Home Spettacolo La Controra di Musicultura nel segno di “Zoro” Diego Bianchi

La Controra di Musicultura nel segno di “Zoro” Diego Bianchi

La Controra di Musicultura nel segno di “Zoro” Diego Bianchi
26
0

Martedì 25 agosto la Controra di Musicultura, la serie di eventi nel centro storico di Macerata durante la settimana del Festival, inizia alle ore 18 nel Cortile di Palazzo Conventati con la giovane poetessa Giovanna Cristina Vivinetto in un viaggio tra le pieghe della poesia condotto da Ennio Cavalli.

Giovanna Cristina Vivinetto è nata a Siracusa nel 1994, laureata in Filologia moderna, nel 2018 con la raccolta d’esordio Dolore minimo, il primo libro che ha affrontato in poesia la tematica della transessualità in Italia, ha ottenuto molti riconoscimenti, tra cui il Premio Viareggio Rèpaci Opera Prima, il Premio Alda Merini e il Premio under 35 “Terre di Castelli”. E’ di quest’anno la sua seconda raccolta di poesie “Dove non siamo stati” che verrà presentato a Macerata in occasione del Festival.

Alle 18,30 l’appuntamento della Controra è con il critico musicale e giornalista di Rai Radio 1 John Vignola nel Cortile del Comune di Macerata che racconterà al pubblico “Le 70 vite di Sanremo, ovvero come il Festival, ogni anno, eterna se stesso”.

Alle ore 21 in Piazza Vittorio Veneto Diego Bianchi (nella foto), noto anche con lo pseudonimo di Zoro, in “La versione di Zoro” Una voce fuori dal gregge, conduce la giornalista Fiamma Sanò.

Diego Bianchi, amato comico e giornalista romano protagonista del programma “Propaganda live” su La 7, nel 2003 con lo pseudonimo di “Zoro” comincia la sua attività di blogger, fondando il blog “La Z di Zoro” che ha da subito riscosso grande successo. Dal 2007 realizza una rubrica video intitolata “Tolleranza Zoro” che viene inizialmente presentata su youtube e sul suo blog fino ad arrivare in televisione su Rai3 all’interno del programma di Serena Dandini “Parla con me”. Dal 2010 cura una rubrica sul settimanale “Il venerdi` di Repubblica”. Nel 2012 ha fatto parte del programma di Serena Dandini “The show must go off”. Segna il suo debutto cinematografico come interprete nel film “Il sole dentro” con la regia di Paolo Bianchini con Angela Finocchiaro, Giobbe Covatta, Francesco Salvi. Nel 2012 debutta alla regia “Arance e Martello”, prodotto dalla Fandango per Rai Cinema. Dal 2013 al 2015 ha condotto il programma prodotto dalla Fandango “Gazebo” che da Rai 3 nel 2018 si è spostato su La7 con il titolo “Propaganda Live”.

Intanto cresce l’attesa delle serate finali di Musicultura all’Arena Sferisterio venerdì e sabato prossimo, condotte da Enrico Ruggeri, dove si esibiranno gli otto vincitori e grandi protagonisti della canzone italiana e internazionale. Venerdì 28 ci saranno Massimo Ranieri, Tosca, Salvador Sobral (vincitore dell’Eurovision 2017), Antonio Rezza e BandaKadabra. Sabato 29 seguiranno Francesco Bianconi, Asaf Avidan, Gruppo Ocarnistico Budriese, Bruno Tognolini, Lucilla Giagnoni e i Pinguini Tattici Nucleari.

Rai Radio 1 la radio ufficiale di Musicultura trasmette ogni giorno per tutta la settimana approfondimenti e interviste su Un giorno da gambero, il programma condotto da Duccio Pasqua e Marcella Sullo in onda dalle ore 13.30.

Tutti gli eventi di Musicultura si svolgeranno nel rispetto delle normative a contenimento di Covid-19.

In caso di maltempo gli appuntamenti si svolgeranno al chiuso. Il programma completo della Controra 2020 è disponibile su www.musicultura.it; per informazioni 071.7574320.

(26)

LEAVE YOUR COMMENT