Home Attualità Presidente Consiglio Regionale a San Severino. 4 novembre cerimonia limitata

Presidente Consiglio Regionale a San Severino. 4 novembre cerimonia limitata

Presidente Consiglio Regionale a San Severino. 4 novembre cerimonia limitata
43
0

Il presidente del Consiglio regionale delle Marche, Antonio Mastrovincenzo, ha voluto far visita alla città di San Severino Marche per verificare di persona la situazione che stanno vivendo, da diversi giorni ormai, centinaia di senzatetto e per vedere, con i proprio occhi, i danni provocati dal sisma.

Accompagnato dal sindaco, Rosa Piermattei, Mastrovincenzo è andato nei quartieri della città, Uvaiolo e Settempeda, maggiormente colpiti dalle scosse. Poi ha tenuto una riunione con gli amministratori e alcuni tecnici presso il C.O.C., il Centro Operativo Comunale, alla presenza anche del consigliere regionale Luigi Zura Puntaroni, e del vice sindaco, Giovanni Meschini.

Il sindaco Rosa Piermattei e il presidente Mastrovincenzo
Il sindaco Rosa Piermattei e il presidente Antonio Mastrovincenzo

“La situazione della città di San Severino Marche – ha sottolineato Mastrovincenzo al termine della sua visita – è particolarmente difficile. Sono più di 1500 i cittadini sfollati, momentaneamente sistemati al palasport, e circa 1300 i ragazzi le cui scuole risultano inagibili. Quella della riapertura degli istituti scolastici è una priorità assoluta. Ringrazio il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, e gli altri sindaci che stanno affrontando con grande determinazione e impegno questo difficile momento, la Protezione civile per la sua collaborazione preziosissima, i volontari che stanno dimostrando grande dedizione nell’emergenza – ha ribadito Mastrovincenzo, sottolineando – La Regione continuerà a essere vicina agli abitanti dei paesi colpiti in stretta collaborazione con il commissario straordinario del Governo per la ricostruzione, Vasco Errani, e il direttore della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.”

Per venerdì 4 novembre, Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, a San Severino Marche la cerimonia si limiterà all’osservanza di un minuto di silenzio e alla deposizione di una corona di alloro al monumento ai Caduti di tutte le guerre.

Il Comune, vista l’emergenza terremoto che ha portato anche alla chiusura temporanea delle scuole, ha preferito non organizzare cortei e ritrovi al fine di non intralciare il lavoro della macchina dei soccorsi e delle forze dell’ordine con compiti urgenti.

Il sindaco, Rosa Piermattei, in mattinata si recherà comunque presso il monumento di via Roma per una breve cerimonia.  Istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale, la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate è festeggiata ogni 4 novembre, data dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti.

(43)

LEAVE YOUR COMMENT