Home Attualità Il Comune di Macerata premiato per azioni su clima ed energia

Il Comune di Macerata premiato per azioni su clima ed energia

Il Comune di Macerata premiato per azioni su clima ed energia
59
0

Il Comune di Macerata premiato a Roma, insieme ad altri 31 comuni marchigiani, nel corso del convegno organizzato dalla Regione Marche e SVIM Agenzia di Sviluppo Regione Marche nell’ambito del XII “Forum QualEnergia” di Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con Cobat.

Il riconoscimento, ritirato dall’assessore all’Ambiente Mario Iesari, è stato assegnato per aver contribuito attivamente alle politiche di transizione energetica, adattamento e mitigazione ai cambiamenti climatici e per l’adesione al progetto europeo Life Sec Adapt che porta avanti gli obiettivi UE per il clima e l’energia.

Mario Iesari alla premiazione

“Questo riconoscimento – afferma il sindaco Romano Carancini – testimonia un impegno che dura da quasi dieci anni in tema di costruzione della città a misura d’uomo sul versante ambientale. È un’importante attestazione di un lavoro di squadra che, in una visione a lungo termine e grazie all’attenzione dapprima di Enzo Valentini, precedente assessore alle politiche ambientali, e oggi di Mario Iesari, intende assumere impegni e concretizzare significative azioni di strategia di salvaguardia ambientale e di sensibilizzazione alla problematiche che riguardano l’intero pianeta. Con piacere abbiamo ricevuto questo riconoscimento insieme a tanti altri comuni della regione a testimonianza di una sensibilità condivisa e di una filosofia concorde che conduce a pratiche virtuose di territorio.”

Il percorso virtuoso del Comune di Macerata, effettuato in sinergia con gli altri 31 comuni marchigiani, è iniziato nel 2013 con l’approvazione del primo Patto dei sindaci, ovvero l’impegno volontario dei Comuni di perseguire a livello locale gli obiettivi della strategia ambientale della Comunità europea e il conseguente Piano di adattamento fino ad arrivare nel corso del 2019 all’approvazione all’unanimità del Consiglio comunale del Piano di Azione per il Clima e l’Energia (PAESC), esecuzione programmatica del secondo Patto dei Sindaci che fissa l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra fissato nel 2030 al 50%. Si tratta di un valore superiore a quello richiesto dalla Comunità Europea che si ferma al 40%. Sulla base dei risultati ottenuti fino ad oggi, che indicano una riduzione del 26% nel 2016, superiore già a quello richiesto dal primo patto dei sindaci che fissava il 20% per il 2020, l’Amministrazione comunale ha ritenuto infatti che la comunità maceratese potesse porsi un obiettivo più ambizioso mantenendo al centro della propria azione l’impegno contro i cambiamenti climatici ed i loro effetti.

(59)

LEAVE YOUR COMMENT