Home Sport Lube vince in rimonta all’Eurosuole Forum con WithU Verona

Lube vince in rimonta all’Eurosuole Forum con WithU Verona

Lube vince in rimonta all’Eurosuole Forum con WithU Verona
21
0

La Cucine Lube Civitanova centra una vittoria in rimonta all’Eurosuole Forum sulla WithU Verona per 3-1 (16-25, 26-24, 25-21, 26-24), nel 6° turno di andata della Regular Season di SuperLega.

Dopo il giro a vuoto nel primo set, i campioni d’Italia si rigenerano e incassano tre punti importanti per la prestazione e preziosi per la classifica.

Risolutivi i 26 punti di Garcia Fernandez (59% con 5 ace e 2 muri), MVP e top scorer della partita, la potenza di Nikolov (21 punti con il 60%, 1 ace e 2 muri) e le intuizioni di De Cecco.

Sul fronte veronese si conferma ostico Shapozhkov (24 punti con il 59%, 3 ace e 1 muro), insidiosi Mozic (15 punti con il 50% e 2 muri) e Keita (14 con il 60% e 2 ace).

lube

La partita

In avvio di serata giro di campo con bandiere in evidenza per i tifosi Predators della Lube e i Maraia gialloblù di Verona per rinnovare il gemellaggio duraturo.

A fine riscaldamento omaggio floreale del Club nell’ultima fila della tribuna H per ricordare Francesco, abbonato storico che si è spento nel mese di ottobre.

Lube in campo con De Cecco al palleggio per l’opposto Garcia, Nikolov e Bottolo in banda, Anzani e Chinenyeze al centro, con Balaso libero.

Verona risponde con la diagonale composta da Spirito e Shapozhkov, Mozic e Keita in banda, Grozdanov e Mosca al centro, Gaggini libero.

lube

Il buon avvio di primo set della Lube e di Bottolo (8-5) viene vanificato da un passaggio a vuoto dei biancorossi (9-10). Verona ne approfitta (10-12) e allunga con Shapozhkov, protagonista a muro, e Keita, autore di due ace (12-18). Gli scaligeri aumentano il divario su un’infrazione e un attacco out (13-21) per poi portarsi sul +9 (14-23). Il primo set sfila via come il servizio di Garcia (16-25). Veneti più costanti in attacco (55% contro 41%) e nel muro difesa (6 a 1).

Nel secondo parziale Civitanova parte con 2 ace di De Cecco e il diagonale di Garcia (9-5). Nikolov in attacco e il portoricano in battuta tengono a distanza gli ospiti (13-9). Sulla serie al servizio di Shapozhkov la WithU trova il pari con un ace (15-15) e il sorpasso con l’attacco di Mozic (15-16). Lo sloveno, autore di 8 punti nel set, è letale anche in pipe (16-18). Blengini inserisce Yant per Bottolo. Dopo la prodezza di Anzani (18-19) e l’ingresso di Diamantini, Shapozhkov spara fuori (19-19). L’ace di De Cecco vale il 24-23. Verona annulla, ma l’errore di Mozic al servizio e il muro di Garcia (7 punti con 71% e 1 block) chiudono un parziale (26-24) interpretato meglio dai marchigiani al servizio (5 a 3) e in attacco (61% a 59%).

lube

Nel terzo set Diamantini e Yant sono in campo dall’inizio. Il gioco biancorosso sorprende gli scaligeri, colpiti da Anzani e Nikolov (10-6). Gli ospiti si affidano alle battute di Shapozhkov (11-10). Civitanova risponde a muro e Verona perde precisione (14-10). I campioni d’Italia allungano con il primo tempo di Anzani e la stoccata di Nikolov (21-15), ma con Shapozhkov al servizio (9 punti nel set) la WithU si avvicina (21-19) fino all’attacco di Nikolov (22-19), autore di 7 punti con il 60% e 1 muro. Il guizzo per il 24-20 è di Garcia. Il portoricano chiude il set (25-21) con l’ottavo punto personale (70% e 1 ace).

Decisivo il servizio in un tiratissimo quarto set (8-7). Verona resta francobollata e trova il doppio vantaggio sulla giocata di Keita (10-12), ma Civitanova impatta subito (12-12) e mette il naso avanti con il muro di Nikolov (16-15). Si arriva alla volata finale sul 23-23. Raphael entra al servizio per Verona e al termine di un’azione concitata la WithU ha una palla set (23-24), ma Nikolov impatta (24-24). Garcia pesca il doppio jolly in battuta (26-24).

lube
Luciano De Cecco e Gabi Garcia Fernandez

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 26, Sottile ne, D’Amico, Balaso (L), Zaytsev, Chinenyeze 2, Nikolov 21, Diamantini 1, Gottardo, Ambrose (L) ne, De Cecco 6, Anzani 7, Bottolo 2, Yant 8. All. Blengini.

WITHU VERONA: Cortesia ne, Perrin, Magalini ne, Sapozhkov 24, Raphael, Keita 14, Grozdanov 4, Jensen ne, Spirito 6, Bonisoli (L) ne, Mosca 9, Mozic 15, Gaggini (L), Zanotti ne. All. Stoytchev .

ARBITRI: Simbari (MI) e Brancati (PZ)

PARZIALI: 16-25 (23’), 26-24 (30’), 25-21 (29’), 26-24 (34’). Totale: 1h 56’.

NOTE: Lube battute sbagliate 12, ace 11, attacco 57%, ricezione 63% (27% perfette) muri vincenti 7. Verona: battute sbagliate 16, ace 8, attacco 56%, ricezione 60% (25% perfette) muri vincenti 10. Spettatori: 1.702. Incasso: 21.938,57. MVP: Garcia.

lube
Gianlorenzo Blengini

I COMMENTI

GIANLORENZO BLENGINI (allenatore): “I punti sono sempre importanti, quelli presi oggi erano difficilissimi da raccogliere! Verona è una squadra che gioca a viso aperto, con coraggio, fisicità contro qualsiasi avversario. Dopo il primo set ho detto ai ragazzi di non frenare. Ci sono momenti in cui la fisicità prende il sopravvento sull’avversario e bisogna saper aspettare perché non i rivali possono andare avanti tutta la partita con quel ritmo. Anche noi abbiamo le nostre armi e con qualche rotazione l’abbiamo portata a casa. Non è sempre semplice scegliere di fare determinate rotazioni per il discorso degli italiani in campo. Bisogna valutare il rendimento. Fare i doppi cambi complica un po’, stasera sono riusciti bene e hanno dato un buon risultato. Diamantini non era in perfette condizioni ma ha fatto il suo. La nostra è una squadra con alternative preziose, ci sono varie possibilità, bisogna dosarle e capire bene i momenti”.

GABI GARCIA FERNANDEZ: “Siamo cresciuti in supercoppa, sapevamo che anche oggi sarebbe stata dura. Nel primo set eravamo un po’ addormentati ma poi ci siamo svegliati e abbiamo cambiato l’inerzia della gara. Lavoriamo tutti i giorni per dare il meglio, continueremo a farlo per diventare sempre più forti”.

LUCIANO DE CECCO: “Devo fare i complimenti alla squadra per il cambio di mentalità. Sicuramente dobbiamo essere più cauti nella valutazione di queste partite, con squadre che non regalano nulla. Questo è un passo in più per la mentalità del gruppo. Ci manca la difesa, l’attenzione ai dettagli, ma abbiamo dei margini di miglioramento importanti. Dobbiamo solo fare un ulteriore salto di qualità dal punto di vista della mentalità perché abbiamo bisogno di tutti e non possiamo permetterci lacune. Ora proviamo a riposare un po’ e domani si torna in palestra per preparare al meglio l’esordio in Champions di mercoledì”.

(21)

LEAVE YOUR COMMENT