Home Sport Maceratese-Ancona 1 a 1: derby senza vincitori ed emozioni. Cronaca e videointerviste
  Previous Video La domenica di Maceratese e Lube. Rivisti gli accessi allo stadio
  Next Video SuperLube a Modena. Ora è al primo posto da sola in regoular season

Maceratese-Ancona 1 a 1: derby senza vincitori ed emozioni. Cronaca e videointerviste

56
0

Pari e patta, 1-1. E’ questo il verdetto del super derby tra Maceratese e Ancona andato in scena all’Helvia Recina davanti a 3000 spettatori. I ragazzi di Bucchi strappano un punto e consolidano il terzo posto in classifica a più cinque sulla squadra dorica.

Inizio aggressivo della Maceratese che nel giro di quattro minuti colleziona tre punizioni senza però sortire alcun esito. Al 6° una palla persa dei biancorossi di casa innesca il contropiede degli ospiti che concludono con Cognini ma la palla termina alta. Con il passare dei minuti l’Ancona cresce e al 10 ci prova da calcio di punizione ma la palla termina fuori E’ una gara tattica con le squadre molto abbottonate che faticano ad imbastire azioni pericolose in attacco.

Al 18° sono ancora i dorici a provarci da tiro piazzato ma la sfera si perde sopra la traversa. La Rata è attenta in difesa e sfrutta le ripartenze rendendosi pericolosa al 25° con una punizione che termina fuori. Due minuti più tardi c’è la risposta dell’Ancona con un timido tentativo di Libertazzi ma è facile la presa di Forte. Il match è bloccato a centrocampo e sembra riservare poche emozioni.

A far esplodere il pubblico di casa ci pensa Buonaiuto al 33’da calcio piazzato: l’attaccante va sul pallone e fa partire un tiro che il portiere avversario smanaccia quando il pallone ha già superato la linea di porta. I giocatori dell’Ancona protestano ma per l’arbitro non ci sono dubbi sul goal dell’1-0 che porta in vantaggio i locali.

L'1 a 0 di Buonaiuto
L’1 a 0 di Buonaiuto

La rete galvanizza la Maceratese che si rende pericolosa al 38° con un tiro che sibila al lato. I dorici tentano il forcing finale cercando di sfruttare i calci da fermo senza impensierire il portiere avversario.

Quando ormai il recupero è iniziato da due minuti e il primo tempo sembra chiudersi senza emozioni, l’arbitro assegna un dubbio rigore all’Ancona sugli sviluppi di una mischia in area. Sul dischetto si presenta Libertazzi che spiazza Forte e mette dentro il pallone dell’1-1. E’ l’ulltima azione della prima frazione di gioco.

Il rigore del pareggio di c
Il rigore del pareggio di Libertazzi

Al rientro in campo è la Rata a rendersi subito pericolosa con Buonaiuto ma il tiro finisce fuori. Al 50° risponde l’Ancona: Casiraghi entra in area, conclusione a botta sicura e miracolo di Forte. Sei minuti dopo è ancora Buonaiuto ad avere una ghiotta chance ma esita un attimo di troppo e non riesce a concludere. La Rata cresce ma i dorici rispondono colpo su colpo e al 60° Cognigni conclude alto da dentro l’area ma sciupa.

Con il passare dei minuti la partita cala di tono e l’equilibrio la fa da padrone. A rendere più vivace l’incontro ci provano ancora i locali con una punizione in area che Kouko di testa mette di poco a lato. E’ l’ultimo sussulto di una partita tirata e molto prudente da una parte e dall’altra che entrambe le formazioni, alla fine, si sono accontentate di pareggiare.

 

MACERATESE: Forte, Imparato, Karkalis, Carotti, 5 Sabato, Faisca, D’Anna, Foglia, Colombi (60’ Talamo), Kouko, Buonaiuto. All. Bucchi

ANCONA: Lori, Konate, Pedrelli, Di Ceglie, Paoli, Radi, Parodi, Hamlili, Cognigni (84’ Bussi), Casiraghi, Libertazzi (68’ Lombardi). All. Cornacchini

ARBITRO: Viotti di Tivoli

RETI: 34’ Buonaiuto (M), 48’ pt Libertazzi (A) rig.

AMMONITI: Hamlili (A), Sabato (M), Konate (A), D’Anna (M), Casiraghi (A)

 

RISULTATI 23a GIORNATA LEGA PRO GIRONE B

Savona L’Aquila 1-2
Rimini Pontedera 2-0
Lucchese Pistoiese 0-0
Tuttocuoio Pisa 2-1
Carrarese Arezzo 1-1
Maceratese Ancona 1-1
Lupa Roma Teramo 1-0
Siena Santarcangelo 0-2
Spal Prato 4-1

CLASSIFICA

Spal p.51; Pisa p.44; Maceratese p.41; Ancona p.36; Carrarese p.35; Siena p.33;Arezzo p.31; Pontedera p.29; Teramo p.27; Lucchese p.26; Tuttocuoio, Rimini e Prato p.24; Pistoiese e Santarcangelo p.23; L’Aquila p.19; Lupa Roma p.15; Savona p.9.

Penalizzazioni: Savona -15, L’Aquila -14; Teramo e Santarcangelo -6; Pisa -1.

(56)

LEAVE YOUR COMMENT