perché non abbiamo risultati alternativi. Però non sarà facile agguantare la soglia play-off perché oltre al Santarcangelo hanno le carte in regola per poterci arrivare anche il Bassano e l’Albinoleffe. Sono diverse le squadre che possono ambire al prolungamento della stagione”.

Federico Giunti
Federico Giunti

Se non ci fosse stata la doppia penalizzazione…

“Purtroppo come società ce la siamo meritata e i punti in graduatoria sono 4 in meno rispetto a quelli ottenuti sul campo. I ragazzi non se lo meritavano, ma questi sono i fatti”.

Il Santarcangelo come si presenta?

“Non sarà una partita semplice perché i nostri avversari sono reduci dal successo esterno di San Benedetto e credono fortemente nel traguardo di fine stagione”.

All’andata il pari andò un po’ stretto alla Rata?

“In effetti sì. Fu in ogni caso un confronto che testimoniò il nostro risveglio interno. Avremmo potuto centrare il risultato pieno, ma andò diversamente. Il Santarcangelo fece la partita che gli serviva. Puntò al pareggio e l’ottenne. Stavolta sarà diverso perché il pari non servirà a nessuna delle due. Penso che sarà una bella gara”.

Lo spirito bellicoso di Giunti non cozza con la volontà di impiegare in campo chi ha avuto meno minutaggio finora?

“No, perché gli undici che scenderanno in campo saranno super motivati. Non vuol dire che se opterò per qualche giocatore a cui finora ho fatto meno ricorso, lo stesso non dia garanzie. Tutt’altro”.

Oltre allo squalificato Gattari non ci sarà neanche Petrilli, come mai?

“Nicola ha fatto una risonanza che ha evidenziato un problemino al ginocchio. Non voglio rischiarlo ora che l’obiettivo principale della salvezza è stato raggiunto”.

Tornando al -4, quanto può aver pesato la penalizzazione?

“Dal punto di vista psicologico poco, anzi, penso che abbia stimolato i ragazzi a dare più del massimo. Certo che, se all’inizio di stagione qualcuno mi avesse pronosticato la salvezza con due gare di anticipo e con 4 punti in meno rispetto a quanto guadagnato sul campo, lo avrei preso per pazzo…”.

Lo stadio Valentino Mazzola di Santarcangelo
Lo stadio Valentino Mazzola di Santarcangelo

Come si presenta il Santarcangelo?

“Una squadra quadrata con Cori che in attacco viene cercato con tante palle alte. A San Benedetto ha fornito due dei tre assist per i gol. Quando arrivano i traversoni in area di rigore è temibile. Ma tutta la squadra con la regia in panchina di Marcolini è tosta. Lottano molto sulle seconde palle. Noi, però, con la loro difesa a tre, gestendo bene il pallone possiamo fare male”.

L’ennesimo colpo di scena societario che cosa ha provocato alla truppa?

“Nessuna conseguenza particolare. Quello che sentivamo di dire lo abbiamo espresso in un comunicato stampa diretto alle testate. Ma non mi va di commentare per l’ennesima volta una pantomima che è giunta alla fine. Dopo il 7 maggio seguiremo la vicenda della società biancorossa come… persone interessate ai fatti ma con un certo distacco. Certo che fa pensare l’acquisto da parte di un imprenditore che a Macerata non si è mai visto. Ma non voglio giudicare nessuno. Del resto sono sotto contratto con la Maceratese fino al 30 giugno. Sono qua. Chi vuole contattarmi sa dove trovarmi. Vedremo come si evolverà la situazione ancora una volta”.

Intanto la Rata pensa al Santarcangelo per tentare di calcare la seppur complicatissima via che conduce ai play-off.

Con il grosso aiuto dei tifosi perché le spese della trasferta in terra romagnola sono state coperte dagli “Amici della Rata”, a cui va il sincero e profondo ringraziamento dello staff tecnico e di tutti i giocatori biancorossi.

I convocati per la trasferta di Santarcangelo

1)Moscatelli, 2)Gremizzi, 3)Broli, 4)Bondioli, 5)Marchetti, 7)De Grazia, 8)Quadri (Cap), 9)Colombi, 10)Turchetta, 13) Marco Massei, 14)Ventola, 15) Allegretti, 16) Palmieri, 18) Lorenzo Marcantoni (1999), 19) Malaccari, 20)Mestre, 21) Bangoura, 22)Forte, 23)Franchini, 26)Moroni, 30) Ingretolli, 31)Sabato.

(59)

LEAVE YOUR COMMENT