Home Economia Cyrco, il progetto innovativo per produttori e commercianti

Cyrco, il progetto innovativo per produttori e commercianti

Cyrco, il progetto innovativo per produttori e commercianti
27
0

Negli spazi del Matt, il co-working realizzato a Macerata, è stato presentato il progetto della startup Cyrco, digitalizzazione e innovazione, senza dimenticare la tradizione, a disposizione di produttori, commercianti e artigiani locali, con un’attenzione particolare al contatto umano e diretto.

Ideatori del progetto sono Tommaso Cherubini e Simone Mengoni. «Cyrco nasce nel marzo del 2019 quando analizzando il tessuto economico cittadino abbiamo riscontrato delle difficoltà nella nostra città con la crisi del commercio al dettaglio e abbiamo pensato che era arrivato il momento di trovare delle soluzioni – spiegano i due fondatori –. Con la nostra startup siamo risultati vincitori del bando Start Imprese 2019 e ci siamo subito messi a lavoro. Poi è arrivato il Covid e il nostro progetto si è adattato alla situazione attuale caratterizzata, purtroppo, dall’emergenza sanitaria; abbiamo subito capito che dovevamo dare una mano alle persone che avevano dovuto affrontare delle difficoltà a causa della pandemia».

«Grazie al supporto dell’azienda MedStore, che ha portato professionalità a due ragazzi che in quel momento avevano solo un’idea, ci siamo subito messi in moto dando vita a Cyrco – continuano all’unisono Cherubini e Mengoni –. La startup ha come obiettivo quello di creare una piattaforma che possa raccogliere e mettere insieme tutte le attività commerciali, artigiane e produttive di Macerata e di diventare una vetrina per i cittadini. Un servizio a 360 gradi, al quale possono prendere parte realtà pubbliche e private che affiancheremo costantemente, dove la tecnologia e la digitalizzazione supportano la vendita diretta che si caratterizza per il contatto umano, per la professionalità e per la qualità».

cyrco2

«Cyrco si differenzia dal classico delivery proprio perché crediamo che l’app (disponibile a partire da dicembre e che i commercianti potranno testare gratuitamente per 3 mesi) debba rappresentare una svolta nel mondo del commercio cittadino caratterizzato dalla vicinanza con il commerciante, l’artigiano o il produttore – sottolineano i due startuppers –. Cyrco è adattabile a tutti i diversi ambiti del commercio e all’interno sarà possibile trovare, grazie alla collaborazione dei commercianti, scontistiche e offerte».

Partner del progetto è MedStore, leader nel mondo dell’innovazione e della digitalizzazione. «L’idea di Simone a Tommaso mi ha colpito subito – dice Stefano Parcaroli, amministratore delegato dell’azienda con sede a Piediripa –. L’Europa da diversi anni ha chiesto agli stati membri di investire sui DMS (destination management system), dei sistemi informatici che permettono all’intero sistema turistico di gestire in modo integrato l’informazione, la promozione e l’eventuale commercializzazione dell’offerta e l’interoperabilità tra portali turistici dei diversi livelli di destinazione, integrando i servizi privati con quelli pubblici (ticketing dei musei, eventi, biglietti di viaggio). Purtroppo l’Italia è ancora indietro su tali investimenti e fino a ora le realtà locali hanno sempre preferito investire in sistemi proprietari che hanno accentuato ulteriormente la frammentazione a discapito di uno strumento realmente efficiente. Med invece, da anni, lavora a Orbital, il suo DMS che punta a dare unità e aggregazione. Cyrco si baserà proprio su tale portale, così come le soluzioni di tante altre realtà locali e nazionali. L’attività commerciale che aderirà a Cyrco non solo potrà avere un ritorno immediato grazie a questa App ma avrà accesso al contempo a una miriade di altri strumenti tramite cui pubblicizzarsi; il tutto a partite da un solo portale di gestione (Orbital)».

Presenti al lancio del progetto anche il sindaco di Macerata Sandro Parcaroli e l’assessore comunale allo Sviluppo economico Laura Laviano. «Per noi è sempre bello vedere innovazione, sviluppo e futuro che si sposano con la creatività dei giovani – afferma Laura Laviano –. Il nostro supporto sarà sempre presente e grazie per queste vostre idee che sono sinonimo di attaccamento alla città».

«I giovani sono un punto di forza e per noi è fondamentale aiutarli nel riuscire a portare avanti i loro progetti –aggiunge Sandro Parcaroli  –. In questo momento penso a Steve Jobs, che ho avuto la fortuna di incontrare, che ha sempre valorizzato il know how giovanile. Come Amministrazione comunale abbiamo il compito di far sì che pubblico e privato collaborino per il bene della città come ugualmente abbiamo come missione quella di creare posti di lavoro e far tornare la nostra città attrattiva per le giovani generazioni».

Per maggiori informazioni: info@cyrco.it, 3312298789, 3348464355.

(Nella foto in alto: Stefano Parcaroli, Simone Mengoni e Tommaso Cherubini)

 

(27)

LEAVE YOUR COMMENT