Home Cultura I numeri dell’edizione appena conclusa di Macerata Racconta

I numeri dell’edizione appena conclusa di Macerata Racconta

I numeri dell’edizione appena conclusa di Macerata Racconta
29
0

“Quella che si è appena conclusa è stata un’edizione entusiasmante – ha detto il direttore artistico della Festa del libro Macerata Racconta, Giorgio Pietrani tracciando un bilancio della manifestazione appena conclusa – frutto di un lavoro che l’associazione conTESTO inizia a partire da settembre realizzando incontri, laboratori e mini rassegne allo scopo di introdurre il tema scelto e avvicinare il pubblico alla manifestazione.  La prima settimana di maggio è solamente la conclusione di un lavoro che ormai ci impegna tutto l’anno”.

I numeri della sesta edizione di Macerata Racconta, resi noti durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche il sindaco Romano Carancini e l’asessore alla Cultura, Stefania Monteverde –  parlano di un successo e testimoniano come questo festival stia crescendo e sia diventato in pochi anni una delle manifestazioni culturali più importanti delle Marche.

mcracc1

“A vincere è anche e ancora una volta l’investimento fatto su un progetto di crescita culturale – è intervenuto il sindaco Romano Carancini – un progetto di città che è in grado di raccontarsi e di raccogliere intorno a sé interesse e partecipazione. Macerata Racconta è infatti un patrimonio comune, alimentato dalla collaborazione e dal lavoro sinergico dei tanti attori che lo alimentano. Un grande motivo di orgoglio che ci ha permesso di essere tra le 70 città italiane del libro”.

I 60 appuntamenti del programma hanno invaso la città occupando 15 luoghi diversi e hanno prodotto oltre 100 ore di dibattiti, con più di 90 ospiti tra scrittori, giornalisti, artisti e docenti i quali per una settimana hanno animato la città. Alcuni di loro sono venuti a Macerata per la prima volta, mentre per altri, come Massimo Recalcati e Arturo Brachetti, si è trattato di un ritorno dopo più di vent’anni. Tutti gli ospiti hanno espresso ottimi giudizi sulla città e sul pubblico del festival che hanno trovato attento e preparato.

La maggior parte degli incontri hanno registrato il tutto esaurito e in più occasioni è stata allestita una postazione video dove chi non ha trovato posto poteva comunque seguire in diretta l’incontro. Le presenze registrate agli eventi, e alle esposizioni artistiche hanno da sole quasi raggiunto le presenze totali della scorsa edizione e se a queste si sommano le presenze della fiera dell’editoria Marche libri il numero sale ampiamente oltre le 13.000 presenze con un totale di volumi venduti di circa 1500 copie.

“Macerata Racconta fa parte della rete delle città del libro insieme ai più importanti festival nazionali – ha affermato l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde –  e il prossimo fine settimana  parteciperà al convegno che si terrà al Salone del libro di Torino nel quale tra le tante cose si discuterà dello stato di avanzamento della  proposta di legge sull’editoria. Macerata è una città che ha fatto dei libri una leva per il suo sviluppo”.

mcracc3

Quaranta sono i soggetti coinvolti a vario titolo in questa edizione tra cui i partner istituzionali come il Comune di Macerata, l’Università, la Regione Marche e la Camera di Commercio; il main sponsor Mosca srl e lo sponsor Adriatica Autonoleggi ; i partner tecnici, quelli didatticie le collaborazioni con altre associazioni o altri festival come il Macerata Opera Festival.  E’ cresciuto anche il numero di giovani che si sono offerti come volontari e preziosa è stata anche la collaborazione degli studenti dell’Istituto Pannaggi.

Gli appuntamenti dedicati ai più piccoli con l’associazione Luna a dondolo hanno registrato oltre 600 presenze per lo più concentrate nel museo della scuola e altrettanto successo hanno ottenuto le iniziative che si sono svolte alla Biblioteca comunale Mozzi Borgetti sotto l’egida di Nati per leggere.

Il premio Macerata Racconta Giovani, alla sua seconda edizione, ha coinvolto gli alunni di tutti gli istituti scolastici delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Macerata che, sommati agli studenti  delle scuole appartenenti alla Rete delle biblioteche scolastiche della provincia di Macerata e a quelli dei vari altri laboratori svolti durante l’anno a Macerata e Recanati, con la collaborazione dell’ISREC  di Macerata e del Comune di Recanati, i quali si sono conclusi nella settimana del festival,  raccontano di oltre 700 giovani studenti coinvolti nelle nostre iniziative.

Le immagini  che più mi piace ricordare – continua Giorgio Pietrani – sono quelle di un teatro Lauro Rossi gremito di bambini e bambine emozionati e attenti che ascoltano Paolo Di Paolo o quella di Federica Mazzieri, studentessa dell’Accademia Belle Arti di Macerata, che quasi si commuove quando viene premiata pubblicamente per aver realizzato la sigla della manifestazione e infine il grande applauso con il quale il pubblico ha salutato Matteo Squadroni, giovane studente dell’Istituto Agrario Garibaldi,  che ha vinto il premio per il miglior booktrailer.”

L’affetto e la partecipazione del pubblico sono testimoniate anche dai tanti apprezzamenti espressi sui canali social della manifestazione che nella giornata del 3 maggio è stata con l’hashtag #inganniscolastici, lanciato da Scritture Brevi, un trend topic di twitter.

La mostra Jeux di Massimo Zanconi rimarrà aperta fino al 15 maggio e il 12 maggio alle 21, al cinema Excelsior, ci sarà la proiezione del docufilm Calma e Gesso. In viaggio con Dondero con la presenza del regista Marco Cruciani. Questo evento è organizzato dal CSA Sisma in collaborazione con il Cinema Excelsior.

Tutto questo – conclude Giorgio Pietrani – ci spinge già a pensare alla prossima edizione che sarà come consuetudine nella prima settima di maggio del 2017.”

(29)

LEAVE YOUR COMMENT