Home Cultura Loro Piceno, Enolo di Dante Ferretti al Parco St. Nikolai

Loro Piceno, Enolo di Dante Ferretti al Parco St. Nikolai

Loro Piceno, Enolo di Dante Ferretti al Parco St. Nikolai
173
0

Al Parco St. Nikolai di Loro Piceno, in uno straordinario set con l’antico castello Brunforte sullo sfondo, è arrivato Enolo, il personaggio raffigurato da una delle sculture realizzate da Dante Ferretti per l’Expo 2015. Con la presenza di Enolo prende il via MI_MarcheIperespressioniste, la rassegna di incursioni artistiche in sei appuntamenti, ideata da David Miliozzi e prodotta dall’Associazione Appassionata, che coinvolge artisti marchigiani in un ‘dialogo’ artistico con la scultura realizzata da Dante Ferretti.

Sabato 18 agosto, ore 19, all’installazione con la statua di vetroresina alta oltre quattro metri, già parte del “Popolo del cibo” dello scenografo premio Oscar e ora di proprietà del maceratese Giancarlo Cossiri, sarà dedicato l’incontro dal titolo “Le divinità enogastronomiche di Dante Ferretti, Enolo”, con la partecipazione di Daniela Tisi, direttrice della Rete Museale dei Sibillini e consigliere Mibac, del sindaco di Loro Piceno Ilenia Catalini, di David Miliozzi e Andrea Trettaccone per MI.

Alle 22, sempre nel Parco St. Nikolai, imperdibile il videomapping di Luca Agnani, perfomance di arte contemporanea appositamente ideata per MI MarcheIperespressioniste e per Enolo.

Enolo

Ciascuno dei sei appuntamenti di MI MarcheIperespressioniste, che è una rassegna itinerante nelle province di Macerata, Ancona e Ascoli Piceno, si propone come una incursione di artisti e linguaggi ogni volta differenti grazie ad un lavoro di ricerca site specific che fa da motore di creatività.

Quella di sabato 18 agosto è una scorreria artistica all’interno del ricco programma di iniziative previsto per il Festival del Vino Cotto, giunto alla 47esima edizione ed occasione ideale per scoprire Loro Piceno e le sue straordinarie bellezze paesaggistiche, culturali ed artistiche oltre che enogastronomiche.

Enolo, ispirato alle opere dell’artista milanese Arcimboldo e realizzato per l’Expo di Milano, è una reinterpretazione dei frutti della terra e del vino, uno degli elementi fondamentali della nutrizione, e in questo senso si inserisce nei diversi contesti del paesaggio marchigiano con le sue numerose sfaccettature. Rimarrà a Loro Piceno fino al 24 agosto quando ripartirà alla volta di Serra de’ Conti, seconda tappa di MI.

MI_MarcheIperespressioniste è realizzato grazie al contributo di Regione Marche, Rete Museale dei Sibillini, Arci Marche, Sibillini Live Festival, Unione Montana dei Monti Azzurri, Comuni di Ascoli Piceno, Belforte del Chienti, Loro Piceno, Ripe San Ginesio, Serra de’ Conti, Serrapetrona, e in collaborazione con l’associazione NotteNera.

Gli eventi di MI_MarcheIperespressioniste sono gratuiti e aperti al pubblico.

(173)

LEAVE YOUR COMMENT