Home Attualità Civitanova Marche, alle scuole dvd e cataloghi della mostra su Annibal Caro

Civitanova Marche, alle scuole dvd e cataloghi della mostra su Annibal Caro

Civitanova Marche, alle scuole dvd e cataloghi della mostra su Annibal Caro
32
0

Il nome di Annibal Caro non sarà lasciato nel dimenticatoio dopo i festeggiamenti per il 450esimo anniversario dalla morte organizzati lo scorso anno. Proseguono, infatti, le iniziative messe in atto dall’Amministrazione comunale di Civitanova Marche con la collaborazione delle scuole cittadine. Nella sala del Consiglio comunale, sono state invitate rappresentanze delle classi degli istituti Annibal Caro, Ungaretti, Mestica, Pirandello, Da Vinci, Ipsia, Corridoni e Stella Maris per la consegna del dvd e del catalogo della mostra “Sotto il segno di Caro” realizzata dal Comune a Civitanova Alta.

A ricevere i ragazzi e i docenti c’erano l’assessore alla Cultura Giulio Silenzi e Enrica Bruni, direttrice della Pinacoteca “Moretti” che ha curato la mostra insieme a Stefano Papetti e Marco Pipponzi.

“La storia di una città – ha detto Silenzi – è fatta dalle opere dei suoi cittadini più illustri e dalle trasformazioni urbanistiche dovute agli insediamenti che si sono modificati nel tempo. Passano gli anni ma i valori di una comunità non cambiano, e sono la correttezza, l’educazione, la solidarietà senza i quali saremmo tutti contro tutto: se ognuno è per sé si perde il senso del bene. E’ importante studiare la storia dei vostri padri e nonni e i valori positivi che ci hanno trasmesso. Ringrazio voi studenti e i vostri insegnanti, e la dottoressa Bruni, per queste iniziative che ci permettono di arricchire il nostro sapere e approfondire la conoscenza senza rimanere legati alla sola attualità e alle informazioni dei social che non possono bastare a renderci completi”.

Il direttore Bruni, dopo aver illustrato la figura del prestigioso traduttore e poeta, ha invitato i ragazzi a visitare la Pinacoteca e alla lezione su “Le donne e l’arte” che si terrà venerdì 3 marzo presso la sede del Liceo classico alle ore 18.

(32)

LEAVE YOUR COMMENT