Home Spettacolo Musicultura, prima serata del Festival con Gianna Nannini

Musicultura, prima serata del Festival con Gianna Nannini

Musicultura, prima serata del Festival con Gianna Nannini
138
0

Gianna Nannini attesa guest star della serata di giovedì 23 giugno, apertura della XXVII edizione di Musicultura, il prestigioso festival della canzone popolare e d’autore italiana in collaborazione con Radio 1 RAI condotto da Fabrizio Frizzi che conta la presenza di tanti artisti che si esibiranno all’Arena Sferisterio di Macerata, insieme agli otto vincitori di Musicultura, fino a sabato 25.

Testimonianze artistiche rigorosamente live, collaborazioni inedite, e…sorprese dell’ultimo minuto saranno gli ingredienti delle tre serate di spettacolo.

Gianna Nannini
Gianna Nannini

A Musicultura Gianna Nannini regalerà al pubblico un set ad hoc, accompagnata dalla propria band e dall’Accademia della Libellula, una sezione orchestrale di quattordici archi diretta da Cinzia Pennesi. Sul palco di Musicultura la Nannini sarà inoltre insignita dai rettori delle Università di Macerata e di Camerino del Premio Unimarche, l’importante onorificenza che i due atenei marchigiani in collaborazione con il Festival conferiscono a personalità italiane ed internazionali distintesi nelle loro carriere per gli alti meriti artistici, che in passato ha già visto insigniti Fernanda Pivano, Ian Anderson, Donovan, Franco Battiato, Odetta, Pino Daniele, Mark Strand, Miriam Makeba.

Sul palcoscenico del Tempio della Musica maceratese con la Nannini ci sarà anche Dub Versus, il progetto di Giacomo Casti & Arrogalla, con la partecipazione di Elena Ledda, Massimo Loriga e Gianmarco Diana.

A completare la rosa della serata di apertura del Festival Francesco Gabbani reduce dal successo di Sanremo con “Amen”, la canzone scritta da Fabio Ilacqua già vincitore del Festival Musicultura nel 2007.

A sfidarsi per il titolo di vincitore assoluto del Festival i primi quattro giovani artisti: Francesca Romana Perrotta di Lecce con il brano “Il grido”, Flavio Secchi di Cagliari con “La cosa più bella”, Sikitikis di Cagliari con “In giro per club”, Luca Tudisca di Messina con “Guardami adesso”.

Il programma delle altre serate

Venerdì 24 giugno riflettori puntati su Eugenio Finardi, il cantautore guru degli indipendenti, simbolo della libertà artistica più totale si esibirà all’Arena Sferisterio con la band al completo. Con Finardi attesissimi sul bollente palcoscenico del Festival Edoardo Bennato, la storica formazione James Senese/Napoli Centrale, l’artista internazionale cinese Li Daiguo   e il grande poeta polacco Adam Zagajewski, più volte candidato al Nobel per la letteratura.

A suon di note continuerà la sfida dei giovani vincitori del Concorso sarà la volta di Gianfrancesco Cataldo di Benevento con il brano “Marta”, Simone Cicconi di Macerata con “Simone s’è incazzato”, Emanuele Colandrea di Latina con “Erika” e Mimosa di Milano con “Fame d’aria”.

Sabato 25 giugno gran finale con i Tiromancino, Simone Cristicchi che ritorna a Musicultura a dieci anni di distanza dalla vittoria del concorso, Nino Frassica con la partecipazione di Tony Canto, Dacia Maraini membro di lunga data del comitato artistico di garanzia di Musicultura e Chiara Dello Iacovo, che torna al Festival dopo essere stata tra i vincitori della scorsa edizione.

La serata si chiuderà con la sfida dei quattro artisti più votati nelle serate precedenti e l’elezione del vincitore più acclamato del XXVII Festival Musicultura.

Orari, ospiti e tutte le informazioni a portata della nuova app gratuita MUSICULTURA disponibile su Apple Store, GooglePlay.

Sarà possibile seguire le serate del Festival in diretta streaming sul sito di Musicultura www.musicultura.it

(138)

LEAVE YOUR COMMENT