Home Cultura Presentato il Premio nazionale “Sibilla” di Poesia inedita

Presentato il Premio nazionale “Sibilla” di Poesia inedita

Presentato il Premio nazionale “Sibilla” di Poesia inedita
49
0

La città di Civitanova Marche lega il suo nome alla scrittrice Sibilla Aleramo istituendo “Sibilla” un premio nazionale di Poesia inedita, che avrà come presidente di giuria il poeta Umberto Piersanti. L’Assessorato alla Cultura del Comune, per promuovere questo ambizioso progetto, si è affidato all’associazione culturale “SibillA”, che nel 2014 ha avviato nella Biblioteca comunale “Silvio Zavatti” una valente Scuola di cultura e scrittura poetica, ospitando nomi illustri del panorama culturale italiano.

Il premio è stato presentato questa mattina, nel corso di un conferenza stampa, nella Sala Giunta del Comune intitolata proprio a Rina Faccio, nome di battesimo della Aleramo, dal sindaco Tommaso Claudio Corvatta, dal vicesindaco Giulio Silenzi, dall’assessore alle Pari Opportunità Cristiana Cecchetti, alla presenza dello stesso Umberto Piersanti e di Annie Seri, e Marco Pipponzi, presidente Biblioteca che collabora alla realizzazione del premio. In rappresentanza degli sponsor c’erano Andrea Rebichini della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Valentina Cesari della Ica group spa e Sergio Cognigni per conto di Gas Marca srl.

“Indire un premio di poesia è un risultato importante – ha dichiarato Corvatta – che rende il doveroso tributo delle istituzioni alla Aleramo, che visse in città per dodici anni. Civitanova sta crescendo da un punto di vista culturale e questo ulteriore tassello che mancava la proietterà nel panorama nazionale grazie al sostegno degli intellettuali che lavorano costantemente ed in maniera egregia al nostro fianco”.

 Il tema del premio è libero e chiunque potrà partecipare con testi in lingua italiana fino a un massimo di tre composizioni, obbligatoriamente inedite, da inviare entro e non oltre il 22 ottobre 2016. La giuria di esperti selezionerà dieci finalisti, i quali saranno invitati alla premiazione dell’11 dicembre 2016.

 “I principali premi italiani sono tutti dislocatati sulla costa tirrenica – ha sottolineato Piersanti – da sempre la più frequentata da noti intellettuali. Intendiamo recuperare quindi il vuoto che si è creato sulla costa adriatica inserendo la città di Civitanova tra le poche che organizzano questi eventi  dall’Emilia Romagna al Nord delle Marche. Civitanova ha dimostrato di essere vitale come poche altre località, e il suo fermento culturale è continuo; inoltre qui sono nati o vissuti grandi personaggi tra cui pittori, letterati, musicisti, coreografi e questo, insieme alla collocazione geografica favorevole, la rende adatta a diventare centro di ascolto e attenzione per la poesia. Iniziamo dunque in maniera estremamente seria con il proposito di crescere molto negli anni e fare di questo premio uno dei grandi premi italiani”.

Ci sarà anche una giuria popolare che individuerà tra i finalisti il vincitore o la vincitrice che otterrà un ulteriore premio: la pubblicazione di una propria silloge, cento copie di tale silloge, un diploma (il tutto per un valore complessivo di circa 1.000 euro).

“Il lavoro costante tra associazione SibillA, Assessorato alla Cultura del Comune di Civitanova e Biblioteca – ha spiegato Pipponzi – ha avuto come terminazione logica questo premio, che ha la finalità di promuovere nuovi talenti e  l’ambizione di diventare un faro letterario e culturale per l’intera Regione e oltre. Il professor Piersanti, che ha appena ricevuto a Pontedilegno un altro dei tanti riconoscimenti che vanta nella sua carriera, è la garanzia assoluta della riuscita di questo nuovo sogno civitanovese”.

 “Siamo onorati di aver attivato un premio nazionale – ha detto Silenzi – che lega la Aleramo a Civitanova e che vanta un direttore così importante come Piersanti, che fu candidato al Nobel per la Letteratura. E’ una iniziativa che va salutata con grande soddisfazione ed è da considerare come una gemma che arricchisce il panorama culturale civitanovese, realizzata valorizzando le menti che lavorano nel nostro territorio”.

(49)

LEAVE YOUR COMMENT