Home Attualità Festa della Polizia, reati in calo e i casi Pamela-Traini

Festa della Polizia, reati in calo e i casi Pamela-Traini

Festa della Polizia, reati in calo e i casi Pamela-Traini
32
0

Al Teatro Lauro Rossi di Macerata la Polizia di Stato ha celebrato il 166° anniversario della sua fondazione, alla presenza del Questore della Provincia di Macerata Antonio Pignataro, del Prefetto Roberta preziotti, delle principali autorità civili e militari, di appartenenti alla Polizia di Stato e di rappresentanti dell’ANPS. La cerimonia ha avuto inizio con la deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato ai caduti della Polizia nel piazzale della caserma in via dei Velini, mentre in piazza della Libertà era schierato il picchetto d’onore e in alcuni stand i vari reparti delle specializzazioni di polizia mostravano ai cittadini tecniche e attrezzature.

Dopo la lettura dei messaggi pervenuti per l’occasione dal Presidente della Repubblica, dal Ministro dell’Interno e dal Capo della Polizia, il Questore di Macerata ha portato il suo saluto e ringraziamento a tutti gli appartenenti della Polizia di Stato della provincia di Macerata per i lavoro svolto e per i risultati conseguiti.

Il Questore ha sottolineato che “tra le Istituzioni pubbliche le Forze di Polizia sono ai primi posti nelle statistiche sull’indice di fiducia dei cittadini. Appare significativo e doveroso in un contesto così delicato comprendere che la credibilità delle Istituzioni passa necessariamente per una rappresentazione veritiera del suo agire, potendo contare sempre sulla passione che ciascuno di noi mette nel proprio lavoro per colmare le eventuali criticità”.

“In particolare, nella provincia di Macerata – ha continuato Pignataro – si rileva una marcata diminuzione dei reati in genere e in modo particolare dei cosiddetti reati predatori. Ed è proprio in tale contesto che sento in questa sede il dovere di evidenziare che la percezione di sicurezza, così confliggente con la cosiddetta sicurezza rilevata, sconti soprattutto l’interazione di altri fattori, come il degrado di alcune aree di questa provincia e la sensazione di precarietà che non solo una lunga crisi economica ormai decennale ma anche i danni del terremoto, hanno sempre più acuito”.

Significativo il cenno che il Questore ha voluto fare sugli eventi che hanno coinvolto la Comunità di Macerata, riferendosi  all’omicidio di Pamela Mastropietro e all’arresto di Luca Traini: “A questi eventi, straordinari ed eccezionali, lo Stato ha dato una risposta concreta e straordinaria. La filiera istituzionale, sia della Giustizia che della prevenzione, hanno funzionato perfettamente, i risultati ci danno ragione sia con l’individuazione dei presunti autori del malvagio evento che ha determinato la morte di Pamela, sia con l’arresto di Traini. Il controllo del territorio è pieno, capillare e, quindi, assicurato a 360°. Lo Stato è presente e siamo qui al servizio dei cittadini. Abbiamo dimostrato che siamo efficienti e siamo in possesso di un valore aggiunto tale da garantire la giusta e doverosa tranquillità, serenità e fiducia ai cittadini Maceratesi senza le quali nessun progresso è possibile”.

Per dare una maggiore percezione di sicurezza alla comunità maceratese, sono stati elencati alcuni dati straordinari di quanto le Forze di Polizia abbiano ottenuto nei primi mesi di quest’anno con circa 80 arresti, 700 denunciati (molti collegati allo spaccio) e rilevanti sequestri di sostanze stupefacenti.

Infine, il Questore Pignataro si è rivolto agli studenti presenti alla cerimonia (la Questura di Macerata è molto presente nelle scuole con il progetto “Educazione alla Legalità”) esortandoli ad avere senso dello stato e ad essere protagonisti attivi e consapevoli nel cambiamento della società.

E’ seguita la consegna degli attestati di encomio e di lode al personale della Polizia di Stato che si è distinto in operazioni di particolare rilievo.

Sono stati premiati con encomio solenne gli Assistenti Capo Francesco Acquaroli e  Stefano Dignani; con encomio il Primo Dirigente Romualdo De Leonardis e al Sovrintendente Capo Francesco Greco; con attestati di lode Vice Questore Aggiunto  Alessandro Albini,  Sov.te Capo Andrea Casadidio, Sov.te Capo Eno Scagnetti, Sov.te  Fausto Minichelli, Ass.C. Pierluigi Zippilli, Ass. C. Flaviano Luciani, Sov.te Capo Michele Bocchi, Ass. Capo Damiano Cioppettini, Sov.te Capo Francesco Greco, Sov.te Mario Lattanzi, Sov.te Maurizio Verolo, Ass.C. Coordinatore Mauro Grassetti.

(32)

LEAVE YOUR COMMENT