Home Turismo Pasqua & Arte nei musei a Macerata, San Severino e Civitanova

Pasqua & Arte nei musei a Macerata, San Severino e Civitanova

Pasqua & Arte nei musei a Macerata, San Severino e Civitanova
84
0

A Macerata, Pasqua al Museo. E’ lo slogan per le festività pasquali di Macerata Musei, che invita a godere delle raccolte d’arte e dei monumenti del nostro territorio.

Le collezioni di arte antica e moderna della Pinacoteca, il museo della Carrozza e la mostra antologica dedicata a Magdalo Mussio le bellezze architettoniche e pittoriche del palazzo e della sala dell’Eneide sono i tesori da scoprire nei Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi,  in via Don Minzoni 24. Saranno aperti dalle ore 10 alle 18 di sabato 26, domenica 27 e lunedì 28 marzo. Biglietti: intero € 3 euro, ridotto € 2 euro.

Il fascino architettonico e culturale dell’Arena Sferisterio che ospita il Macerata Opera Festival, quest’anno dedicato al tema Mediterraneo, si potrà scoprire o rivivere rivolgendosi all’Infopoint di piazza Mazzini. Sarà aperto dalle 10 alle 18 di sabato 26 e domenica 27 marzo. Lunedì 28 marzo sarà aperto dalle 10 alle 17. Le  visite guidate all’Arena Sferisterio si svolgeranno ogni mezz’ora, ultima visita ore 17,30 (sabato e domenica) e 16.30 (lunedì). Costo del biglietto: intero3 euro, ridotto 2 euro, visita guidata 2 euro in aggiunta al biglietto.

Lo Sferisterio di Macerata
Lo Sferisterio di Macerata

 

Per chi ama la natura, invece, potrà fare un tuffo nelle ere geologiche, nella flora e nella fauna di tutto il mondo, tra fossili, specie di uccelli, farfalle, conchiglie, al Museo di Storia Naturale in via S. Maria della Porta, 65. Sarà aperto con questi orari: sabato 26 e lunedì 28 dalle  9-12. Domenica 27 chiuso.

La Torre dell'Orologio
La Torre dell’Orologio

Il Teatro Lauro Rossi in piazza della Libertà, un raffinato gioiello del settecento dalle tinte celeste e argento, sarà aperto alle visite da giovedì 24 a martedì 29 marzo, con  orario 10-13. Una volta in piazza come non fermarsi ad ammirare il Carosello dei Magi in adorazione alla Vergine col Bambino al rintocco di mezzogiorno  dell’orologio astronomico della torre civica.

Per le visite nel giorno di Pasqua all’area Archeologica della Macerata romana Helvia Ricina di Villa Potenza è necessario prenotare telefonando alla Pro Loco Villa Potenza (tel.3395246063). Lunedì, invece, ci sarà un’apertura straordinaria Area Archeologica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.Le visite guidate saranno alle ore 10, 11, 12 e alle ore 15, 16, 17. Prenotazione obbligatoria 0733-256361 e 0733-271709  – Costo 2 euro.

 

A San Severino Marche, dopo il grande successo registrato nel week end d’apertura seguito al taglio del nastro dell’atteso riallestimento, cerimonia cui ha preso parte il direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci, storico dell’arte già ministro per i Beni Culturali e Ambientali e soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, la pinacoteca civica “Padre Tacchi Venturi” apre le porte al pubblico per il ponte di Pasqua con orari straordinari.

pinacsansev1
Una sala della Pinacoteca Tacchi Venturi

La raccolta, che custodisce preziose opere fra cui un capolavoro del Pinturicchio, sarà visitabile tutti i giorni – Lunedì dell’Angelo compreso -, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15 alle 18. L’assessorato allo Sviluppo Culturale del Comune fa inoltre sapere che anche il Museo Archeologico sarà visitabile gli stessi giorni negli stessi orari. Aperture e visite guidate su prenotazione sono possibili anche per scoprire le bellezze custodite nella Galleria d’Arte Moderna, nel piano nobile del Municipio. In questo caso ci si può rivolgere alla Pro Loco, in piazza Del Popolo, oppure al numero di telefono 0733638414.

La Pinacoteca civica “Padre Tacchi Venturi”, oltre al nuovo riallestimento presenta in esclusiva, in questo periodo, il percorso dedicato all’arte del Barocco allestito in alcune nuove stanze che sono state appena aperte al pubblico. Si tratta di una sezione che getta nuova luce sull’arte fra il ‘600 e il ‘700 proponendo delle nuove acquisizioni critiche e nuovi restauri. Si tratta di una sessione messa insieme grazie ai prestiti concessi dall’Arcidiocesi di Camerino – San Severino Marche e dall’arcivescovo mons. Francesco Giovanni Brugnaro. “Siamo grati a monsignor Brugnaro – sottolinea l’assessore comunale allo Sviluppo Culturale, Simona Gregori – perché tanti turisti, sull’onda del successo e della promozione della mostra dedicata al Barocco nelle Marche che abbiamo ospitato in città e che ha registrato 30mila presenze in pochi mesi, arrivavano qui da noi e chiedevano di poter visionare opere di questo particolare periodo che fu fecondo artisticamente in tutto il territorio settempedano. Adesso anche a queste richieste possiamo dare una risposta sorprendente”.

Intanto la città di San Severino, “Capitale dell’arte”, continua ad essere al centro dell’attenzione anche dei media nazionali. La sezione del sito Repubblica.it dedicata ai viaggi, consiglia un itinerario in un articolo dal titolo “Pasqua tra Marche e Umbria. L’Italia che non ti aspetti” proponendo la visita al santuario di Santa Maria del Glorioso “chiesa riccamente dipinta. Qui, secondo la tradizione, la Madonna Addolorata pianse miracolosamente nel 1519 e, la domenica più vicina alla data della ricorrenza e cioè il 22 aprile, ancora oggi si svolge una celebrazione liturgica dell’evento”.

cristal1

A Civitanova Marche, la Pinacoteca civica Marco Moretti sarà aperta sabato 26, Pasqua e Pasquetta dalle ore 17,00 alle 20,00.

Si potrà fruire della collezione d’arte permanente e delle opere selezionate per l’Omaggio a Magdalo Mussio, artista originalissimo dell’arte italiana del ‘900 e della sezione dedicata ai non vedenti.

Negli stessi giorni  e negli stessi orari si potrà visitare presso l’Auditorium di S. Agostino la mostra personale di Daniele Cristallini “Incoerenze”. Coloratissimi quadri astratti di grandi dimensioni raccontano il mondo straordinario di questo artista marchigiano versatile e talentuoso.

 

(84)

LEAVE YOUR COMMENT