Home Attualità Coronavirus, nelle Marche 159 casi e 704 isolati a domicilio

Coronavirus, nelle Marche 159 casi e 704 isolati a domicilio

Coronavirus, nelle Marche 159 casi e 704 isolati a domicilio
623
0

Questa mattina il Gores (Gruppo Operativo Regionale Emergenza Sanitaria) ha comunicato che i tamponi positivi, dopo le analisi terminate nella notte, sono saliti a 159 su un totale di 585 analizzati. La giornata di giovedì nelle Marche, per fortuna senza decessi provocati dal coronavirus, aveva già segnato il  continuo salire dei dati ufficializzati dal Gores.

Fino a ieri sera, su un totale di 413 tamponi effettuati, erano 124 quelli risultati positivi al Coronavirus: 100 i casi nella provincia di Pesaro Urbino, 19 in provincia di Ancona, 2 in provincia di Macerata e 3 in provincia di Fermo. Di questi 19 sono ricoverati in terapia intensiva, mentre 61 pazienti si trovano nei reparti di malattie infettive. Le persone in isolamento domiciliare sono 704 (643 asintomatici e 61 sintomatici).

Ieri c’è stato un passaggio politico importante, che ha visto incontrarsi il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli con la conferenza dei capigruppo in Consiglio regionale, trovando la “massima collaborazione” al di là dell’appartenenza politica, per condividere l’attuazione delle misure regionali e governative nell’affrontare l’emergenza coronavirus e per mettere la salute pubblica al primo posto.

Tutti i presenti hanno espresso “un ringraziamento molto sentito a tutto il personale sanitario impegnato in questo momento difficile, con turni di lavoro straordinari e la massima professionalità espressa da medici, infermieri, assistenti e volontariato sanitario”.

Ceriscioli ha aggiornato sui dati di contagio che sono purtroppo in crescita, spiegando che si stanno prendendo tutte le misure di riorganizzazione sanitaria indispensabili, come l’aumento delle terapie intensive e dei posti letto dedicati ai casi positivi di coronavirus in reparti di infettivologia, anche accorpando dei servizi. Il sistema sanitario marchigiano in questa fase è a pieno regime di efficienza e non in sofferenza riguardo a carenze, ma occorrerà sicuramente reperire figure mediche specializzate e aumentare posti letto dedicati.

“Un incontro importante quello di oggi – ha sottolineato il presidente della Regione – per fare il punto insieme e con la massima trasparenza su questa emergenza. Un modo anche per informare la comunità regionale, preoccupata in questo momento per quello che accade, che esiste nelle Marche una capacità di ragionare insieme e condividere percorsi e scelte, che aiuterà a fare bene e a rispondere alle esigenze dei marchigiani sia in termini di salute che di sostegno economico”.

coronavirus
La riunione con i capigruppo in Consiglio regionale

Per il presidente dell’Assemblea legislativa regionale Antonio Mastrovincenzo “è emersa un’unità di intenti e convergenza da parte di tutte le forze politiche e una solidarietà verso l’azione del governo regionale. Su questo lavoreremo insieme nei prossimi giorni, Consiglio e Giunta, per affrontare su tutti i versanti questa emergenza e per dare segnali positivi a tutta la comunità marchigiana”.

Ceriscioli ha parlato inoltre dei danni economici, assicurando che si sta già agendo in parallelo, con misure di competenza regionale e progettando alcune azioni di sostegno ai lavoratori e alle piccole e medie imprese, anche riconvertendo la destinazione di alcuni fondi per agire con immediatezza, in modo da consentire di attraversare una prima fase critica.

Con i consiglieri è stata condivisa la scelta di una comunicazione forte alla popolazione, appellandosi al senso di responsabilità di ognuno, specialmente rivolgendosi alle persone poste in quarantena per tutelare efficacemente le persone con più fragilità, come anziani e patologici cronici.

Erano presenti all’incontro l’assessore regionale Fabrizio Cesetti, i vice presidenti del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi (Pd) e Piero Celani (Fi), i consiglieri segretari Mirco Carloni (Lega) e Boris Rapa (Uniti per le Marche), i capigruppo Francesco Micucci (Pd), Gianni Maggi (M5s), Jessica Marcozzi (Fi), Fabio Urbinati (Italia Viva), Sandro Zaffiri (Lega), Elena Leonardi (Fdi), Gianluca Busilacchi (Art. 1); i consiglieri Romina Pergolesi (M5s) e Francesco Giacinti (Pd), presidente della Commissione affari istituzionali.

(623)

LEAVE YOUR COMMENT