Home Attualità Iniziati i lavori sulla strada Visso-Ussita, transito alternato

Iniziati i lavori sulla strada Visso-Ussita, transito alternato

Iniziati i lavori sulla strada Visso-Ussita, transito alternato
63
0

Sono iniziati i lavori la messa in sicurezza della galleria sulla strada provinciale 135 Visso – Ussita, con opere già programmate e appaltate inserite nel primo lotto di ripristino della viabilità. I lavori erano stati in un primo momento sospesi per trovare una soluzione meno impattante per i Comuni di Visso e Ussita.

“La Provincia – spiega il Presidente Antonio Pettinari – si è fatta carico di organizzare diversi incontri tra i Comuni interessati e l’ANAS per trovare una soluzione che evitasse la chiusura totale della galleria durante i lavori di ripristino, così come era stato ipotizzato nel progetto originario.”

La soluzione nel progetto iniziale avrebbe di fatto isolato Ussita e una parte di Visso, provocando problemi anche ai turisti e agli amanti della montagna che vorrebbero raggiungere quelle località sia d’estate quanto d’inverno.

“La decisione definitiva assunta – spiega ancora il Presidente – è stata quella di creare nei tratti interessati dai lavori un senso unico alternato, regolato dalle 6 del mattino alle 24 della sera. La totale chiusura è stata invece prevista soltanto per le ore notturne e cioè dalla mezzanotte alle sei del mattino. La totale chiusura nella notte consentirà di eseguire quei lavori che non possono essere effettuati durante il giorno quando è previsto il transito. Sarà comunque garantito il passaggio dei mezzi di soccorso in qualunque ora.”

Durante la notte, con la strada chiusa dalle 24 alle 6 del mattino, il traffico verrà deviato sulla provinciale Braccio – Macereto.

Una soluzione operativa che, come si legge nell’ordinanza della Provincia, permette di rendere meno gravoso il transito su una strada strategica per la viabilità di quella zona, mantenendo al tempo stesso un alto livello di sicurezza tanto per gli automobilisti quanto per gli operai che lavoreranno durante il transito degli automezzi.  

“Va dato atto all’ANAS – conclude Pettinari – di aver rimodulato il progetto tenendo conto delle esigenze delle popolazioni della zona rinviando l’inizio dei lavori a dopo il periodo estivo appena terminato.”

(63)

LEAVE YOUR COMMENT