Home Sport Macerata Softball vince 2-0 a Rovigo ed è a un passo dalla A1

Macerata Softball vince 2-0 a Rovigo ed è a un passo dalla A1

Macerata Softball vince 2-0 a Rovigo ed è a un passo dalla A1
21
0

Macerata Softball ha messo una seria ipoteca per il ritorno in A1 vincendo le due partite nell’andata della finale play off A2 sul campo dell’Itas Mutua Rovigo.

Sabato prossimo a Macerata, le ragazze del manager Benito Ventura con un solo successo negli incontri di ritorno, forti delle prime due vittorie, potranno conquistare il titolo della Serie A2 Softball 2022.

macerata softball

Domenica scorsa a Rovigo, in gara 1 parte bene Macerata, con un Solo Homer Gioia Tittarelli porta in vantaggio la sua squadra.

Al quarto inning reazione della formazione di casa, che accorcia le distanze realizzando quattro punti e portandosi sul 5-4.

L’Itas Mutua Rovigo raggiunge il pareggio nella parte bassa della settima ripresa, ma deve poi arrendersi al ritorno del Macerata Softball che con cinque punti segnati nella parte alta dell’ottavo inning chiude definitivamente la gara con il risultato di 11-8.

macerata softball

Identico il risultato in gara 2, combattuta fino alla fine e giocata punto a punto, ma è Macerata ad avere la meglio sulle avversarie.

Trascinata dalla solita Gioia Tittarelli (2 2B, 2 3B, 3 RBI) la formazione ospite reagisce ai due punti messi a segno dall’Itas Mutua al secondo inning, portandosi in vantaggio grazie ai cinque punti realizzati nella parte alta del terzo.

Macerata riesce poi a rimanere in controllo per il resto della partita, portandola a casa con il risultato di 11-8.

Ora una sola vittoria separa Macerata dalla promozione in Serie A1 Softball sfiorata per due stagioni consecutive.

macerata softball

Sabato 24 settembre, a partire dalle ore 17, sul campo di via Cioci andranno in scena gara 3 e gara 4 di questa finale.

L’Itas Mutua Rovigo cercherà di ribaltare il risultato per arrivare a disputare gara 5 (programmata eventualmente per la mattina di domenica 25).

Per Macerata Softball invece sarebbe una grande festa che ripagherebbe giocatrici, tecnici e società degli sforzi compiuti nel tentativo di ricostruire la storica squadra che ha dominato in Italia ed Europa.

(21)

LEAVE YOUR COMMENT