Home Sport CBF Balducci Macerata- Omag 3-2, continua la corsa ai play-off

CBF Balducci Macerata- Omag 3-2, continua la corsa ai play-off

CBF Balducci Macerata- Omag 3-2, continua la corsa ai play-off
21
0

La CBF Balducci HR Macerata solo al tie-break riesce a domare l’Omag San Giovanni in Marignano, al termine di una gara tra due squadre molto equilibrate che hanno combattuto fino in fondo. La partita è il recupero della seconda giornata del girone di ritorno della A2 femminile.

Il risultato è importante soprattutto per Macerata che è in rincorsa verso i play-off e deve recuperare altre due incontri, inoltre arriva nella terza gara in otto giorni, con la Galletti indisponibile e l’altra palleggiatrice Peretti in precarie condizioni fisiche.

Le romagnole con il loro efficace servizio hanno messo sotto pressione la Lipska, limitandone molto l’operatività (alla fine solo 12 punti), ma le ragazze maceratesi hanno reagito trovando in attacco il supporto di Pomili (19 punti) e Martinelli (11).

La partita

Coach Luca Paniconi fa partire Macerata con Pomili al posto di Maruotti in banda con Lipska, conferma la diagonale Peretti-Renieri e la coppia Mancini-Martinelli al centro con Bisconti libero. Dall’altra parte coach Stefano Saja inizia con la diagonale Berasi-Fiore, Cosi e Ceron al centro e Conseiçao e Peonia schiacciatrici, Bonvicini è il libero.

cbf balducci

La Omag parte subito forte nel primo set, con il turno al servizio di Berasi che mette in difficoltà la ricezione maceratese: 3-6 e Paniconi chiama time-out. L’inerzia cambia subito con il turno in battuta di Peretti che rovescia la situazione sull’8-6. È Saja allora a chiamare time-out e l’opposta Fiore inizia ad alzare i giri del motore con una serie di attacchi che danno il la all’allungo delle ospiti, finalizzato da Conceiçao con il massimo vantaggio sull’11-16. La CBF Balducci però riesce a ricucire anche questo gap fino all’ace di Martinelli per il 18 pari. Il finale di set è concitatissimo, Peonia fa allungare sul 19-22, quindi Pomili, Martinelli (ace) e Mancini ribaltano sul 23-22. Ma quando la stessa Mancini va out in attacco sono un muro di Ceron e una pipe di Peonia a chiudere il parziale (23-25) per le romagnole.

Nonostante la forza difensiva mostrata dalla Omag, la truppa di Paniconi approccia magnificamente il secondo set, 10-4 con 6 punti dalle centrali (4 di Martinelli e 2 di Mancini) e Saja cerca di correre ai ripari chiamando un time-out che però non cambia l’inerzia del set. La Omag fa registrare le percentuali in attacco più alte nel parziale (47%), ma non basta perché il servizio di Macerata mette in difficoltà la ricezione avversaria, in particolare Peonia. Sul 16-11 si accende anche Lipska che con un attacco, un muro ed un ace porta le padrone di casa avanti sul 20-13. Rita, subentrata momentaneamente al posto di Martinelli, mette la firma con un muro vincente e un ace che portano la CBF Balducci sul massimo vantaggio (23-14), prima che Pomili dia il primo set ball con una pipe per il 24-15. La neo entrata Fedrigo (per Conceiçao) la annulla trovando un muro out ma sul cambio palla Berasi sbaglia: 25-16 e tutto da rifare.

Nel terzo parziale, Fiore torna alla carica trascinando la Omag insieme alle centrali Cosi e Ceron. Sul 4-7 Paniconi chiama subito time-out e quando Conceiçao sbaglia la battuta, Macerata raggiunge e sorpassa con gli attacchi di Lipska, Mancini e Pomili (8-7). La CBF Balducci trova per la prima volta il +2 con l’ace di Peretti. A crescere è il muro delle padrone di casa, Renieri sbarra la strada a Conceiçao (13-11), Pomili mura su Fiore dalla seconda linea (14-12). Quando una sfuriata della stessa Conceiçao porta avanti le romagnole (14-16) la rimonta di Macerata si concretizza sul 19 pari grazie ad un muro di Peretti. Botta e risposta Ceron-Martinelli per il 21-21 prima che Paniconi apra il cambio Maruotti-Lipska in banda. L’equilibrio si spezza sull’errore in battuta di Fedrigo e sulla pipe di Pomili. È 24-22, Martinelli sbaglia la battuta ma è Renieri a chiudere dalla seconda linea.

CBF Balducci

Inizio del quarto set sempre nel segno di Fiore. La battuta della Omag mette in difficoltà la CBF Balducci (30% di ricezione positiva nel parziale) e la capacità di andare a segno con tutte le attaccanti (tutte e 5 in doppia cifra a fine match) dettano subito il ritmo e le sorti del set. Cosi va a segno per il 10-14. Sul 13-17 tre errori consecutivi in attacco delle ospiti riportano in quota Macerata ma il time-out di Saja riporta ordine a San Giovanni, che allunga di nuovo e quando Cosi mura su Pomili (17-21) la Omag allunga con Fiore e Conceiçao fino al 17-25 che manda le squadre al tie-break.

La CBF Balducci parte meglio delle avversarie (grazie all’ottima ricezione guidata da Bisconti) nel quinto set, 6-3, ma dopo il primo time-out di Saja le ospiti pareggiano immediatamente. Mancini trova la fast vincente per il 7-6 prima che Pomili metta la firma sul momento decisivo dell’incontro, trascinando la squadra sul 13-11. Giubilato entra per Pirro e sul turno in battuta la schiacciatrice siciliana Cosi sbaglia la fast consegnando a Macerata il primo match ball. Non ne serviranno altri, Pomili (MVP del match) trova il muro-out di Berasi che consegna due importantissimi punti alla CBF.

La partita sarà trasmessa in differita da Studio 7 TV venerdì 15 gennaio alle 21 sul canale 611 e in simulcast sulla web tv al sito www.radiostudio7.net/tv.

Video interviste: CBF Balducci Macerata-Omag S. Giovanni in M. 3-2, le interviste – MCNET

CBF Balducci

CBF BALDUCCI HR MACERATA – OMAG SAN GIOVANNI IN MARIGNANO 3-2

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Pomili 19, Mancini 8, Peretti 5, Lipska 12, Martinelli 11, Renieri 9, Bisconti (L), Rita 2, Pirro 1, Maruotti, Giubilato. Non entrate: Sopranzetti (L), Usberti. All. Paniconi.
OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Peonia 13, Ceron 11, Berasi 2, Silva Conceicao 10, Cosi 14, Fiore 23, Bonvicini (L), Fedrigo 4, De Bellis 1, Urbinati. Non entrate: Aluigi, Penna (L), Spadoni, Saguatti. All. Saja.
ARBITRI: Turtù, Feriozzi.
PARZIALI: 23-25 (26’), 25-16 (20’), 25-23 (24’), 17-25 (21’) 15-11 (14’).
NOTE: CBF Balducci 11 errori in battuta, 8 aces, 8 muri vincenti, 42% ricezione positiva (26% perfetta), 33% in attacco; Omag 19 errori in battuta, 1 ace, 9 muri vincenti, 45% ricezione positiva (27% perfetta), 41% in attacco.

I commenti

“Per noi era una partita importantissima – spiega il coach della CBF Balducci Luca Paniconi –. Fossimo usciti senza punti per noi il discorso play-off si sarebbe complicato parecchio. Abbiamo vinto al tie-break, non abbiamo portato a casa i 3 punti un po’ per demeriti nostri, un po’ per i meriti di un avversario che ci ha messo in difficoltà in ricezione come non ci succedeva da un po’ di tempo. Però abbiamo risposto bene grazie al lavoro di tutti, ragazze e staff tecnico e medico, in questo periodo che per noi non è semplice”.

“Ci è mancata la continuità – dice amareggiato il coach della Omag Stefano Saja –, se concedi 39 errori in 5 set fai fatica a impensierire l’avversario. Il rammarico è di aver giocato meglio dell’avversario in attacco e in ricezione e perdere 3-2. Vuol dire che la quantità c’è, c’è l’intensità, ci manca la qualità. Nel tie-break cominciare con 3-4 errori diretti mette tutto in salita. Paghiamo forse il fatto di non aver giocato per 25 giorni, ma questo non può essere un alibi. Se commetti tutti questi errori non vinci”.

(21)

LEAVE YOUR COMMENT