Home Sport Lube brutta a Monza, sconfitta in soli tre set da Vero Volley

Lube brutta a Monza, sconfitta in soli tre set da Vero Volley

Lube brutta a Monza, sconfitta in soli tre set da Vero Volley
25
0

La Cucine Lube Civitanova cade a Monza come non ti aspetti, specialmente dopo le belle prove in casa con Modena e a Trento con la spettacolare rimonta.

Nel 4a giornata della SuperLega i padroni di casa della Vero Volley Monza hanno rifilato un sorprendente 3-0 (25-25, 25-23, 25-12) ai campioni d’Italia.

I brianzoli, rivitalizzati dal nuovo regista, sono stati bravi a mettere in campo un servizio micidiale, un muro attento e un attacco efficace.

Determinanti i i 12 ace monzesi firmati dallo schiacciatore Maar (MVP con 7 servizi vincenti su 17 punti personali), dal regista Zimmermann (3 ace), autore di un buon debutto, e dall’opposto Grozer (2 ace), top scorer con 20 sigilli.

Biancorossi superati anche a muro (12 a 5 per i brianzoli), deficitari in ricezione e meno incisivi in attacco, con il solo Zaytsev (14 punti con il 59%) ad avere continuità nei due parziali combattuti prima del monologo degli uomini di Eccheli nel terzo set.

Anche lo scorso anno Monza ha dato un dispiacere alla Lube eliminandola in Semifinale di Supercoppa all’Eurosuole Forum.

Gianlorenzo Blengini e i suoi ragazzi dovranno lavorare e riflettere su questa sconfitta e come è avvenuta.

Biancorossi fermi a 9 punti in classifica e giovedì 27 ottobre (ore 20.30) ci sarà a Civitanova Marche il big match con Perugia per l’anticipo dell’11° turno.

lube

La partita

Lube in campo con De Cecco al palleggio per Zaytsev opposto, Yant e Bottolo in banda, Anzani e Chinenyeze al centro, Balaso libero.

Monza risponde con il debutto di Zimmermann in cabina di regia per la bocca di fuoco Grozer, Davyskiba e Maar laterali, Galassi e Di Martino al centro, Federici libero

In avvio di primo set Civitanova soffre in ricezione e incassa 3 ace in pochi punti. Quello di Grozer vale il vantaggio monzese di quattro lunghezze (12-8). Il cambio palla agevole dei padroni di casa tiene a distanza i campioni d’Italia (16-12), ma la costanza di Zaytsev (7 punti con il 78% a fine set) dà ossigeno ai biancorossi (16-14). Sul 17-15 entra D’Amico per Bottolo tenendo in difesa. Dello Zar la giocata che spinge Eccheli al time out (19-18). Nella fase decisiva c’è spazio per Nikolov che sfiora solamente l’ace (21-19). Colpo che invece riesce a Zimmermann con l’aiuto del nastro prima del diagonale vincente di Grozer (23-19). L’attacco targato Di Martino e una ricezione biancorossa difettosa fissano il punteggio (25-20). Ben 14 punti equamente divisi per Grozer e Maar.

lube

I marchigiani accusano il colpo e vanno sotto 5-1 nel secondo set prima di abbozzare una reazione e di impattare sull’errore di Grozer dopo l’ingresso di Nikolov per Bottolo (7-7). Grozer si conferma una spina nel fianco in attacco (12-9) e al servizio (14-10), tanto che il set sembra la fotocopia del precedente (16-12). Blengini inserisce D’Amico per Yant, ma sono il muro di Anzani e il tocco di Nikolov a rianimare la Lube (17-16). Yant rientra con grinta, ma al cospetto di Grozer incassa il muro del 20-17. Nel finale torna in campo Bottolo che va a segno. La Lube annulla una palla set, ma alza bandiera bianca sul 25-23 firmato dal solito Grozer.

lube

Anche nel terzo set la Lube fa fatica in ricezione, mentre Maar gasa l’arena con 4 ace in avvio (9-2). Civitanova prova a rialzarsi, ma il muro brianzolo fa buona guardia con Di Martino (14-6) e Monza torna a +7 con Galassi (17-8). Sul quinto ace di Maar nel set Monza dilaga sul 20-9 (saranno 7 gli ace dello schiacciatore  a fine set). Blengini fa girare la squadra, ma il team di casa non allenta la presa e si prende i 3 punti sull’infrazione civitanovese (25-12).

lube

VERO VOLLEY MONZA: Visic ne, Marttila ne, Pirazzoli, Pisoni (L), Magliano, Federici (L), Maar 17, Grozer 20, Galassi 9, Beretta, Davyskiba 7, Zimmermann 3, Di Martino 6, Szwarc. All. Eccheli

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez, Sottile ne, D’Amico, Balaso L, Zaytsev 14, Chinenyeze 2, Nikolov 4, Diamantini ne, Gottardo, Ambrose L ne, De Cecco 2, Anzani 2, Bottolo 5, Yant 8. All. Blengini

Arbitri: Cerra (BO), Cesare (RM)

Parziali: 25-20 (28’), 25-23 (29’), 25-12 (25’). Totale 1h 22’.

Monza: 14 battute sbagliate, 12 ace, 12 muri vincenti, 59% in attacco, 49% in ricezione (29% perfette). Civitanova: 11 battute sbagliate, 2 ace, 5 muri, 48% in attacco, 30% in ricezione (13% perfette). Spettatori: 2.425. MVP: Maar.

lube

I COMMENTI

GIANLORENZO BLENGINI (allenatore): “Prima di parlare di aspetti tecnici credo che ci sia da ragionare sull’approccio alla partita, cosa di cui tra l’altro avevamo discusso, e quindi mi assumo pienamente la responsabilità di quello che si è visto in campo. Da una parte perché eravamo consapevoli del fatto che dopo la rimonta di Trento c’erano sicuramente delle aspettative più alte nei nostri confronti, dall’altra perché sapevamo di affrontare un avversario in difficoltà e ci aspettavamo quindi questa loro aggressività sin dall’inizio. Nel primo set siamo riusciti a rintuzzare e nel secondo siamo rimasti agganciati per lunghi tratti, ma è chiaro che loro son partiti più forte di noi. Questo evidenzia che probabilmente non sono riuscito a toccare i tasti giusti o comunque a farlo nel modo opportuno. Poi, nel terzo set, siamo stati sempre in difficoltà e quella è una cosa su cui bisogna ragionare bene perché sappiamo benissimo che tipo di campionato ci aspetta, ma anche dove dobbiamo progredire. Prima di tutto nel fatto di non mollare a prescindere. Tecnicamente stasera Monza ci ha messo molto in difficoltà con la battuta, costringendoci a faticare oltremodo per chiudere i punti, mentre quando siamo saliti di tono al servizio non siamo riusciti a essere altrettanto incisivi a muro. Questa è una squadra che sa di dover lavorare tanto ogni giorno per progredire, anche individualmente, e trovare i giusti meccanismi. Al di là del risultato della gara precedente”.

IVAN ZAYTSEV: “La reazione sfoderata a Trento oggi non c’è stata. Monza ci ha messo in grande difficoltà soprattutto con la battuta, che è stata la chiave della partita, e stavolta, purtroppo, siamo rimasti inermi. Fa male perché avevamo voglia di prolungare la nostra striscia positiva. Invece proprio non ci è venuto nulla. Capita, sicuramente non è una tragedia, questo sia chiaro. Certe batoste, anzi, possono pure servirci per crescere. Quindi bisogna ripartire con fiducia, senza mai mollare. Guardiamo alla sfida di giovedì con Perugia”.

MATTIA GOTTARDO: “Siamo partiti male come nell’ultima partita a Trento, ma stasera probabilmente non abbiamo messo in campo la stessa cattiveria e non siamo riusciti a reagire a dovere. Peccato, ma voltiamo pagina e guardiamo subito alla partita di giovedì con Perugia. Sarà sicuramente una battaglia sportiva! Dovremo lavorare duro in palestra in questi pochi giorni per prepararci al meglio”.

lube

RISULTATI QUARTA GIORNATA SUPERLEGA

Itas Trentino-Top Volley Cisterna 3-2 (20-25, 25-18, 35-33, 21-25, 15-13)

Valsa Group Modena-Allianz Milano 2-3 (26-24, 21-25, 25-21, 23-25, 14-16)

Vero Volley Monza-Cucine Lube Civitanova 3-0 (25-20, 25-23, 25-12)

WithU Verona-Gioiella Prisma Taranto 2-3 (25-17, 17-25, 25-23, 22-25, 13-15)

Pallavolo Padova-Sir Safety Susa Perugia 1-3 (25-21, 12-25, 19-25, 18-25)

Emma Villas Aubay Siena-Gas Sales Bluenergy Piacenza 0-3 (12-25, 19-25, 22-25)

CLASSIFICA

Sir Safety Susa Perugia 12, Top Volley Cisterna 10, Cucine Lube Civitanova 9, Allianz Milano 7, Gas Sales Bluenergy Piacenza 7, Itas Trentino 7, WithU Verona 5, Gioiella Prisma Taranto 5, Valsa Group Modena 5, Pallavolo Padova 4, Vero Volley Monza 4, Emma Villas Aubay Siena 0.

(25)

LEAVE YOUR COMMENT