Home Turismo Sibillini e dintorni, prima tappa del raduno a Serravalle di Chienti

Sibillini e dintorni, prima tappa del raduno a Serravalle di Chienti

Sibillini e dintorni, prima tappa del raduno a Serravalle di Chienti
78
0

Giovedì 26 agosto prima giornata di Sibillini e dintorni, il raduno di auto d’epoca organizzato dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici, a Serravalle di Chienti e Corgneto sulle piane di Colfiorito.

“Pronti, ripartenza e via!” è il titolo della tredicesima edizione di Sibillini e Dintorni, tre giorni nel territorio maceratese all’insegna del turismo, della beneficenza e dello sport.

Venerdì 27 la seconda tappa toccherà San Severino Marche, la terza di sabato 28 andrà a Montelupone dopo aver ammirato l’abbazia romanica di San Firmano.

Due serate a Macerata con la Rievocazione storica del Circuito della Vittoria (venerdì) e lo spettacolo all’Arena Sferisterio finalizzato alla raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana (sabato).

Sibillini e dintorni
La conferenza stampa

La manifestazione è stata illustrata lunedì a Macerata in una conferenza stampa presenti il sindaco del capoluogo Sandro Parcaroli, l’assessore allo Sport e agli Eventi Riccardo Sacchi, il presidente di Scuderia Marche Fausto Tronelli, la presidente della Croce Rossa Italiana Rosaria Del Balzo Ruiti e l’organizzatore della manifestazione e vice presidente di Scuderia Marche Massimo Serra.

Parteciperanno circa 50 auto d’epoca per altrettanti equipaggi, che nei tre giorni di raduno percorreranno 274 chilometri.

Straordinaria la qualità del parco mezzi di questa tredicesima edizione del raduno, pezzi unici appartenenti a musei e collezioni private, gioielli di ingegneria motoristica costruiti per lo più prima del 1945.

Le vetture più antiche sono una Buick Absent modello 10, immatricolata il primo gennaio del 1910 negli Stati Uniti, e una Wolseley Siddeley-Limousine del 1911.

Una menzione speciale merita la Willys MB del 1941 (prima serie Slat Grill), con insegne del 111° Battaglione Genio della 36esima Divisione U.S.A. “Texas” impegnata nella Campagna d’Italia durante la Seconda guerra mondiale.

conferenza stampa

Giovedì 26 agosto, la prima tappa del raduno organizzato dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici avrà come scenario il suggestivo panorama dell’entroterra maceratese.

Gli equipaggi alla guida di straordinari bolidi d’antan partiranno da Villa Potenza di Macerata per risalire la vallata del Chienti fino al borgo incastonato negli Appennini alla scoperta dei suoi tesori.

I gioielli d’epoca di Sibillini e dintorni, in alcuni casi vetture centenarie con modelli che hanno fatto la storia dell’automobilismo, affronteranno il percorso che si snoda da fondo valle sulla fascia collinare, fra la fitta vegetazione dei nostri monti, per arrivare fino all’Altopiano Plestino.

Serravalle di Chienti accoglierà la carovana attorno alle 9.30 nella piazza principale. Le auto resteranno in mostra fino alle 11.30 circa mentre gli equipaggi visiteranno il Museo Paleontologico Archeologico e la sua esposizione di mammiferi risalenti fra i novecentomila e i settecentomila anni fa e provenienti dai giacimenti fossili di Colle Curti e Cesi. Un patrimonio di inestimabile valore storico che saprà stupire i presenti guidati da Massimo Serra che potranno emozionarsi nuovamente quando, nel pomeriggio, si troveranno a percorrere gli antichi selciati dell’area archeologica del condotto romano e della Botte dei Varano.

La sosta pranzo è prevista a Corgneto, una frazione di Serravalle di Chienti, all’interno del “Villaggio della solidarietà del Distretto 108A Lions”, struttura creata all’indomani del terremoto del ’97 e nuovamente operativa per accogliere intere famiglie di sfollati per il sisma del 2016.

Nel tardo pomeriggio poi le auto d’epoca e i loro equipaggi faranno ritorno a Macerata.

Sibillini e dintorni è realizzato con il sostegno e la collaborazione delle amministrazioni comunali di Macerata, Serravalle di Chienti, San Severino Marche e Montelupone, con il patrocinio e la compartecipazione dell’Assemblea legislativa regionale delle Marche, il patrocinio di ASI, UNIMC e ALAM.

Sponsor dell’edizione 2021 sono APM, Menchi srl, MC Consulting, Rema-Tarlazzi, Tecnostampa, BPRBanca, Silvestri snc, Gema Group, Fioretti Infissi, PrintCom sas, NetCubo Informatica.

(78)

LEAVE YOUR COMMENT