Home Attualità Controllo del vicinato, intesa tra prefettura e comune di Treia

Controllo del vicinato, intesa tra prefettura e comune di Treia

Controllo del vicinato, intesa tra prefettura e comune di Treia
69
0

Il prefetto di Macerata Roberta Preziotti e il sindaco di Treia Franco Capponi hanno firmato un protocollo per realizzare il “controllo del vicinato” nel comune maceratese. Cittadini e forze dell’ordine collaboreranno a dare maggiore capillarità al controllo del territorio, con il supporto dell’amministrazione comunale.

Il “controllo del vicinato” è un progetto che rende attivo il ruolo dei cittadini, costituendosi in una rete informale che rileva persone e situazioni sospette o anomale nel proprio territorio, segnalando queste alle forze dell’ordine che immediatamente avvieranno i controlli e le attività investigative necessarie.

La rete avrà dei referenti e sarà periodicamente sensibilizzata e formata con incontri e apposite riunioni. I cittadini associati potranno essere attivati e informati dal locale comando dell’Arma dei Carabinieri nel caso sia necessario un controllo più efficace e tempestivo.

Il prefetto Roberta Preziotti e il sindaco di Treia Franco Capponi
Il prefetto Roberta Preziotti e il sindaco di Treia Franco Capponi

Questo servizio non sostituisce il 112 e il 113 e non si configura come una “ronda”, compiti che non spettano ai cittadini direttamente.

L’accordo prevede una verifica periodica dei risultati. Risultati che invece sono già constatabili nei sei comuni della provincia di Macerata che hanno sottoscritto un protocollo simile.

La forte domanda di sicurezza proveniente dai cittadini e il successo dei primi esperimenti di “controllo del vicinato” hanno comportato l’interesse di altri comuni interessati a entrare nel progetto.

A Treia, con una maggiore sensibilità sul tema, nei primi 6 mesi del 2016 si sono registrati 28 furti, contro i 95 del 2015 e i 91 del 2014.

Alla firma del protocollo sono intervenuti anche il comandante dei Carabinieri Luigi Ingrosso, il vicario del questore Luigi Nappi e il vice comandante provinciale della Guardia di Finanza Enrico Imbastaro.

pref2

(69)

LEAVE YOUR COMMENT