Home Attualità Recanati, luci per la Giornata Mondiale delle Malattie Rare

Recanati, luci per la Giornata Mondiale delle Malattie Rare

Recanati, luci per la Giornata Mondiale delle Malattie Rare
16
0

La sera di domenica 28 febbraio Recanati accende le luci sulla Torre  della chiesa di Sant’Agostino che ha ispirato Giacomo Leopardi nella celebre poesia Il passero solitario, in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare.

Con l’illuminazione della Torre della Chiesa di Sant’Agostino – ha detto il sindaco Antonio Bravi – Recanati sostiene con forza, già da venerdì scorso, la campagna Accendiamo le luci sulle malattie rare. E’ importante sensibilizzare  l’opinione pubblica sulle problematiche sociali e cliniche vissute da chi è affetto da malattia rara  e lavorare sempre di più per il miglioramento dell’assistenza e della qualità di vita dei pazienti e delle famiglie”.

Il Comune di Recanati è stato contattato dall’ Associazione Italiana per la Ricerca sulla Distonia in quanto rappresentativo della Regione Marche per sensibilizzare la popolazione verso malattie considerate rare, che poi così rare non sono, Recanati ha accolto con entusiasmo la richiesta.

recanati

L’iniziativa promossa da UNIAMO FIMR (Federazione delle Associazioni di Persone con Malattie Rare d’Italia – https://www.uniamo.org/) verrà celebrata con l’illuminazione di alcuni dei monumenti più rappresentativi di diverse città italiane allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su queste problematiche sociali che a maggior ragione in periodo di pandemia hanno subito le conseguenze più importanti.

L’Associazione Italiana per la Ricerca sulla Distonia, in particolare, ha reso possibile oltre all’illuminazione della Torre della Chiesa di Sant’Agostino anche quella dei Palazzi Municipali dei Comuni di Lecco e Merate, il Palazzo del Granarone a Cerveteri in provincia di Roma e il Centro di Paleontologia Vegetale e Foresta Fossile di Dunarobba ad Avigliano Umbro (Tr).

Gli organizzatori invitano chiunque voglia partecipare all’iniziativa a pubblicare le foto del monumento, utilizzando  gli hashtag della campagna #rarediseaseday e #UNIAMOleforze.

(16)

LEAVE YOUR COMMENT