Home Economia Progetti innovativi marchigiani, tracciabilità e droni in agricoltura

Progetti innovativi marchigiani, tracciabilità e droni in agricoltura

Progetti innovativi marchigiani, tracciabilità e droni in agricoltura
10
0

All’Earth Technology Expo (Ete) di Firenze, la prima esposizione delle applicazioni tecnologiche in Italia, sono stati presentati progetti innovativi che riguardano applicazioni tecnologiche sostenibili per diversi settori, compreso quello agricolo.

Una sessione speciale su “Agricoltura 4.0: Tecnologie per agricoltura sostenibilità” è stata organizzata dal CREA, il principale ente italiano per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, in cui due esperienze marchigiane hanno avuto evidenza.

Nella Fortezza Da Basso, in un atelier tecnologico, sono stati presentati progetti innovativi in corso per migliorare la conoscenza ed il controllo dell’ambiente naturale, con riferimento alle acque ed agli ecosistemi, al fine di creare, innovare e utilizzare tecnologie per migliorare la qualità della vita delle persone, dell’ambiente e delle città, per la sorveglianza dallo spazio del territorio e per la conoscenza ed il controllo del sottosuolo, suolo, mare, acque, aree boscate e ambienti urbani.

progetti

Progetti selezionati sul territorio nazionale hanno riguardato anche le Marche. Grazie alla Copagri nazionale sono stati presentati due progetti innovativi in atto nelle Marche, finanziati con il Psr: Biocerto e Sfida.

Entrambi hanno come capofila l’azienda agricola Andrea Passacantando di Tolentino, Biocerto ha l’obiettivo di garantire la tracciabilità dei prodotti biologici marchigiani, mentre Sfida concerne l’utilizzo di droni per la difesa degli olivi dalla mosca.

Andrea Passacantando ha illustrato i due progetti insieme Simona Cristiano, esperta di sviluppo rurale e bioeconomia del CREA, e Stefano Vaccari, direttore generale del CREA.

progetti
Simona Cristiano, Andrea Passacantando, Stefano Vaccari

«E’ stato un momento importante – ha detto Andrea Passacantando – per fare il punto dei processi innovativi nel settore agricolo presenti nel nostro Paese. Un processo che è e sarà sempre più presente nelle aziende agricole e sarà anche un tema centrale nella definizione del Piano strategico nazionale della Pac 2023-2027. E’ stato un piacere parlare dei risultati dei nostri progetti innovativi che coinvolgono aziende agricole, Università e altri enti. Risultati ultra positivi che inducono a rendere praticabili le nostre idee innovative messe in campo. Per il progetto Biocerto, che si occupa di un sistema di tracciabilità dei prodotti biologici mediante la creazione di una carta di identità digitale dei prodotti biologici con una piattaforma blockchain insieme ad analisi isotopica e ultrasonica che rende il prodotto identificabile al 100% sia qualitativamente che geograficamente, la piattaforma è operativa ed è stata presentata allo scorso Vinitaly la prima bottiglia di verdicchio con etichetta digitale in Nft dove sono registrate tutte le informazioni dal campo alla bottiglia. Lo stesso per il progetto Sfida, progetto di agricoltura di precisione con l’utilizzo di droni per la lotta contro la mosca dell’olivo. Anche in questo progetto le sperimentazioni hanno dato risultati positivi confermando che l’uso di droni sarà un’attività di sicuro supporto alla normale attività agricola.»

Prossimo appuntamento per i progetti Biocerto e Sfida sarà a novembre all’ Eima, esposizione internazionale macchine agricole di Bologna.

(10)

LEAVE YOUR COMMENT