Home Sport A Piacenza la Lube vince 3-2 e si assicura il secondo posto

A Piacenza la Lube vince 3-2 e si assicura il secondo posto

A Piacenza la Lube vince 3-2 e si assicura il secondo posto
32
0

La Lube Civitanova vince a Piacenza battendo la Wixo Lpr dei tanti ex al tie break, vittoria che serve per la certezza matematica del secondo posto in classifica con una giornata di anticipo (Modena ha vinto 3-2 con Perugia e resta a -4).

Partita con tanti capovolgimenti di fronte quella tra campioni d’Italia e piacentini, con i servizi delle due squadre protagonisti (12 ace Lube, 11 Piacenza) ed entrambe le ricezioni, di conseguenza, spesso in difficoltà. Ne esce vincente una Cucine Lube Civitanova brava a non mollare dopo essere stata sotto 1-0 e 2-1, salendo di livello in attacco nel corso della gara ed arginando battuta e muro di Piacenza, nonostante i problemi fisici di Christenson (anca) e Juantorena (schiena) che non hanno permesso a Medei di poter contare su tutti gli elementi a sua disposizione per tutta la gara.

Top scorer del match Sokolov e Fei con 21 punti, Piacenza vince la sfida a muro (13 contro 6) ma riceve peggio di cucinieri (39% di perfette contro il 49% Lube).

La partita

Novità nel sestetto Lube: c’è Zhukouski in regia (Christenson parte in panchina, non al meglio per una infiammazione all’anca, entrerà poi da fine terzo set) con Sokolov opposto. Al centro Medei sceglie Stankovic-Cester, in banda Kovar con Juantorena, libero Grebennikov. Giuliani conferma il sestetto delle ultime uscite, ovvero Baranowicz-Fei, Marshall-Clevenot, Alletti-Yosifov, Manià e Giuliani si alternano nel ruolo di libero.

Primo break di marca Lube sul turno al servizio di Stankovic (ace ed errore di Marshall, 4-6), ma pronta reazione della formazione emiliana che con una difesa molto attenta e Yosifov in battuta mette in difficoltà la ricezione biancorossa: Clevenot concretizza due volte per il +4 Wixo Lpr (11-7). I campioni d’Italia, però, trovano nuove risorse nel servizio di Kovar e agganciano subito Piacenza (11-11), in un set che si decide praticamente dai nove metri. E proprio la battuta di Fei scava un break importante per gli emiliani: ben quattro ace consecutivi per l’ex Lube e Piacenza va sul 19-14. Medei inserisce Sander e Candellaro per Kovar e Stankovic, ma Clevenot (6 punti nel parziale) ferma due volte Sokolov (22-15) e sempre il francese chiude il set 25-19. Piacenza chiude con il 65% in attacco nonostante il 14% in ricezione, contro il 39% Lube.

La Lube riparte nel secondo set con Sander e Candellaro dentro, ma il muro Piacenza riesce ancora a fermare gli attacchi dei cucinieri (6-3 con Marshall su Sokolov, 9-5 Baranowicz su Juantorena) e a impensierire la ricezione (ace Yosifov, 11-6). Nasce dalla battuta di Juantorena la rimonta biancorossa: con l’italo-cubano al servizio stavolta la crisi è per la ricezione di Piacenza: tre contrattacchi di Sander e il muro di Sokolov firmano il 12-12. Reazione che, però, risulta effimera perché Clevenot piazza un altro ace con l’aiuto del nastro e il muro emiliano stoppa due volte Sokolov per il nuovo +4 (16-12), poi Marshall mette giù il 18-13 approfittando di un altro errore della ricezione cuciniera, stessa cosa fa Yosifov per il 20-15. Non è finita, perché Cester (100% in attacco) sale in cattedra al centro e mette giù tre contrattacchi di fila portando la Lube a -1 (20-19), e Juantorena concretizza l’ottimo momento della difesa biancorossa trovando ancora la parità 21-21). Fei regala il +1 Lube (22-23), si va ai vantaggi dove i campioni d’Italia collezionano quattro set point e chiudono con l’ace di Sander (26-28). Sokolov 9 punti nel set con il 64% in attacco nonostante le 4 murate subite (6 totali i muri vincenti degli emiliani).

I campioni d’Italia provano ad accelerare nel terzo set spinti da Sander (1-4), Fei non ci sta e continua a martellare in battuta (6-6): l’attacco di Piacenza resta su percentuali alte e servizio/muro emiliani sono sempre efficaci, tanto che Baranowicz e Clevenot spingono la Wixo Lpr sul 12-9. L’arbitro continua in una gestione molto discutibile delle palle accompagnate graziando un tocco di Piacenza e gli emiliani ne approfittano andando sul 17-13 con un tocco di Baranowicz, poi Sokolov ferma Marshall (6 punti nel set, 83%) spingendo la Lube a -2 (19-17). La ricezione cuciniera, però, traballa ancora, la formazione di Giuliani torna a +5 (22-17) sull’errore di Sokolov: Medei mette dentro Christenson per Zhukouski, Juantorena va al servizio e con tre grandi battute porta la Lube ancora al -1 (22-21). E’ di nuovo battaglia, ma un errore in palleggio di Juantorena e il muro di Piacenza sull’italo-cubano sul set-ball non permettono ai biancorossi di concretizzare i possibili contrattacchi della parità, gli emiliani portano a casa il parziale 25-23.

Nel quarto set c’è Christenson in campo nel quarto set, la Lube parte bene (0-3) ma poi si perde con due errori in attacco di Sander (6-4). Sokolov e Christenson suonano la carica piazzando un parziale di 0-5 (6-9) con due ace del bulgaro, non basta perché Piacenza rientra subito con Yosifov (9-9): il match continua a strappi, è di nuovo Lube grazie a due contrattacchi di Juantorena (10-13, 67% per l’italo-cubano) e poi ancora Wixo Lpr con il muro di Marshall (14-14). I campioni d’Italia stringono i denti e tornano di nuovo avanti (16-19, invasione Yosifov), è il break decisivo arrotondato dall’ace di Cester e dai due errori di Fei che chiudono il set 19-25. Sono 4 gli ace Lube nel set.

Lube senza Juantorena nel tie break (risentimento alla schiena), al suo posto Kovar. Sokolov mette il contrattacco del 2-4, Fei risponde ed è subito parità (4-4). E’ di nuovo colpo su colpo: ancora l’opposto bulgaro concretizza una difesa per il nuovo +2 (5-7), Alletti firma il primo tempo del 7-7. I biancorossi cambiano campo avanti 7-8, il turno al servizio di Fei mette ancora in difficoltà la ricezione cuciniera e Marshall firma il +2 (11-9). L’italo-cubano di Piacenza, però, aiuta la Lube tirando fuori il colpo dell’11-11, Candellaro mette l’ace del nuovo sorpasso (11-12) poi è il momento di Sander: contrattacco del 12-14 e colpo finale del 13-15 che consegnano il match ai campioni d’Italia.

Il tabellino

WIXO LPR PIACENZA: Manìà (l), Parodi n.e., Alletti 8, Giuliani (l), Marshall 15, Di Martino n.e., Baranowicz 3, Kody, Yosifov 12, Hershko n.e., Fei 22, Clevenot 17, Cottarelli. All. Giuliani.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 21, Candellaro 8, Sander 20, Marchisio n.e., Juantorena 15, Casadei n.e., Stankovic 1, Kovar 3, Grebennikov (l), Christenson 3, Cester 9, Milan n.e., Zhukouski. All. Medei.

ARBITRI: Saltalippi (Pg); Tanasi (Sr).

PARZIALI: 25-19 (21’); 26-28 (30’); 25-23 (29’); 19-25 (25’); 13-15 (17’).

NOTE: spettatori: 3008, incasso: 25.748,00Euro. Piacenza: 21 battute sbagliate, 11aces, 13 muri vincenti, 29% in ricezione (21% perfette), 56% in attacco. Lube: 20 b.s., 12 aces, 6 m.v., 33% in ricezione (23% perfette), 52% in attacco. Votato miglior giocatore: Fei.

I commenti

Tsimafei Zhukouski: “Piacenza ha giocato una gran partita mettendoci in difficoltà, ma siamo riusciti a conquistare la vittoria finale confermando definitivamente il secondo posto in classifica. Per un palleggiatore non è facile entrare in campo non giocando spesso, ho avuto un grande aiuto da tutti i miei compagni di squadra, li voglio ringraziare. Si va ormai verso i Play Off, ci vogliamo far trovare pronti per arrivare fino alla fine”.

Enrico Cester: “Piacenza è una squadra che non molla mai e l’ha dimostrato anche oggi, facendoci soffrire tanto. Siamo partiti male poi abbiamo rimontato, dunque il nostro morale è alto, anche perché abbiamo assicurato il secondo posto con questa vittoria. Probabilmente ritroveremo Piacenza anche nei Play Off, e sarà sicuramente tosta. Ma ora pensiamo ai prossimi impegni, innanzitutto al match di Champions League con Perugia”.

Giampaolo Medei: “Era importante vincere questa partita per preparare in tranquillità i Play Off con il secondo sposto in tasca. Sapevamo che Piacenza è una squadra in forma che avrebbe dato il 100%: nel primo set ha tenuto un livello al servizio impressionante, poi siamo cresciuti. C’è un po’ di rammarico per il terzo set, dove abbiamo regalato diversi punti, un parziale da analizzare perché ci sono molte cose da migliorare. Ma sono molto soddisfatto del carattere messo in campo dai ragazzi”.

RISULTATI 25A GIORNATA SUPERLEGA

Wixo LPR Piacenza 2-3 25 26 25 19 13
Cucine Lube Civitanova 19 28 23 25 15
Azimut Modena 3-2 21 25 25 21 15
Sir Safety Conad Perugia 25 20 20 25 13
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 1-3 15 25 21 19
Calzedonia Verona 25 22 25 25
Bunge Ravenna 3-0 25 25 25
Gi Group Monza 12 17 19
Taiwan Excellence Latina 2-3 20 25 25 17 11
Kioene Padova 25 22 22 25 15
Diatec Trentino 3-0 25 27 25
Biosì Indexa Sora 15 25 21
BCC Castellana Grotte 0-3 19 15 20
Revivre Milano 25 25 25

CLASSIFICA

 Sir Safety Conad Perugia 67
 Cucine Lube Civitanova 61
 Azimut Modena 57
 Diatec Trentino 50
 Calzedonia Verona 48
 Revivre Milano 43
 Wixo LPR Piacenza 41
 Bunge Ravenna 41
 Kioene Padova 35
 Gi Group Monza 26
 Taiwan Excellence Latina 23
 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 13
 Biosì Indexa Sora 10
 BCC Castellana Grotte 10

 

(32)

LEAVE YOUR COMMENT