Home Turismo Ussita: escursioni guidate sui Sibillini, osservare i camosci

Ussita: escursioni guidate sui Sibillini, osservare i camosci

Ussita: escursioni guidate sui Sibillini, osservare i camosci
106
0

Mercoledì 3 agosto a scoprire la natura camminando tra i più bei sentieri del Monte Bove, nella magia del Parco Nazionale dei Sibillini e osservare i camosci nel loro habitat naturale sui pendii in un’esperienza unica!

Questa e altre sono le escursioni che vengono proposte dal Comune di Ussita deliziosa e rinomata cittadina turistica montana, nel cuore del Parco dei Sibillini, guidate da esperti escursionisti e guide.

In particolare mercoledì 3 agosto l’escursione sul Monte Bove sarà proprio dedicata all’osservazione dei Camosci guidata dal biologo escursionista Simone Gatto, l’appuntamento è alle ore 9 a Frontignano di Ussita di fronte Hotel Felycita, da dove si salirà fino a 1600 in auto e si proseguirà su 600 metri di dislivello in circa in 13 km di passeggiata, nell’anello del Monte Bove nella sua natura incontaminata, tra paesaggi mozzafiato per toccare il cielo con un dito.

Il Monte Bove è composto da quattro cime che racchiudono una splendida valle di origine glaciale, un vero e proprio gioiello dal punto di vista geologico e paesaggistico.

Camosci Ussita 1

I Camosci presenti nelle Creste del Monte Bove di Ussita sono frutto di una reintroduzione iniziata a partire dal 2008, sono stati rilasciati in tutto 31 camosci, provenienti dal Parco d’Abruzzo, dal Parco della Maiella e dal Parco del Gran Sasso, ora dopo 8 anni grazie alle nascite in natura i camosci hanno raggiunto una popolazione di circa 100 esemplari!

Per questo oggi è finalmente facile incontrare questo magnifico animale, vero signore delle rupi, soprattutto se accompagnati da Guide esperte, Guide al camoscio, che fanno scorgere i camosci, consigliano i comportamenti per fotografarli anche da vicino senza disturbali. Le femmine e gli esemplari giovani vivono in branco, mentre i maschi si allontanano intorno ai 2 anni, per farvi ritorno solo nel periodo della riproduzione. Il camoscio è abituato a vivere in luoghi impervi, soprattutto pareti rocciose molto ripide, dove vi si ripara per sfuggire agli attacchi dei predatori. A differenza del cugino alpino, il camoscio dei Sibillini si contraddistingue soprattutto per la colorazione del mantello nel periodo invernale: si presenta di colore marrone scuro con ampie zone biancastre sulla gola, i lati del collo sino alla spalla e sui quarti posteriori; in estate il mantello è solo un po’ più rossastro rispetto a quello marrone chiaro del camoscio alpino.

Tra i tesori faunistici del Monte Bove durante l’escursione si potrà ammirare anche la splendida aquila reale, che vive ad Ussita con una coppia nidificante e stabile, che spessissimo viene a caccia di lepri e volpi o di giovani camosci sulle praterie del Monte Bove. Il territorio del Comune di Ussita è centro di numerose attrattive di tipo naturale e artistiche e sportive, con i suoi rinomati impianti sportivi, rifugi in quota e impianti di risalita aperti tutta l’estate per fare magnifiche escursioni di trekking, running, nordic walking canyoning, alpinismo su roccia e bike con più di 380 km di percorsi, tutti tracciati da Gps, che si sviluppano a partire dai 750 metri fino ai 1900 metri.

Per la gioia degli amanti della montagna e non solo, le escursioni per vedere i camosci dei Sibillini si ripeteranno il 13, il 24 e il 31 agosto prossimi. Info e prenotazioni tel. 3282864307 www.comune.ussita.mc.it

(106)

LEAVE YOUR COMMENT