Home Sport Lube, grande vittoria in Polonia e vetta del girone Champions

Lube, grande vittoria in Polonia e vetta del girone Champions

Lube, grande vittoria in Polonia e vetta del girone Champions
33
0

Lube batte 3-0 in Polonia lo Zaksa Kedzierzyn-Kozle (capolista del campionato polacco e tra le migliori formazioni europee) allenato da Andrea Gardini, continuando la marcia nella Pool B della Champions League con 3 vittorie, 9 set vinti e zero persi.

Nella enorme Arena di Gliwice (15 mila posti) gara mai in discussione, la Lube con una grande prestazione piazza in ogni set la zampata decisiva nel cuore del parziale, grazie ad una sontuosa prova a muro (13 blocchi vincenti) e un servizio sempre pungente ed efficace, che limitano l’attacco polacco al 33%. Top scorer Leal con 15 punti (3 muri) e il 71% in attacco.

La partita

Coach De Giorgi, come da previsioni, schiera Bruno-Sokolov, Simon-Stankovic, Juantorena-Leal con Balaso libero. Formazione tipo anche per Gardini con Toniutti in regia, Kacmarek opposto, Bieniek e Wisniewski al centro, Deroo e Sliwka in banda, Zatorski libero.

Lo Zaksa inizia con un mini break (7-5) complici anche un paio di imprecisioni in campo biancorosso, ma la reazione Lube è super con un muro granitico (Leal e Stankovic) sul turno al servizio di Simon (anche un ace per il cubano) e vola sull’8-13, vantaggio allargato dall’errore di Toniutti per il 9-15. Il regista francese, però, mette in difficoltà la ricezione cuciniera e contribuisce al parziale di 5-0 per i polacchi che tornano a -2 (15-17) grazie al muro. Deroo trova l’ace del 17-18, ma la Lube ricostruisce il break: dal 19-20 al 19-25 con Bruno protagonista ancora a muro (19-22) e Leal in attacco (9 punti nel set con il 78% in attacco) sul turno di Juantorena al servizio.

I biancorossi ripartono subito forte nel secondo set, Sokolov è protagonista in attacco e a muro (2-6), Bruno gestisce bene le sue bocche da fuoco (8-12) e gli uomini di De Giorgi continuano a forzare con positività il servizio, concretizzando con Stankovic e un Leal ancora sugli scudi (11-17). I cucinieri restano solidi in ogni fondamentale (Stankovic e Simon chiuderanno il set con 4 punti a testa) e sempre sul turno in battuta di Juantorena allungano ancora fino al 17-25.

Nel terzo set lo Zaksa parte con Rafal Szymura in banda per Sliwka, la Lube prova lo sprint dal 5-5 al 5-11 con il muro di Sokolov e Simon invalicabile. Gardini tenta la carta dell’opposto Koppers che prima lo premia con un buon turno al servizio che riporta sotto i polacchi (10-13) ma poi commette due errori in attacco lanciando di nuovo Stankovic e compagni sul 10-16. C’è spazio per Kovar in campo, Sokolov contrattacca il 15-22, i biancorossi chiudono senza problemi 19-25.

 

Il tabellino

ZAKSA KEDZIERZYN-KOZLE: Zatorski (l), Kaczmarek 6, Stepien, Toniutti, Jungiewicz, Wisniewski 5, Bieniek 6, Sliwka 6, Koppers 2, Szymura R. 2, Wojtowicz n.e., Deroo 11, Kalembka n.e., Sacharewicz n.e., Szymura K. (l).

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 14, Kovar, D’Hulst n.e., Marchisio (l), Juantorena 11, Massari n.e., Stankovic 7, Diamantini n.e., Leal 15, Cantagalli n.e., Cester n.e., Simon 9, Bruninho 4, Balaso (l). All. De Giorgi.

ARBITRI: Collados (FRA), Themelis (GRE)

PARZIALI: 19-25 (24’), 17-25 (25’), 19-25 (24’).

NOTE: Zaksa: 11 battute sbagliate, 3 aces, 9 muri vincenti, 59% in ricezione (30% perfette), 33% in attacco. Lube: 13 battute sbagliate, 4 aces, 13 muri vincenti, 49% in ricezione (29% perfette) 52% in attacco.

I commenti

Fefè De Giorgi: “Non è stata una partita semplice, nel senso che noi abbiamo fatto una buona partita a livello d’intensità, a livello di capacità di mettere in difficoltà gli avversari, questa squadra ha una qualità di gioco alta. La pressione che abbiamo messo fin da subito mi è piaciuta, battendo forte e il modo in cui tutti i giocatori hanno contribuito. Dobbiamo continuare con questo spirito, siamo contenti per il risultato. Ad ogni partita ci poniamo l’obiettivo per cercare di migliorare la nostra qualità di gioco e il nostro modo di stare in campo, dovevamo migliorare alcune situazioni che si sono viste a Perugia e dovevamo affrontare con grande attenzione gli avversari polacchi”.

Bruno: “Una partita quasi perfetta a livello mentale e di atteggiamento, di concentrazione. Non abbiamo mai perso la testa dopo gli errori, siamo stati sempre concentrati sulla prossima azione e sulla prossima palla. Questa era la cosa da migliorare, a Perugia abbiamo fatto tre set e mezzo sempre attaccati alla partita, con la testa giusta, ma abbiamo poi mollato alla fine della partita. Questo non ci sta e oggi abbiamo dimostrato in ogni momento che eravamo con la testa e l’atteggiamento in campo. Molto importante il livello di muro – difesa e anche in battuta. Un altro passo verso la qualificazione che è il nostro primo obiettivo nella Champions, con questa vittoria che ci dà ancora di più la carica”.

Osmany Juantorena: “E’ una partita che avevamo studiato e preparato molto bene, abbiamo sbagliato poco e siamo stati bravi in attacco e nelle coperture in difesa, fondamentali che a volte dimentichiamo un po’. Tre punti importanti per il nostro cammino in Champions, che è ancora un cammino lungo. Oggi abbiamo vinto qua, in un campo difficile. Ora con la testa siamo già su Trento, che è la squadra più forte del campionato e lo ha dimostrato strada facendo. Vogliamo riscattarci dopo Perugia e non sarà sicuramente facile ma sarà una match bellissimo, noi andremo là per fare la nostra partita”.

(33)

LEAVE YOUR COMMENT