Home Lifestyle Arriva il Paese dei Balocchi, al Centro Fiere di Villa Potenza

Arriva il Paese dei Balocchi, al Centro Fiere di Villa Potenza

Arriva il Paese dei Balocchi, al Centro Fiere di Villa Potenza
153
0

La Casa di Babbo Natale, tanti giochi, laboratori e il simbolo di questa edizione, un grande albero di Natale in segno di solidarietà ai paesi terremotati del Centro Italia. Il Paese dei Balocchi torna sabato 2 e domenica 3 dicembre al Centro Fiere di Villa Potenza, per la seconda edizione targata Cirix, l’agenzia di comunicazione guidata da Gialuca Di Iorio, che vuol regalare tanti sorrisi, soprattutto ai più piccoli. L’ingresso è gratuito per favorire l’accesso a tutti, orario 9-20.

Alla conferenza di presentazione hanno partecipato Gialuca Di Iorio, Guido Carioli in rappresentanza della Pro loco di Visso, Barbara Trozzo di Tuttogelato, Barbara Marucci esperta di cake design, i rappresentanti dell’Associazione Wild Word di Porto Potenza Simone Imbastoni e Gianluigi Mandolesi, accompagnati per l’occasione da Logan e Kalash, splendidi esemplari di pappagallo ara e di aquila delle steppe.

L’evento si presenta molto ricco. “Ci sarà un mercatino di Natale con addobbi, dolci tipici di diverse regioni – ha precisato Gianluca Di Iorio – la Casa di Babbo Natale gestita dai volontari della Pro Loco di Casette Verdini, con 1.000 cappelli da regalare ai bambini che la visiteranno e chi vorrà, potrà lasciare un’offerta devoluta alla Fondazione Salesi di Ancona. Avremo un grande albero di Natale costruito con circa 500 mattoni, su 140 dei quali verrà riportato il nome dei Comuni colpiti dal terremoto dello scorso anno, che verrà benedetto domenica mattina, alle 10, dal vescovo di Macerata monsignor Nazzareno Marconi. Un simbolo per la ricostruzione, come dire … il primo mattone ce lo abbiamo messo noi. Dopo questo evento, vorremmo trasferirlo in un luogo accessibile al pubblico, a testimonianza della vicinanza e solidarietà ai terremotati. Per questo rivolgo un appello a chi vorrà ospitarlo”.

Ma la solidarietà in questa due giorni non finisce qui. L’evento accoglie infatti una delegazione della Pro Loco di Visso, con i volontari che sabato offriranno vin brulè ai visitatori. “Per noi – ha spiegato Guido Carioli – è un’occasione per mantenere viva l’attenzione su Visso che deve rinascere e in tal senso è importante, soprattutto nel periodo natalizio, contattare tante persone che vogliono che questo paese abbia un futuro”.

Idee interessanti arrivano dagli standisti. Barbara Trozzo di Tuttogelato propone per l’occasione una scuola di cake design per i bambini: “I bambini amano le attività manuali, per questo ho pensato di coinvolgere l’esperta Barbara Marucci in un laboratorio ad hoc, in cui i piccoli possono maneggiare la pasta di zucchero e realizzare delle creazioni natalizie. Sono disponibili 40 chili di pasta di zucchero offerti dall’azienda Tombesi”.
Gli animali avranno un ampio spazio in questa edizione. In particolare grazie all’associazione Wild Word di Porto Potenza che esporrà serpenti, sauri, tarantole, scorpioni, e poi ci saranno dimostrazioni di volo con i falchi, tutto questo con l’obiettivo di far capire l’importanza di mantenere il più possibile integro l’ecosistema.
Gli standisti sono oltre 300. Le attività: scuola guida per bambini e pesca di beneficenza della Croce Rossa Italiana, Teatro Emporio con Il Bosco incantato (sabato e domenica alle 17,30) Mago Merlino conduce i bambini nel mondo incantato con fate, maghi, principi e personaggi delle fiabe, trucca bimbi, macchine telecomandate, simulatore di elicotteri, personaggi dei PJ Mask, passeggiate con i pony. Inoltre, musica ed esibizioni di majorettes, i canti del Coro Sibilla e quelli dei bambini del Coro Grilli e Cicale di Casette Verdini.
Le attività e gli stand saranno completamente in spazi al coperto.

(153)

LEAVE YOUR COMMENT