Home Cultura Macerata Racconta, il piacere dei libri d’inverno con “I Giorni della Merla”

Macerata Racconta, il piacere dei libri d’inverno con “I Giorni della Merla”

Macerata Racconta, il piacere dei libri d’inverno con “I Giorni della Merla”
61
0

Gli ultimi tre giorni di gennaio sono conosciuti come “i giorni della merla” e, secondo la tradizione, sarebbero i più freddi dell’anno ed è all’inverno e al freddo che Macerata Racconta dedica la rassegna letteraria intitolata I Giorni della Merla, piccolo festival d’inverno giunto alla seconda edizione, patrocinata dal Comune di Macerata.

La rassegna – presentata dall’assessore alla Cultura Stefania Monteverde, dal direttore artistico di Macerata Racconta Giorgio Pietrani, da Lucia Tancredi e da Luigi Ricci del Centro Studi Pannaggi – è curata da Loredana Lipperini, giornalista della trasmissione Fahrenheit in onda tutti i giorni su RadioRai, e Lucia Tancredi, scrittrice il cui ultimo libro L’otto ha ottenuto importanti riconoscimenti.

I tre appuntamenti in programma il 27, il 28 gennaio e il 4 febbraio, tutti alle ore 17,30 nella sala dell’ex cinema dello Sferisterio di Macerata in piazza Nazario Sauro che vedranno la presenza di scrittori ed intellettuali di elevatissimo spessore, come Serena Vitale e Melania Mazzucco, Gabriele Barucca e Ugo Bellesi, Serena Abrami e Pamela Olivieri.

“In questo rigido inverno è un dono regalarsi del tempo per parlare, riflettere, raccontare storie e libri – ha affermato Stefania Monteverde, assessore alla Cultura –. Macerata Racconta ha messo insieme personalità di altissimo rilievo dentro uno dei nostri beni culturali più prestigiosi, lo Sferisterio, bello anche d’inverno. I Giorni della Merla rappresentano il modo con cui Macerata, città del libro, sa quale è il suo capitale e da lì vuole ripartire e ricostruire: il capitale culturale. Grazie a quanti ci credono con fiducia, in particolare grazie a Loredana Lipperini, Lucia Tancredi, Giorgio Pietrani che hanno costruito una rassegna culturale nuova”.

“Siamo animali anomali – ha detto invece Giorgio Pietrani dell’associazione ConTESTO, direttore artistico di Macerata Racconta, la festa del libro in programma dal 2 al 7 maggio – perché andiamo in letargo d’estate. Macerata Racconta, infatti, investe tutta la prima dell’anno nelle sue attività: dai laboratori scolastici al premio Macerata racconta giovani che da quest’anno apre anche alla scuola d’infanzia, alla presentazione di libri per finire ai tour itineranti che saranno dedicati a Lotto e alla Biblioteca Mozzi Borgetti. Quella alle porte è una stagione intensa, difficile e il nostro intento è quello di aiutare a creare un impulso per scrollarsi di dosso le macerie emotive dovute al terremoto”.

La rassegna inizierà con un incontro, quello del 27 gennaio, realizzato in collaborazione con il Centro Studi Pannaggi di Macerata e dedicato alla figura di Ivo Pannaggi nell’inconsueta veste di fotoreporter nelle terre polari. A parlarne saranno l’artista e docente Luigi Ricci, il giornalista Ugo Bellesi Roberta Luciani, architetto, esperta di Pannaggi che vive e lavora ad Oslo, autrice del libro Viaggi nelle terre dei Lapponi, nel quale ripercorre gli itinerari dell’artista maceratese.

La rassegna prosegue il 28 gennaio, giornata dedicata al fascino e alla magia letteraria delle Storie dall’inverno russo, con la celebre slavista Serena Vitale, massima esperta di Puskin, traduttrice ed ammaliante scrittrice. L’incontro sarà accompagnato dalle suggestioni musicali degli artisti Serena Abrami (voce), Fabio Capponi (piano) e Pamela Olivieri (voce recitante).

A concludere la rassegna il 4 febbraio sarà la scrittrice Melania Mazzucco che parlerà Degli inverni crudeli. L’autrice di Io sono con te. Storia di Brigitte, vincitore del premio Libro dell’Anno 2016 di Radio3 Fahrenheit, affronterà il tema insieme a Gabriele Barucca, responsabile della Soprintendenza alle Belle Arti e al Paesaggio delle Marche, con il quale si interrogherà anche su come sia possibile tutelare un’identità territoriale attraverso il recupero, la salvaguardia dei beni culturali che la caratterizzano, la cura e la preservazione della bellezza.

“Amare l’inverno può sembrare punitivo, soprattutto quando gli inverni sono crudeli come questo che stiamo vivendo – ha detto Lucia Tancredi curatrice della rassegna -. Eppure l’inverno è una stagione magnetica, elegante nella forma, sublime nel suo fascino misterioso, che invita a stare insieme, in cui si raccontano le storie nelle lunghe notti di veglia e come direbbe la filosofa Hannah Arendt, il mondo ha bisogno di storie che devono essere raccontate. Insieme a Loredana Lipperini, abbiamo pensato che nei “giorni della merla”, i più freddi dell’anno, non si poteva essere lasciati soli, senza copertura di parole. Un piccolo festival d’inverno è l’invito a ricreare una civiltà della condivisione, della conversazione, dell’incontro, dell’amore per i libri, declinando le iniziative di Macerata Racconta anche nelle stagioni magre.”

Tutti gli incontri sono a ingresso libero senza prenotazione, per maggiori informazioni si può consultare il sito www.macerataracconta.it o seguire la pagina facebook Macerata Racconta.

(Nella foto: Giorgio Pietrani, Lucia Tancredi, Stefania Monteverde e Luigi Ricci)

(61)

LEAVE YOUR COMMENT