Home Attualità A Macerata e provincia non risultano danni, riaprono le scuole

A Macerata e provincia non risultano danni, riaprono le scuole

A Macerata e provincia non risultano danni, riaprono le scuole
11
0

Il presidente della Provincia e sindaco di Macerata Sandro Parcaroli, subito dopo la scossa di terremoto registrata questa mattina a largo della costa pesarese e avvertita distintamente nel maceratese, ha attivato le strutture provinciali di Protezione Civile e anche il COC (Centro Operativo Comunale) del capoluogo coordinato dell’assessore con delega alla Protezione Civile Paolo Renna.

I tecnici della Provincia hanno compiuto sopralluoghi sia nelle scuole di competenza dell’Ente, che su strade e ponti.

Divisi in squadre i tecnici hanno controllato in particolare le scuole superiori, mentre per il controllo di strade e ponti (in particolare nell’area vicino all’Anconetano e nell’entroterra) sono stati messi in campo anche i cantonieri. Completati i controlli non risulta alcun danno alle strutture.

A Macerata il Servizio Tecnico comunale ha eseguito, con quattro squadre operative, i sopralluoghi in tutte le scuole di competenza comunale e all’interno dei siti museali cittadini.

Non sono state rilevate evidenze di particolare criticità alle strutture a seguito del sisma odierno. Le attività scolastiche quindi riprenderanno regolarmente.

La situazione sul territorio è costantemente monitorata dai vari COC e dal COR Marche.

«In via precauzionale – ha detto Parcaroli – abbiamo deciso di chiudere le scuole (dai nidi fino alle superiori) e l’Università sia per permettere ai tecnici degli enti interessati di effettuare i relativi sopralluoghi e verificare la presenza o meno di danni, ma anche perché dato il rilevante sciame sismico che si è succeduto alla scossa iniziale era importante evitare il generarsi di fenomeni di panico che potessero creare conseguenze alla sicurezza collettiva di studenti, docenti o personale scolastico».

«Siamo consapevoli dei disagi – ha aggiunto l’assessore Renna – ma sospendere le lezioni è un atto dovuto nei confronti dei nostri ragazzi e ragazze, la loro sicurezza è la cosa più importante. Tutte le funzioni del Coc sono state attivate, sin da questa mattina, in collaborazione con la Protezione Civile e la Polizia locale, e si sono costantemente coordinate con la Prefettura, le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco per verificare la situazione nelle varie zone della città. Un ringraziamento, infine, agli Uffici comunali per il grande lavoro che hanno svolto con celerità e altrettanta attenzione».

(11)

LEAVE YOUR COMMENT