Home Economia Macerata nel futuro con il polo innovativo A.N.D.-Arti Native Digitali

Macerata nel futuro con il polo innovativo A.N.D.-Arti Native Digitali

Macerata nel futuro con il polo innovativo A.N.D.-Arti Native Digitali
24
0

Presentato a Macerata il progetto A.N.D.-Arti Native Digitali, realizzato all’interno dell’ex Mercato delle Erbe di via Armaroli e connotato come polo per la ricerca e sviluppo di soluzioni innovative attraverso l’uso di tecnologie avanzate per rispondere alle esigenze del sistema urbano di Macerata.

A.N.D. fa parte della progettualità di IN.NOVA Macerata, finanziato con il bando POR MARCHE FESR 14/20 Asse 8. Intervento 20.1.1. per il sostegno allo sviluppo di piattaforma tecnologica di ricerca e valorizzazione degli attrattori culturali che vede come capofila la ditta Rainbow CGI, coordinatore dell’Associazione Temporanea di Scopo (ATS) composta da tutti gli Atenei della regione Marche (UNIMC, UNIPVM, UNICAM, UNIURB) e da aziende leader nel campo dell’innovazione tecnologica quali GrottiniLab, Stark, Marchingegno e Play Marche.

Il polo A.N.D. ha concluso la sua fase di prototipazione proponendosi ora come luogo di sperimentazione e formazione incentrato sull’innovazione, rappresentando un hub tecnologico che arricchisce l’offerta territoriale e aprendo un nuovo approccio didattico alle arti.

Macerata
L’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta e il CEO Rainbow CGI Francesco Mastrofini

“Si conclude la prima parte della sperimentazione di IN.NOVA Macerata, un progetto che rappresenta un arricchimento per la città – ha commentato il sindaco Sandro Parcaroli –. Siamo stati in grado, attraverso un’azione corale e sinergica, di dare vita a una collaborazione importante e di grande valore che vede protagoniste le quattro Università della regione Marche e aziende prestigiose e leader del settore tecnologico che hanno deciso di investire sul territorio e su Macerata. L’obiettivo di A.N.D. è quello di unire la ricerca alla sperimentazione rappresentando, così, terreno fertile per ulteriori idee di implementazione di ricerca sul territorio e un’occasione di formazione per tanti giovani che vogliono affacciarsi al mondo del digitale”.

Macerata
La presentazione del progetto A.N.D.-Arti Native Digitali

“Ci auguriamo che A.N.D. possa diventare un centro di ricerca e sviluppo di stimolo per il territorio di Macerata – ha aggiunto Francesco Mastrofini, CEO Rainbow CGI –. L’obiettivo sarà quello di innovare e avvicinare sempre di più le nuove generazioni alla cultura e ai beni culturali, oltre che, con le nostre ricerche, favorire e aiutare il tessuto imprenditoriale legato soprattutto al turismo e allo sviluppo delle attività locali. Per raggiungere tale obiettivo sarà strategico rimanere coesi fra imprese, Università e Pubblica Amministrazione. Ringraziamo tutti i partner e l’amministrazione comunale per l’impegno, la dedizione e la fattiva collaborazione fino a ora dimostrati”.

Macerata

Durante la presentazione all’auditorium della Biblioteca Mozzi Borgetti, seguita poi dalla visita al polo A.N.D., sono state rese note le date degli open day dedicati a tutti gli stakeholders che permetteranno di integrare il più possibile lo spazio alla città.

Sarà possibile testare con mano le tecnologie di realtà virtuale e aumentata, videomapping, tecnologie olografiche e software innovativi e all’avanguardia.

Venerdì 19 luglio è prevista la visita all’ex Mercato delle Erbe dalle 10 alle 11:30 e dalle 15 alle 16:30.

Gli open day si svolgeranno dalle 17 alle 19 nei giorni di giovedì 18 luglio, venerdì 30 agosto, giovedì 12 settembre, giovedì 10 ottobre, giovedì 14 novembre e giovedì 5 dicembre.

Ci sarà una doppia visita giornaliera, dalle 10 alle 11:30 o dalle 12 alle 13:30, nei giorni di sabato 31 agosto, venerdì 13 settembre, venerdì 11 ottobre, venerdì 15 novembre e venerdì 6 dicembre.

Per prenotare la visita è necessario compilare il form sul sito www.artinativedigitali.com.

(24)

LEAVE YOUR COMMENT