Home Sport Med Store-Portomaggiore. L’esperto Calonico: pazienza e lavoro

Med Store-Portomaggiore. L’esperto Calonico: pazienza e lavoro

Med Store-Portomaggiore. L’esperto Calonico: pazienza e lavoro
33
0

Domenica 10 gennaio il Banca Macerata Forum ospiterà alle 19 la sfida tra Med Store Macerata e Sa.Ma. Portomaggiore, per la prima giornata di ritorno della A3.

Gli emiliani hanno chiuso il 2020 con cinque vittorie consecutive, l’ultima in trasferta a Torino per 3 a 0, raggiungendo il secondo posto in classifica.

La Med Store Macerata ha invece avuto un nuovo stop Covid, proprio in un momento di crescita e risultati, terminando il girone di andata al 9º posto in classifica con 8 punti. Mancano però 3 gare da recuperare, tutte in trasferta: derby con Fano, Volley Team San Donà di Piave e HRK Motta Livenza.

Per raccontare il momento della squadra, interviene l’esperto centrale  Lorenzo Calonico, 39 anni, abruzzese, alto 202 centimetri, lunga militanza in A2 e B1, secondo anno a Macerata.

“È dall’inizio della stagione che inseguiamo la condizione migliore – dice Lorenzo Calonico – e nonostante tutto avere tante partite ci stava aiutando. Questo è un mese decisivo, quando si vede davvero come giocano le squadre, che tipo di stagione le aspetta, per noi servirà qualche partita in più. Il rinvio della gara contro San Donà di Piave ha rallentato il nostro lavoro ma ripartiremo, ancora una volta”.

MED STORE
Lorenzo Calonico

Rispetto alla gara di andata con Portomaggiore, tra le prime incontrate perdendo 3-1,  domenica che partita sarà?

“Sicuramente abbiamo accumulato maggiori certezze. Non abbiamo raccolto tutti i punti che potevamo ma ci siamo giocati ogni partita dando battaglia fino all’ultimo. Intanto domenica incontriamo una squadra in forma della quale conosciamo le qualità, a partire da Andrea Nasari che ci terrà a fare una buona prova contro la sua ex-squadra. Noi dobbiamo avere pazienza e continuare alla lavorare, queste sono le parole d’ordine, trovare continuità e giocarci tutto in questa seconda parte di stagione”.

Accanto ai più esperti, nella Med Store sono cresciuti anche i giovani, come vedi la loro stagione?

“Non è facile per questi ragazzi, devono affrontare la mancanza di certezze quotidiane e soffrono ogni interruzione degli allenamenti. Tuttavia stanno reagendo bene, ad esempio Ferri e Margutti stanno facendo emergere tutto il loro potenziale, Pasquali sta lavorando tantissimo per non farci rimpiangere Sanfilippo e sono convinto che alla fine quest’anno difficile sarà utile per la loro crescita. Come squadra la nostra fortuna è avere alla spalle una società solida, che si impegna tutti i giorni per la nostra salute e ci permette di concentrare il più possibile le nostre attenzioni sul gioco”.

(33)

LEAVE YOUR COMMENT