Home Attualità Sferisterio arancione per dire no alla violenza contro le donne

Sferisterio arancione per dire no alla violenza contro le donne

Sferisterio arancione per dire no alla violenza contro le donne
23
0

A Macerata dal 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, fino al 10 dicembre, Giornata dei diritti umani, saranno molteplici gli incontri e le celebrazioni per sensibilizzare la comunità verso i temi delle due giornate.

L’Amministrazione comunale partecipa illuminando lo Sferisterio la sera di mercoledì 25 novembre (e poi anche il 10 dicembre) di arancione, il colore scelto per caratterizzare in tutto il mondo la giornata istituita dalle Nazioni Unite nel 1999. L’iniziativa infatti supporta la campagna “Orange the World” per dire No alla violenza contro le donne promossa da UNWomen e sostenuta dal Soroptimist International Italia con #orangetheworldecidoio.

“Molte, per fortuna, le iniziative e le organizzazioni e associazioni che sensibilizzano tanti soggetti, tra i quali  i giovani – affermano congiuntamente l’assessore all’Istruzione Katiuscia Cassetta e ai Servizi sociali Francesca D’Alessandro –. Sono loro, le nuove generazioni, quelle che dovrebbero essere maggiormente coinvolte in un nuovo modello educativo che rispetti ogni essere umano, ogni forma di vita e soprattutto chi la vita l’accoglie, ossia le donne. Dal report 2019 della Polizia di Stato  ogni 15 minuti si verificano reati di violenza. Essa si può manifestare in dinamiche diverse e in contesti culturali e socio economici di ogni livello, concretizzandosi in comportamenti celati tanto quanto evidenti, più sofisticati e capaci di demolire la dignità femminile anche senza sfiorare fisicamente il corpo della donna e, talvolta, senza che la vittima ne abbia immediata consapevolezza”.

sferisterio

“Diventa pertanto dovere di tutti, soprattutto di noi amministratori – proseguono la Cassetta e la D’Alessandro contribuire per creare un sistema che educhi i giovani a saper riconoscere i comportamenti cosiddetti ‘sentinella’, perché la violenza, spesso va in progressione, in modo da agire prima che si verifichino conseguenze irreparabili, sradicando la cultura della violenza e promuovendo l’educazione all’affettività. Nella convinzione che ogni violenza su una donna sia il risultato di un fallimento educativo, le varie attività didattiche tese all’approfondimento del fenomeno, alla conoscenza sono lodevoli e meritano tutto il sostegno e l’appoggio di una pubblica amministrazione attenta e partecipe. Per questo sosterremo, non solo oggi, ma durante tutto l’anno le iniziative che sensibilizzano ed educano, che aiutano ad una maggiore consapevolezza, ad avere il coraggio di raccontare, denunciare e poi ripartire grazie ai Centri Anti Violenza che offrono supporto e consulenza e sostegno concreto. Soprattutto ora in questo periodo di pandemia da coronavirus, in cui le restrizioni adottate hanno spesso significato per molte donne vittime di violenza un ulteriore aggravamento del problema. Allora davvero insieme, tutti, donne e uomini di buona volontà, teniamo alta l’attenzione, captiamo ogni segnale e soprattutto guidiamo ed educhiamo all’ascolto, alla comprensione, al rispetto”.

“Ogni forma di intervento concludono i due assessori , come il Protocollo d’Intesa contro la Violenza di Genere firmato lo scorso anno e che ha tra i suoi quaranta firmatari nel nostro territorio Ambito Territoriale n.15, anche il Comune di Macerata, va sostenuto e reso attivo con tutte le attività di sensibilizzazione e prevenzione, nelle scuole come in ogni altro contesto sociale ed educativo. Accogliamo pertanto l’invito del Sindaco Parcaroli, come Presidente del Comitato dei Sindaci, a partecipare al convegno ‘In rete contro la violenza’ del 25 novembre e sosteniamo la diffusione nelle scuole del cortometraggio Quando è primavera prodotto dall’ATS 15 Quando è primavera”.

Ieri sera, 24 novembre, anteprima della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con lo Sferisterio colorato dalla luce rossa, aderendo il Comune di Macerata al progetto di sensibilizzazione #neancheperfinta del Teatro Regio di Parma, per dare voce e sostegno a tutte le donne che in questo periodo particolarmente difficile si sono sentite sole.

sferisterio

 

 

 

(23)

LEAVE YOUR COMMENT