Home Spettacolo Macerata Jazz, i mondi musicali del batterista Jeff Ballard

Macerata Jazz, i mondi musicali del batterista Jeff Ballard

Macerata Jazz, i mondi musicali del batterista Jeff Ballard
19
0

Domenica 27 gennaio alle ore 21.30, Jeff Ballard sarà al Teatro Lauro Rossi di Macerata per un concerto in esclusiva italiana. Il musicista lo ha anche annunciato qualche sera fa dagli studi di Propaganda Live su La7.

Una presenza prestigiosa a Macerata Jazz, rassegna organizzata da Musicamdo Jazz e da Tam Tutta un’altra Musica, con il contributo del Comune di Macerata, del cappellificio di Montappone Hats&Dreams e di altri sponsor privati, che fa ogni anno di Macerata un palcoscenico d’eccellenza per il jazz internazionale.

Jeff Ballard (nella foto) propone una musica da 21° secolo, aperta, fluida e sempre in evoluzione, un suono plasmato dal jazz ma che prende vita veramente lì dove i mondi collidono: acustico ed elettronico, swing e ambient, analogico e digitale, accessibile e sperimentale. La band guidata dal celebre batterista, tra i più quotati al mondo, lega la world music alla musica pop, l’avanguardia tecnologica a una profonda tradizione. Accanto a Ballard, Lionel Loueke alla chitarra, Kevin Hays al pianoforte e Chriss Cheek al sassofono.

Ha fatto parte da giovane dell’orchestra di Ray Charles, con cui ha girato il mondo. Poi ha suonato con alcuni dei migliori jazzisti della sua generazione, tra cui Kurt Rosenwinkel, Mark Turner, Brad Mehldau, Avishai Cohen, Guillermo Klein, Larry Grenadier e Ben Allison, fino a iniziare una collaborazione col pianista Chick Corea.

Nella sua carriera ha suonato e registrato, tra gli altri, con Eddie Harris, Bobby Hutcherson, Buddy Montgomery, Lou Donaldson, Maria Schneider, Diane Schuur, Mike Stern, Danilo Perez, Gary Burton, Pat Metheny, Joshua Redman, Enrico Rava, Stefano Bollani, Stefano Di Battista.

Anche se sarà a febbraio che si aprirà la veste festivaliera di Macerata Jazz Winter, celebrando i suoi 50 anni di vita con l’inaugurazione della mostra fotografica sui cinque lustri di jazz maceratese e la relativa rassegna collaterale negli spazi degli Antichi Forni, i pomeriggi prima del concerto si aprono come da tradizione al ristorante Il Pozzo. Una finestra aperta sulle eccellenze del territorio, ora come proposta jazz e ora come corrispettivo in tavola. Anche per questa edizione confermata la diretta nazionale su Radio Skyline che darà spazio agli artisti locali e ai produttori vitivinicoli della zona.

Ad inaugurare “Il gusto del Jazz al Pozzo” alle ore 19.30, il progetto “To Jimi Hendrix”, una rivisitazione in chiave jazz del genio della chitarra presentato dal quartetto composto da Stefano Conforti al sassofono, Tonino Monachesi alla chitarra, Giuseppe Barabucci al basso e Marco Brandi alla batteria. Assieme alla musica si potranno gustare i vini del Consorzio Colli Maceratesi DOC e per il primo appuntamento l’aperitivo sarà accompagnato dai calici della Cantina Conti degli Azzoni. Poi ancora grande musica dalle ore 23.30 con la jam session.

Prevendita su www.vivaticket.it

BIGLIETTI

Biglietto Intero 15 euro

Biglietto Ridotto 10 euro (studenti, soci Marche Jazz Network)

Abbonamento Intero 60 euro

Abbonamento Ridotto 40 euro (studenti, soci Marche Jazz Network)

(19)

LEAVE YOUR COMMENT