Home Top news Macerata Tour, il modo innovativo di visitare i luoghi della città

Macerata Tour, il modo innovativo di visitare i luoghi della città

Macerata Tour, il modo innovativo di visitare i luoghi della città
131
0

Macerata Tour è il progetto di turismo che valorizza la città e le sue bellezze attraverso un modo innovativo di visitare i luoghi d’interesse turistico-culturale, presentato dal sindaco Romano Carancini, dall’assessora alla Cultura e al Turismo Stefania Monteverde e dai soggetti attuatori.

Il progetto integra perfettamente strumenti fisici e digitali, segnalando gli itinerari e i luoghi di principale interesse turistico della città con una segnaletica interattiva, elegante e durevole nel tempo, ben visibile e riconoscibile, realizzata con forme, colori e materiali appositamente studiati per integrarsi al meglio nel tessuto urbano cittadino.

“Macerata Tour è un vero museo a cielo aperto della città. Con Macerata Tour offriamo prima di tutto una città gentile e accogliente – sottolinea Stefania Monteverde –. Al centro ci sono le persone che arrivano a Macerata ma anche quelle che ci vivono, perché tutte possano trovare i racconti sulla città, sulla storia, sulle tradizioni enogastronomiche. Ognuno può pianificare il suo viaggio fin da casa individuando trekking urbani costruiti su misura per fare esperienze personalizzate. Macerata Tour è molto più della nuova segnaletica turistica: è un’infrastruttura culturale della città per la promozione, per il commercio, per le scuole che arricchiranno con nuove storie il sito di Macerata Tour. E promuove anche MaMa, la Marca Maceratese che nell’app è rilanciata insieme a tutto il nostro territorio di cui Macerata è capoluogo”.

“Macerata Tour rappresenta la ripartenza del turismo, la voglia di ricominciare e la risposta del Comune di Macerata alla volontà di crescita e innovazione dei propri cittadini – afferma il sindaco Romano Carancini –. Con questo strumento Macerata si presenta al mondo come città sempre più accogliente e innovativa, pronta a mostrarsi nella sua veste migliore per entusiasmare. La prestigiosa Lonely Planet ha consacrato le Marche tra i più bei luoghi da visitare e Macerata è tra le dieci destinazioni da non perdere. Amazon ci ha inserito tra le 20 #Vacanzeinitalia come città da vedere della regione. Da cittadino maceratese e da sindaco sono profondamente orgoglioso. Mi auguro che lo siano con me tutti i cittadini, pronti a dare di Macerata l’immagine più bella”.

macerata
Stefania Monteverde e Romano Carancini

Macerata Tour offre a Macerata una nuova versione di turismo nell’era post-covid, in un momento in cui è necessario prevedere la possibilità di visitare città d’arte e centri storici in modo sicuro, in piccoli gruppi di famiglie o amici, potendo contare sull’indipendenza della raccolta d’informazioni per la creazione del proprio itinerario.

Le belle storie, la narrazione, le immagini e l’innovazione sono il centro di questo nuovo percorso intrapreso da Macerata: non si tratta solamente di cartellonistica innovativa, ma di una guida a 360° che segnala i punti d’interesse raccontandone la storia attraverso testi, immagini e racconti.

Grazie infatti all’integrazione nella segnaletica fisica di QR Code e Tag NFC è possibile offrire al turista l’accesso immediato mediante smartphone a contenuti multimediali come audioguide in italiano, inglese e cinese, video e immagini.

La web-app (PWA – Progressive Web App) innovativa, intuitiva e gratuita che consentirà l’accesso a tutti questi contenuti non prevede procedure di download, ma si codifica come strumento immediatamente disponibile attraverso i dispositivi personali solo grazie a una connessione internet. Fruibile in modo completamente anonimo, grazie a un’interfaccia semplice e dinamica, consentirà in modo agile di muoversi attraverso gli strumenti di navigazione e seguire itinerari prestabiliti o personalizzabili.

Oltre alle informazioni legate ai luoghi d’interesse della città la web-app racconta attraverso parole, immagini e suoni anche le tradizioni locali, dal saltarello alle ricette tipiche e ai vini del territorio, con il fine di offrire al viaggiatore un’esperienza totalizzante, emozionale e coinvolgente.

Il valore del progetto, oltre a una migliorata accoglienza del turista e al raggiungimento dell’obiettivo del piano di bellezza per il centro storico di Macerata, è anche relativo ai big-data: grazie infatti alla strumentazione fornita agli uffici comunali, gli operatori saranno in grado di ricevere e interpretare dati (raccolti in forma totalmente anonima) legati ai flussi turistici in città, utili a comprendere meglio quali sono i luoghi più visitati e i Paesi di provenienza dei viaggiatori, con il fine di poter intraprendere iniziative per l’ulteriore miglioramento della fruibilità e della comunicazione legata ai luoghi d’interesse stessi.

Il segnale di grande cura e di ammirazione per la storia locale è dato dal fatto che tutti i contenuti creati sono completamente originali, realizzati appositamente per questa iniziativa da un team di professionisti e di proprietà del Comune di Macerata.

Per il Comune stesso, inoltre, viene creato un portale di gestione autonoma dei contenuti, uno strumento che consente agli operatori di modificare, aggiornare e curare ogni dettaglio, garantendo sempre il perfetto funzionamento dell’applicazione.

Tra le azioni di promozione del progetto è importante la campagna di sensibilizzazione tra i cittadini, primi promotori della città ai turisti. Per questo la scelta insolita e divertente di uno slogan nel dialetto maceratese, “Lo véllo de Macerata” e cioè “Il bello di Macerata”, raccontato con i volti di cittadini maceratesi che vivono la città nel lavoro e nella vita quotidiana, fotografati con una tabella in mano per la campagna affissioni sui muri della Macerata.

Contemporaneamente vengono coinvolti i commercianti a cui saranno distribuite gratuitamente vetrofanie e adesivi per la promozione e l’identificazione del brand Macerata Tour. Grazie a queste iniziative la città ha un’immagine coordinata e mostra tutta la sua voglia di accogliere il turista, facilitando la fruizione delle bellezze e delle eccellenze locali.

Alcuni numeri: 70 luoghi d’interesse mappati, 10 grandi totem per i punti d’accesso alla città, 50 nuove tabelle, 7 audioguide in lingua. È realizzato da Nexa (Associazione temporanea d’impresa tra Nexma e Nexo Corporation), che si è aggiudicata l’appalto lanciato in seguito all’indagine di mercato effettuata dall’Ufficio del Turismo del Comune di Macerata, che ha diretto i lavori sotto la supervisione del dirigente Gianluca Puliti.

Il progetto è finanziato grazie a un investimento approvato e previsto nell’ambito del programma ITI – Innova Macerata, azione 4, finanziato dal POR FESR Marche2014-2020.

L’applicazione è raggiungibile al sito www.maceratatour.it.

(131)

LEAVE YOUR COMMENT