Home Attualità Prefettura di Macerata, prevenzione e controlli per la Fase 2

Prefettura di Macerata, prevenzione e controlli per la Fase 2

Prefettura di Macerata, prevenzione e controlli per la Fase 2
40
0

Con l’avvio della Fase 2 e l’incremento delle attività produttive, la Prefettura di Macerata ha costituito un Organismo provinciale di Prevenzione e Controllo per la pianificazione della vigilanza sull’attuazione delle norme di sicurezza e dei protocolli condivisi di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra Governo e parti sociali.

L’art.9 del DPCM del 26 aprile 2020, affida al Prefetto il controllo sull’esecuzione delle misure di contenimento e contrasto del contagio all’interno dell’aziende. L’organismo costituito è composto da rappresentanti dei Carabinieri per la tutela del lavoro, dell’Ispettorato del Lavoro, del Dipartimento di prevenzione ASUR Marche AV3, dei Vigili del Fuoco e, per specifiche materie, della Polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri anche Forestali, della Guardia di Finanza.

E’ stata avviata la programmazione dei controlli secondo criteri di priorità che terranno conto anche dei settori più a rischio. Per evitare duplicazioni e in un’ottica di snellimento delle procedure, le verifiche saranno effettuate da nuclei a composizione mista tra i componenti del suddetto organismo.

Sul sito istituzionale della Prefettura di Macerata è stata pubblicata la normativa di riferimento e il materiale esplicativo.

L’ASUR Marche AV3 UOC Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro – PSAL ha attivato il numero telefonico 0733 2572068 operativo dalle ore 8.30 alle 14.30 e la e-mail spsal.av3@sanita.marche.it, al fine di fornire risposte agli utenti sui quesiti inerenti la prevenzione del contagio.

In Prefettura è in funzione una cabina di regia per la valutazione dei controlli svolti e dei loro esiti, in modo da assicurare il rispetto di adeguati livelli di protezione dei lavoratori e di quanti accedono nelle aziende secondo le linee indicate nei protocolli di regolamentazione condivisi da Governo e parti sociali.

(40)

LEAVE YOUR COMMENT