Home Cultura La bellezza raccontata al Teatro romano di “Helvia Recina”

La bellezza raccontata al Teatro romano di “Helvia Recina”

La bellezza raccontata al Teatro romano di “Helvia Recina”
54
0

Il Teatro romano di “Helvia Recina”, a Villa Potenza di Macerata, ospiterà due appuntamenti organizzati dal Liceo classico e linguistico “Giacomo Leopardi”. Il primo mercoledì 16 maggio alle ore 17 è un incontro con lo scrittore Ernesto Napolitano, autore del libro “Debussy, la bellezza ed il Novecento”. Il secondo appuntamento, lunedì 4 giugno ore 17, riguarda “La meditazione sulla bellezza. Lorenzo Lotto nelle Marche: un racconto per immagini” con la professoressa Lucia Tancredi.

Gli incontri fanno parte del progetto “Helvia Mater”, curato dalle professoresse Maria Rita Pistelli e Patrizia Zega. Per l’occasione gli studenti del Liceo presenteranno un loro video sul Teatro romano di “Helvia Recina” e saranno a disposizione per visite guidate. L’idea nasce dalla collaborazione con l’associazione culturale L’Arca senza Noè, che da inizio anno ha curato un serie di appuntamenti con alcuni autori, seguendo il tema della narrazione.

Narrare la bellezza è il filo rosso che lega i due incontri, che intendono attraversare il territorio della bellezza, racchiusa nei luoghi della musica e dell’arte, lasciandosi guidare dai ragazzi in luoghi antichi che ancora adesso, ai nostri giorni, raccontano di una bella storia lontana, ma tutt’ora viva. La rete di collaborazioni si è allargata anche all’associazione Amici dello Sferisterio, che inserisce la presentazione del 16 maggio all’interno degli incontri “Opera e dintorni” e che ha curato la scelta del tema del relatore.

“Sinergie così aperte”, spiega L’Arca senza Noè, “sono il nostro obiettivo da quando l’associazione si è formata, nella convinzione che non si possa agire sullo stesso territorio senza confrontarsi con le altre realtà presenti.”

“Siamo lieti di aver avuto l’opportunità di poter organizzare questo evento insieme al Liceo Classico e all’associazione L’Arca senza Noè“, sostiene l’associazione Amici dello Sferisterio, “il connubio bellezza e musica non poteva non richiamare l’attenzione sulla figura di un compositore tanto significativo e evocativo come Debussy che ha fatto della bellezza la propria cifra compositiva.   Il professor Ernesto Napolitano, autore del libro Debussy, la bellezza e il novecento che dà il titolo all’incontro, saprà condurci alla scoperta dell’estetica del compositore È anche l’occasione per ricordare il musicista nel centenario della sua scomparsa.”

Per le visite guidate è gradita la prenotazione al numero 0733 262200.

(Nella foto, una parte del Teatro romano di Helvia Recina)

(54)

LEAVE YOUR COMMENT