Home Attualità Operazione Kinder, Polizia arresta pericoloso spacciatore

Operazione Kinder, Polizia arresta pericoloso spacciatore

Operazione Kinder, Polizia arresta pericoloso spacciatore
145
0

La Squadra Mobile di Macerata ha arrestato un pericoloso spacciatore di origini albanesi, 31 anni, residente in città, che era tenuto sotto controllo da tempo per lo spaccio di cocaina a molti tossicodipendenti, alcuni dei quali conosciuti dalla Polizia. L’operazione, denominata “Kinder” per i particolari contenitori di droga usati, è stata diretta dal Vice Questore Aggiunto Alessandro Albini.

L’uomo seguiva un sistema oramai collaudato, utilizzando una utenza telefonica fittizia, dall’interno della sua abitazione manteneva i contatti con i clienti. Attraverso  le scale interne del palazzo in cui abita, nei pressi del Convitto, raggiungeva i suoi clienti nella zona retrostante i garage collegata da una piccola porta in legno, dove in modo rapidissimo effettuava le cessioni di stupefacente.

La Polizia prima ha acquisito sufficienti elementi di prova, ha rintracciato l’uomo fuori dalla propria abitazione, quindi ha proceduto alla perquisizione personale  e della sua abitazione dove abita insieme alla moglie.

Ben nascosti all’interno dell’appartamento, sono stati rinvenuti due contenitori in plastica di colore giallo, tipo sorpresa ovetti Kinder, dove erano contenute complessivamente 17 palline di cocaina, per un peso totale di oltre 20 grammi, pronte ad essere spacciate.

Inoltre,  nascosta in più parti dell’armadio nella camera da letto, è stata rinvenuta la somma di oltre 1000 euro, probabile provento dell’attività di spaccio, e della sostanza da taglio.

L’arrestato, a specifica domanda ha negato che l’abitazione disponesse di altri locali distaccati, ma gli agenti hanno trovato un mazzo di chiavi, una delle quali  corrispondeva a una cantina del palazzo, locale nella disponibilità dell’uomo. Dentro, nascoste  tra rifiuti di vario genere, sono state scoperte tre buste sottovuoto contenenti 20 grammi di cocaina ancora da tagliare.

La Polizia ha anche recuperato un bilancino di precisione, funzionante e ancora intriso di cocaina,  e documenti di alcuni tossicodipendenti della zona (uno dei quali tuttora ristretto presso il carcere di Montacuto di Ancona) che l’uomo aveva sottratto a clienti in attesa del pagamento della droga.

Oltre allo stupefacente, nel corso dell’operazione sono stati sequestrati tre telefoni cellulari con schede intestate in modo fittizio, altri documenti e materiale ritenuto utile al proseguo delle indagini tuttora in corso.

L’uomo è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio mentre la moglie, 25 anni, anch’essa di origini albanesi, è stata deferita all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per lo stesso reato.

 

(145)

LEAVE YOUR COMMENT