Home Attualità Comune in campo per il terreno dell’Helvia Recina

Comune in campo per il terreno dell’Helvia Recina

Comune in campo per il terreno dell’Helvia Recina
33
0

Nel giorno in cui la Maceratese si qualifica per il secondo turno della Tim Cup, anche il Comune di Macerata scende in campo, in modo decisamente pesante, sulle polemiche che lo vedono contrapposto alla società biancorossa per lo stato del terreno di gioco dello stadio Helvia Recina.

“Stiamo effettuando un intervento di manutenzione radicale al manto erboso dello stadio Helvia Recina per mettere a disposizione della società Maceratese un campo da gioco ottimale dove poter disputare il prossimo campionato di Lega Pro. Un lavoro molto consistente e impegnativo dal punto di vista tecnico fatto di livellamento, sabbiatura, ossigenazione e semina. Stiamo agendo con assoluto rispetto nei confronti della società e continuiamo ad esserle vicini così come è sempre avvenuto, a prescindere dalle accuse che oggi ci vengono rivolte”.

Queste la parole del sindaco Romano Carancini durante la conferenza stampa con la quale l’Amministrazione ha voluto fare il punto sulla recente polemica derivata dall’impossibilità di utilizzare l’Helvia Recina per la prima partita ufficiale della stagione nell’ambito del Tim Cup Nazionale. Incontro che la Maceratese ha disputato invece in casa del Campodarsego.

Carancini, affiancato dall’assessore allo Sport Alferio Canesin, non ha nascosto l’amarezza e il disappunto per le dichiarazioni offensive rivolte all’assessore Canesin e quindi all’Amministrazione comunale. “Sono rimasto sconcertato dall’atteggiamento di derisione assunto dagli avvocati della società Maceratese nei confronti dell’Amministrazione comunale. Parole ingrate che sono andate oltre il rispetto dell’Istituzione e della dignità delle persone e che mi hanno spinto a chiarire la questione nel rispetto della verità”.

La Maceratese – ha proseguito il sindaco – tra i vari ringraziamenti si è dimenticata di ringraziare i 44mila cittadini maceratesi che, attraverso la responsabilità politica dell’Amministrazione comunale, hanno finanziato gli 800 mila euro spesi lo scorso anno per adeguare lo stadio alle norme della Lega Pro e permettere alla società di disputare il campionato di calcio. L’Amministrazione comunale, e quindi la città, inoltre, spende 25 mila euro l’anno per l’ordinaria manutenzione dello stadio e circa 3 mila euro a partita per organizzare i vari servizi che le ruotano intorno, ad iniziare dal servizio di Polizia Municipale”.

Il sindaco ha quindi fatto luce sulla situazione del manto erboso ad iniziare dalla fine del campionato 2014/2015. “Dopo l’ultima partita disputata nei primi giorni di maggio 2015 – ha proseguito il sindaco – la società sportiva ha completamente abbandonato il campo nonostante la convenzione scadesse il 30 giugno e la manutenzione del manto erboso fosse ancora a suo carico. L’erba era arrivata ad un’altezza di 70 centimetri e questa situazione è stata origine di una stagione drammatica con un deterioramento del terreno di gioco aggravato dalle condizioni climatiche avverse dovute alla stagione invernale”.

il terreno di gioco dell'helvia recina _ partita del 3 gennaio 2016

La soluzione secondo i tecnici del Comune a quel punto doveva essere quella di evitare un sovraccarico del terreno disputando gli allenamenti settimanali nell’antistadio o nell’ impianto sportivo di Collevario. Una soluzione che però non è stata accolta dalla società sportiva.

“Nessuna squadra anche delle serie maggiori si allena sul campo dove disputa le partite di campionato” ha affermato il sindaco mostrando le foto del campo di gioco ormai senza più manto erboso dopo la partita del 3 gennaio scorso. “La filosofia di gioco improntata alla velocità come quella della Maceratese della passata stagione, aveva bisogno di un campo ottimale e mi sono più volte confrontato con i tecnici della Maceratese per evitare che d’inverno il terreno di gioco venisse massacrato con continui allenamenti che potevano svolgersi tranquillamente in altri luoghi. Non c’è stato dolo ma sicuramente mancanza di buon senso rispetto all’utilizzo di un bene pubblico. Se c’è una cosa che forse possiamo rimproverarci come amministrazione è quella di non essere stati più intransigenti.

terreno di gioco helvia recina 2

Ma l’Amministrazione prosegue nel suo impegno amministrativo e tecnico e l’intervento di manutenzione che abbiamo iniziato e che si completerà in più riprese metterà a disposizione della società sportiva un terreno di gioco in condizioni ottimali. Abbiamo cercato di fare il meglio”.

Il sindaco, in merito alle dichiarazioni apparse sulla stampa rispetto alle quali in mancanza di scuse da parte dell’assessore Canesin la Maceratese non avrebbe partecipato all’incontro fissato in Municipio per il 2 agosto, ha fatto riferimento a una mail giunta al dirigente Gianluca Puliti da parte degli avvocati Massimo e Giancarlo Nascimbeni che mostravano invece disponibilità a trovare un accordo congiunto e ha ribadito che martedì prossimo i legali della Maceratese si incontreranno con i tecnici del Comune per chiarire la questione. Da parte sua l’Amministrazione comunale chiederà ai propri uffici di far luce sul mancato deposito da parte della società sportiva della polizza assicurativa e della fidejussione previsto dalla convenzione in atto.

(33)

LEAVE YOUR COMMENT