Home Spettacolo Nutriti di emozioni, spettacolo di solidarietà al Teatro Don Bosco

Nutriti di emozioni, spettacolo di solidarietà al Teatro Don Bosco

Nutriti di emozioni, spettacolo di solidarietà al Teatro Don Bosco
35
0

Sabato 4 novembre, ore 17 al Teatro Don Bosco di Macerata, in scena lo spettacolo Nutriti di emozioni, un evento formativo-motivazionale a sostegno del progetto I fuori classe che finanzia l’attività sportiva di bambini e famiglie in difficoltà economica.

Si tratta di una manifestazione di solidarietà, promossa dalle associazioni Anteas e Albero dei cuori, patrocinata dall’assessorato allo Sport del Comune, che vedrà alternarsi sul palco artisti, sportivi, giornalisti e altri ospiti.

Lo scopo è quello di motivare gli spettatori presenti alla pratica sportiva e a sostenere il progetto I fuori classe, nato da un’idea dell’imprenditore locale Antonio Quaranta, che le due associazioni stanno portando avanti con successo dallo scorso anno.

Obiettivo è quello di finanziare la pratica sportiva ai bambini tra i 6 e i 13 anni che hanno famiglie in difficoltà economica e che dovrebbero quindi rinunciare a fare sport attivo.

Durante lo scorso anno scolastico, i volontari dell’Anteas hanno permesso a quindici bambini di frequentare corsi di scherma, karate, nuoto, danza e calcio. Mediamente per ogni bambino hanno investito 500 euro per la quota di iscrizione alle varie discipline, per le visite mediche, l’abbigliamento e, dove è servito, anche il trasporto.

Per dare visibilità e sostenere l’iniziativa, Anteas e Albero dei cuori hanno quindi organizzato Nutriti di emozioni, l’iniziativa che al Teatro Don Bosco, dalle 17 alle 19,30, di sabato 4 novembre, vedrà sul palco la ballerina e motivatrice Simona Atzori, protagonista assoluta della serata e, accanto a lei, tante altre storie con Paolo Principi, ginnasta della nazionale italiana, Roberto Martini, maratoneta e runner coach, Giammarco D’Orazio, mental coach, e Luca Corsalini, giornalista sportivo.

Informazioni e approfondimenti su www.ifuoriclasse.it.

(35)

LEAVE YOUR COMMENT