Home Attualità Macerata: novità per la raccolta rifiuti

Macerata: novità per la raccolta rifiuti

Macerata: novità per la raccolta rifiuti
32
0

Novità per la raccolta differenziata su tutto il territorio comunale. Dal 1° febbraio infatti il sacchetto giallo con i rifiuti indifferenziati delle utenze domestiche verrà raccolto una sola volta la settimana, il lunedì.

Per informare i cittadini del cambiamento che avverrà, il Comune di Macerata in collaborazione con il Cosmari avvierà, già a partire da lunedì 25 gennaio, una nuova campagna di comunicazione rivolta ai cittadini che va sotto il titolo Esco solo il lunedì con l’affissione di manifesti, l’invio nelle case dell’eco calendario 2016 e le informazioni nel sito comunale www.comune.macerata.it e sui social media.

La razionalizzazione della frequenza del ritiro del sacchetto giallo è dovuta, e resa possibile, dalla riduzione della quantità di indifferenziata raccolta da quando sono entrate in vigore, ad inizio dello scorso anno, le nuove modalità del “porta a porta” cosiddetto “spinto”.

Modalità che hanno portato immediatamente a risultati molto positivi facendo passare il peso della differenziata dal 54% del 2013 al 75,8% del 2015 (il dato si riferisce al periodo gennaio- novembre 2015) mentre anche l’andamento della produzione totale dei rifiuti è scesa del 16% rispetto al 2010.

“La buona azione dei cittadini, che hanno capito l’importanza di differenziare bene i rifiuti, verrà premiata ora dall’Amministrazione comunale con una riduzione della Tari, la tassa pagata per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani”. Con queste parole il sindaco Romano Carancini ha sottolineato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, la soddisfazione dell’ Amministrazione per i risultati raggiunti dal Comune di Macerata che si attesta in cima alla classifica dei Comuni con la più alta percentuale rifiuti differenziati.

La razionalizzazione della raccolta con la riduzione del numero dei passaggi permetterà infatti una ulteriore riduzione della TARI che nel 2015 era già in calo dell’8% rispetto all’anno precedente.

Nel suo intervento il sindaco ha poi annunciato che è allo studio anche un piano per permettere ai contribuenti di poter pagare esattamente per quanto si consuma e ha esortato i cittadini a “segnalare quelle situazioni di conferimento non conforme e negligente che purtroppo sono ancora presenti sul territorio”.

Ma il 2016 per Macerata rappresenterà anche l’anno della riorganizzazione delle isole ecologiche. Sono iniziati, infatti, i lavori per la realizzazione di una nuova e funzionale postazione a Fontescodella sull’area dell’ex vivaio, che sarà raggiungibile più facilmente, più grande rispetto a quelle esistenti e con un orario più ampio per migliorare il servizio ai cittadini. Andrà a sostituire le isole ecologiche di Collevario e Villa Potenza.

Sempre nell’ottica che la prevenzione della produzione  è la migliore possibile tra le scelte di gestione del ciclo integrato dei rifiuti in quanto elimina la necessità di raccolta, trasporto, riciclaggio e smaltimento, garantendo così il più alto livello di tutela dell’ambiente e ottimizza l’uso delle risorse.

L’assessore all’Ambiente Mario Iesari ha poi annunciato un’altra novità importante per il 2016 l’apertura, accanto all’isola di Fontescodella, del Centro di Riuso, una infrastruttura dove i potranno essere conferite diverse tipologie di beni come mobili, tessuti, prodotti per la casa, elettrodomestici, stoviglie e casalinghi, giocattoli, attrezzatura sportiva, che altrimenti finirebbero in discarica. “E’ una grande opportunità avere il Centro di riuso accanto all’Isola ecologica” ha detto Iesari “perché con interventi appropriati si può dare nuova vita ad un bene facendolo riutilizzare ad altri cittadini che potrebbero averne necessità”

Infine, sul tema dei controlli e del rispetto dell’ordinanza relativa gli orari e ai giorni di conferimento il direttore del Cosmari Giuseppe Giampaoli, presente alla conferenza stampa insieme al presidente Graziano Ciurlanti, ha annunciato che a breve saranno presenti sul territorio di due ispettori ambientali con il compito di segnalare eventuali comportamenti scorretti e di collaborare con i residenti per favorire il miglioramento della qualità e della quantità di rifiuti conferiti.

(32)

LEAVE YOUR COMMENT