Home Sport Lube-Revivre Milano 3-1, settima vittoria di fila in campionato

Lube-Revivre Milano 3-1, settima vittoria di fila in campionato

Lube-Revivre Milano 3-1, settima vittoria di fila in campionato
12
0

La Lube infila la settima vittoria consecutiva in campionato. Nella undicesima giornata di ritorno della SuperLega batte 3-1 la Revivre Axopower Milano (25-23, 23-25, 27-25, 25-21) guadagnando momentaneamente il secondo posto in classifica, in attesa che Trento scenda in campo domani contro Ravenna.

All’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, gremito per l’occasione da oltre 3 mila spettatori, la curiosità era rivolta anche nei confronti del martello sloveno Klemen Cebulj, ex di turno e fresco campione in Cina, arruolato da poche ore nella rosa di Andrea Giani. Il martello sloveno come preventivabile ha iniziato il match dalla panchina, ed ha fatto registrare il suo nuovo esordio nel campionato italiano sul 12-11 del quarto set, entrando in campo al posto di Clevenot.

La partita

Nel set d’apertura i biancorossi di casa pigiano sull’acceleratore affidandosi al servizio, con le battute corte di Bruno prima (8-5) e di Simon poi (12-8) che danno ufficialmente il via alla fuga marchigiana. Concretizzatasi in maniera davvero concreta sul turno al servizio di Sokolov (due ace di fila, 16-10), che fa da prologo ad una grande prestazione del muro: ben 4 vincenti. Sul -6 comunque Milano (4 ace) non si scompone, e nonostante la pessima partenza di Nimir (0 su 5) riesce anzi a recuperare fino al 22-23, mettendo in apprensione la Cucine Lube fino al primo tempo di Cester, che chiude sul 25-23 al secondo set point.

Ruoli invertiti nel secondo set, con la squadra di Giani che scappa in avvio (7-10, poi 17-20), e quella di De Giorgi, di colpo troppo fallosa dai nove metri (7 errori) che recupera due volte (15-15, poi 22 pari con un muro del baby Cantagalli) ma si ferma proprio sul più bello: sul 23-24, decide un muro sull’attacco di Juantorena firmato da Maar, il più positivo dei suoi (7 punti, 57% in attacco).

Il servizio di Maar è l’arma in più dei lombardi anche in avvio di terzo parziale, che li vede staccare sul 9-13 proprio quando in battuta c’è il martello tedesco. Ma Civitanova rimette la sfida sui binari dell’equilibrio con gli ace consecutivi di Simon e Sokolov (19-19), e stavolta concretizza fino in fondo la rimonta firmando ai vantaggi il muro del definitivo 27-25, con Diamantini che poco prima aveva preso il posto di Cester.

Il quarto set è un monologo della Cucine Lube, che trova il primo break con un muro di Simon ai danni del neo entrato Cebulj (14-12), poi allunga con i due contrattacchi vincenti e consecutivi di Juantorena e Simon (18-14), che stendono di fatto l’avversario. Finisce 25-21, con il regista Bruno Mossa de Rezende eletto Mvp dai voti dei giornalisti presenti.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 17, Kovar, D’Hulst, Marchisio (L) n.e., Juantorena 12, Massari n.e., Stankovic n.e., Diamantini 1, Leal 14, Cantagalli 1, Cester 5, Simon 14, Bruno 3, Balaso (L). All. De Giorgi.

REVIVRE AXOPOWER MILANO: Nimir Abdel-Aziz 17, Hoffer (L) n.e., Basic n.e., Kozamernik 7, Izzo, Sbertoli 2, Maar 18, Hirsch 2, Gironi n.e., Bossi 9, Cebulj 1, Clevenot 8, Pesaresi (L). All. Giani.

ARBITRI: Santi (PG) – Zanussi (TV).

PARZIALI: 25-23 (28’), 23-25 (29’), 27-25 (30’), 25-21 (28’).

NOTE: spettatori 3084, incasso 30.180 Euro. Lube battute sbagliate 22, ace 10, muri vincenti 10, 51% in attacco, 50% in ricezione (31% perfette). Milano: battute sbagliate 27, ace 8, muri vincenti 7, 50% in attacco, 34% in ricezione (6% perfette).

I commenti

Osmany Juantorena: “Una partita difficile perché Milano è una grande squadra con giocatori importanti che ci hanno messo un po’ in difficoltà. Noi siamo stati bravi a reagire soprattutto al terzo set che eravamo sotto penso che lì abbiamo vinto la partita quindi complimenti a tutti noi. Abbiamo preso i tre punti. Era questo l’obiettivo. Mancano due giornate, vedremo cosa succederà”.

Bruno: “Una partita molto difficile e lo sapevamo in quanto Milano è una squadra tosta che non molla mai e difende tantissimo, secondo me nel secondo set ci siamo un po’ innervositi, loro hanno iniziato a difender e non siamo riusciti a tenere la lucidità di continuare a vincere le azioni lunghe. Siamo stati bravi a saper soffrire, nel terzo quando eravamo dietro, senza mai mollare e questo dimostra la maturità della squadra. Abbiamo conquistato i tre punti che era il nostro compito questa sera”.

Ferdinando De Giorgi: “E’ stata una partita di quelle toste e ci eravamo preparati, conoscevamo il gioco di Milano che soprattutto con le squadre forti in attacco difende tantissimo. Bisogna essere lucidi e non perdere le fondamenta del gioco, i ragazzi son stati bravissimi a fare ciò e giocare punto su punto”.

(12)

LEAVE YOUR COMMENT