Home Spettacolo Controra di Musicultura, gli incontri e il concerto dei vincitori

Controra di Musicultura, gli incontri e il concerto dei vincitori

Controra di Musicultura, gli incontri e il concerto dei vincitori
56
0

Mercoledì 16 giugno la Controra di Musicultura, nel centro storico di Macerata, celebra i vincitori della XXXII edizione del Festival con il tradizionale concerto, in Piazza Vittorio Veneto alle ore 21.

Si esibiranno con le loro canzoni Brugnano (Napoli) con Canzoni da mangiare insieme Caravaggio (Latina) con  Le cose che abbiamo amato davvero, Ciao sono Vale (Bergamo) con Tutto ciò che vuoi, Elasi (Alessandria) con Valanghe, Lorenzo Lepore (Roma) con  Futuro, Luk (Napoli) con Lune storte, Mille (Velletri, RM) con La radio e  The Jab (Ivrea, TO) con Giovani favolosi.

Un atteso appuntamento della Controra condotto dal giornalista e critico musicale John Vignola di Rai Radio1, radio ufficiale del Festival, che è l’anteprima delle serate finali del Festival sul grande palcoscenico dello Sferisterio, dove saranno i voti dei presenti a decretare il Vincitore assoluto di Musicultura  e assegnare il Premio Banca Macerata di 20 mila euro.

La giornata della Controra di mercoledì 16  comincia alle ore 18 nel Cortile del Palazzo Comunale con un omaggio a Fred Buscaglione nell’anniversario dei 100 anni dalla sua nascita, “Fred Buscaglione e Leo Chiosso, tra swing e noir” con lo scrittore Enrico Pandiani e Valerio Calzolaio, condotto da Marco Maestri.

L’incontro tra Chiosso e Buscaglione avvenne nel 1936, il primo grande successo della coppia fu Che bambola del 1956 a cui seguì Che notte, Criminalmente bella, Il dritto di Chicago, Eri piccola così, Lontano da te, Love in Portofino, Porfirio Villarosa, Sgancia e pedala, Teresa non sparare e Whisky facile.

controra di musicultura
Fred Buscaglione

Prosegue alle 18.30 nel Cortile di Palazzo Conventati la giornalista e conduttrice tv Benedetta Rinaldi, volto simbolo delle trasmissioni “Uno Mattina” ed “Elisir”, sarà la protagonista di “Le parole che non ti ho detto”, format di Vincenzo Galluzzo.

Laureata in Scienze Politiche presso l’Università Lumsa di Roma, la giornalista romana Benedetta Rinaldi ha debuttato come conduttrice radiofonica a Radio Meridiano 12, emittente capitolina dei sacerdoti salesiani. Nel 2001 è passata a Radio Vaticana, dove ha presentato “Stop! Precedenza a chi pensa” e “Poteva essere un talk-show”, collabora da molti anni con Rai Radio 2. Benedetta Rinaldi ha debuttato in televisione nel 2007, in veste di inviata di “A sua immagine”, in onda su Rai 1. Dopo varie esperienze professionali, nel 2012 ha esordito come conduttrice di “UnoMattina” e nel 2020 è approdata al programma “Elisir” con Michele Mirabella.

Controra di Musicultura
Benedetta Rinaldi. Nella foto in alto: Enrico Ruggeri

Alle 18.45 nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi l’artista e conduttore delle serate finali di Musicultura Enrico Ruggeri incontrerà il pubblico per un emozionante viaggio a ritroso nel tempo “Il vento del ’68: gioventù politica, musica, amori”.

Enrico Ruggeri, membro del Comitato Artistico di Garanzia di Musicultura e conduttore per il terzo anno consecutivo del Festival,  sarà ospite della  Controra  in veste di scrittore e presenterà il suo ultimo libro Un gioco da ragazzi, uscito per la casa editrice La Nave di Teseo.

Un gioco da ragazzi è la storia dei tre fratelli Scarrone, cresciuti nel dopoguerra figli di un’educazione borghese, fiduciosi in un avvenire scandito dai sogni dorati del boom economico: l’automobile per andare in vacanza, il televisore, il giradischi. Ma il vento tumultuoso del 1968 arriva a scompaginare le loro vite. Mario legge molto, frequenta il movimento, vive la sua formazione come una lotta per ideali che in famiglia non aveva conosciuto. Il fratello minore Vincenzo, preferisce invece il calcio e gli amici alla politica. Infine, la giovane Aurora cerca di avvicinarsi al mondo della musica e, tra concerti e piccole tournée, dopo il diploma entra in una casa discografica.

In una intensissima storia familiare, Enrico Ruggeri racconta la nostra meglio gioventù durante gli anni di piombo, tra politica, musica, amori furiosi e una passione che non si spegne fino all’ultima pagina.

L’ingresso agli  appuntamenti della Controra è libero, fino ad esaurimento dei posti. È necessaria la prenotazione obbligatoria solo per gli eventi di Piazza Vittorio Veneto, su www.musicultura.it.

Tutti gli eventi in programma si svolgono nel rispetto delle normative a contenimento di Covid-19. In caso di maltempo gli eventi si terranno al chiuso.

Il programma completo della Controra 2021 e disponibile su www.musicultura.it; per informazioni 0717574320.

(56)

LEAVE YOUR COMMENT